formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Libere
Minì parte forte, bene Fornaroli

La sessione unica di prove libere della Formula Regional by Alpine ha aperto il fine settimana del Gran Premio di Monaco, dov...

Leggi »
formula 1

I piloti F1 all'esame di Montecarlo:
con le auto 2022 sarà ancora più duro

C'è chi la ama e chi la odia, ma Montecarlo per i piloti è comunque una sfida. Quest'anno, probabilmente, persino più...

Leggi »
formula 1

Sauber Alfa Romeo sopra le attese,
e a Monaco può anche stupire

È un bel momento per la Sauber Alfa Romeo-Ferrari, e potrebbe proseguire a Montecarlo, dove si corre già nel prossimo weekend...

Leggi »
formula 1

Progressi Mercedes evidenti,
ma Ferrari e Red Bull ancora lontane

Ha compiuto progressi la Mercedes grazie agli sviluppi portati nel GP di Spagna? La risposta è sì. Ha raggiunto il livelo di ...

Leggi »
formula 1

Il primo ko tecnico pesa,
ma questa Ferrari può rimediare

Al giro 27 del Gran Premio di Spagna per la Ferrari è cambiato tutto: il ritiro di Charles Leclerc, dovuto alla rottura di tu...

Leggi »
26 Gen [16:20]

La FIA boccia i test Ferrari SF21
Cambia poco, si girerà con la SF71H

Massimo Costa

Come vogliamo chiamarlo? Disguido? Mancanza di comunicazione? Leggerezza? Distrazione? La Ferrari aveva fatto sapere al mondo che avrebbe effettuato ben quattro giornate di test a Fiorano con la SF21 utilizzata nel 2021. In pista Carlos Sainz, Charles Leclerc e il tester Robert Shwartzman. Rimaneva un dubbio: come mai la Ferrari poteva pensare di impiegare la SF21 e non la monoposto di due anni prima (minimo), come da regolamento? Oppure, come fatto durante il 2021, non ha pensato di scendere in pista con la solita SF71H del 2018. Non per niente l'Alpha Tauri a Imola sta girando in questi giorni a Imola con la AT01 del 2020.

Ma in Ferrari si è dato per scontato che l'intesa tra le squadre, in accordo con la FIA, di poter sfruttare nel 2022 le monoposto del 2021 (in quanto le vetture di quest'anno saranno completamente differenti e per di più con le gomme da 18 pollici) fosse stato reso operativo dalla Federazione Internazionale. Cosa, invece che, a quanto pare, non si è verificata. Oppure, c'è un'altra versione: la Ferrari ha comunicato alla FIA in ritardo (pare ci sia un tempo limite di 72 ore) la propria intenzione di effettuare il test a Fiorano. 

Come conseguenza, la FIA ha bocciato la possibilità per la Ferrari di accendere i motori della SF21. Qualcuno sostiene che sia stata una squadra avversaria a fare la "spia" presso la FIA. Poco cambia, la Ferrari stessa aveva comunicato, come detto sopra, che avrebbe svolto tale test con la SF21, la notizia era di dominio pubblico. L'errore semmai è stato di comunicazione tra Ferrari e FIA. Velocemente si è risolto il problema e i piloti si alleneranno da oggi, anziché da ieri, (inizia Shwartzman) con la SF71H: poco male, l'importante è che Leclerc e Sainz riprendano confidenza con la guida di una monoposto e con la velocità. Il resto sono chiacchiere da bar.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone