formula 1

Ferrari, Vettel "secondo pilota":
lo dice Binotto, ma era necessario?

Jacopo Rubino - XPB Images

"Charles è sicuramente è molto bravo, ma ci si aspetta di più ...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
30 Ago [9:05]

Le Castellet, gara
United Autosports sul filo del rasoio

Michele Montesano

Continua la striscia vincente in casa United Autosport nella ELMS. Il team diretto da Zak Brown e Richard Dean ha conquistato la terza vittoria consecutiva su tre gare finora disputate. A bissare il successo sul tracciato di Le Castellet è stato l’equipaggio composto da Felipe Albuquerque e Phil Hanson. Il tutto grazie al sorpasso del portoghese negli ultimi minuti di gara ai danni del malcapitato Jean-Eric Vergne. In LMP3 a spezzare l’egemonia United Autosports ci ha pensato il Realteam Racing con David Droux ed Esteban Garcia. Successo per la Ferrari dello Spirit of Race di Matt Griffin, Aaron Scott e Duncan Cameron in LMGTE.

A discapito del risultato finale, la gara di Albuquerque e Hanson non è stata affatto facile. L’inglese ha guidato il primo stint dietro la Safety Car per via della pista bagnata. All’avvio vero e proprio, il pilota United Autosports, complice una strategia non azzeccata, è scivolato nelle retrovie. Hanson non si è dato per vinto e, aiutato anche da un altro ingresso della vettura di sicurezza, ha recuperato il gap perso. Poi, ci ha pensato Albuquerque a risalire la china con un ritmo indiavolato.

L’ultima neutralizzazione dovuta allo spettacolare incidente, fortunatamente senza conseguenze, che ha visto capotare Loic Duval a Signes dopo un contatto con una LMP3, ha rimescolato ulteriormente le carte. Al restart tutti i piloti nelle prime posizioni hanno effettuato l’ultima sosta con Albuquerque che ha sostituito solamente uno pneumatico per recuperare tempo. La strategia di United Autosports ha funzionato: dapprima il pilota ha superato Will Stevens conquistando il secondo posto, poi in meno di mezz’ora Albuquerque ha recuperato il divario di nove secondi nei confronti di Vergne. Il pilota portoghese, a soli 3’40” dal termine della gara, ha superato il portacolori del G-Drive andando a conquistare il secondo successo stagionale.

In casa G-Drive non hanno assolutamente nulla da recriminare poiché la loro strategia e le loro soste sono state impeccabili. Semplicemente la loro Aurus 01 non è stata sufficientemente veloce nelle fasi cruciali di gara. Terzo posto per la compagine del Graff con Thomas Laurent, Alexandre Cougnaud James Allen che stanno affilando le armi in vista della 24 Ore di Le Mans. Il Panis Racing si è dovuto accontentare del quarto posto, dopo aver militato fino a metà gara nelle posizioni di vertice. A chiudere la Top-5 la Oreca superstite dell’Algarve Pro Racing di Simon Trummer, Gabriel Aubry e John Falb.

Anche in LMP3 la gara si è decisa nelle fasi finali. Questa volta ad uscire sconfitto è stato lo United Autosports. Il successo è andato al Realteam Racing di Garcia e Droux, quest’ultimo autore di uno stint finale perfetto. Il pilota del team svizzero ha superato Duncan Tappy a tredici minuti dalla bandiera a scacchi, il portacolori United Autosports non ha potuto far altro che accontentarsi del secondo posto. Più sfortunati i dominatori della prima parte di campionato Rob Wheldon, Wayne Boyd e Tom Gamble costretti al ritiro quando erano in testa. Hanno completato il podio Nigel Moore e Martin Hippe della Inter Europol.

Nuovo successo Ferrari in LMGTE, questa volta è stato lo Spirit of Race a salire sul gradino più alto del podio. L’equipaggio del Cavallino composto da Griffin, Scott e Cameron ha avuto la meglio sulla Porsche del Proton Competition di Alessio Picariello, Christian Ried e Michele Beretta. Terzo posto ancora per una Ferrari, quella delle “Iron Dames” di Michelle Gatting, Rahel Frey e Manuela Gostner.


Sabato 29 agosto 2020, gara

1 - Hanson/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 118 giri
2 - Rusinov/Jensen/Vergne (Aurus 01–Gibson) - G-Drive - 2"618
3 - Allen/Laurent/Cougnaud (Oreca 07-Gibson) - Graff - 12"047
4 - Canal/Jamin/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Panis - 17"673
5 - Falb/Trummer/Aubry (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 18"818
6 - Smiechowski/Binder/Isaakyan (Ligier JSP217-Gibson) - Inter Europol - 35"222
7 - Lafargue/Chatin/Bradley (Oreca 07-Gibson) - Idec - 40"722
8 - Owen/Brundle/Van Uitert (Oreca 07-Gibson) - United Autosport - 1'17"552
9 - Gommendy/Hirschi/Tereschenko (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 1'30"449
10 - Rojas/Hanley/Buret (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 1 giro
11 - Floersch/Visser (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1 giro
12 - Lapierre/Borga/Coigny (Oreca 07-Gibson) - Cool - 1 giro
13 - Fjordbach/Andersen (Oreca 07-Gibson) - High Class - 2 giri
14 - Dracone/Campana (Oreca 07-Gibson) - BHK - 4 giri
15 - Garcia/Droux (Ligier JS P3-Nissan) - Realteam - 7 giri
16 - Tappy/Bentley (Ligier JS P3-Nissan) - United Autosport - 7 giri
17 - Hippe/Moore (Ligier JS P3-Nissan) - Inter Europol - 7 giri
18 - Jakobsen/Dayson/Megennis (Ligier JS P3-Nissan) - RLR - 7 giri
19 - Hodes/Grist/Crews (Duqueine M30-Nissan) - Nielsen - 8 giri
20 - Cameron/Griffin/Scott (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 8 giri
21 - Hörr/Kirmann/Triller (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 8 giri
22 - Ried/Beretta/Picariello (Porsche 911 RSR) - Dempsey Proton - 8 giri
23 - Gostner/Frey/Gatting (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 9 giri
24 - Broniszewski/Gomes/Perel (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 9 giri
25 - Kari/Maulini/Baratto (Ligier JS P3-Nissan) - EuroInternational - 9 giri
26 - Schiavoni/Mastronardi/Nielsen (Ferrari F488 GTE EVO) - Iron Lynx - 10 giri
27 - Ulrich/Serra/Görig ( (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 10 giri
28 - Jeannette/Hutchison/Sales (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 10 giri
29 - Capillaire/Robin/Robin (Ligier JS P3-Nissan) - Graff - 13 giri
30 - Trouillet/Sanjuan/Page (Duqueine M30-Nissan) - Graff - 19 giri
31 - Veglia/Fontana (Ligier JS P3-Nissan) - BHK - 22 giri

Giro veloce: Nicolas Lapierre 1'43"866

Ritirati
Enqvist/Duval/Lancaster
Wells/Noble
Boyd/Gamble/Wheldon

Il Campionato
1.Hanson/Albuquerque 68; 2.Owen/Brundle/Van Uitert 39; 3.Rusinov/Jensen 36; 4.Allen/Laurent/Cougnaud 35; 5.Canal/Jamin/Stevens 27; 6.De Vries 18; 7.Vergne 18; 8.Calderon/Negrao 18; 9.Falb/Trummer/Aubry 15; 10.Smiechowski/Binder/Isaakyan 15.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone