formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
9 Ott [11:37]

Montmelò, qualifiche
Azcona arriva da Most e segna la pole

Michele Montesano

Mikel Azcona è inarrestabile, lo spagnolo vuole chiudere i giochi del TCR Europe già nella giornata odierna. Il secondo titolo continentale è sempre più alla portata del pilota Cupra che, sul tracciato del Montmelò, ha conquistato una pole position perentoria. Azcona è stato l’unico a scendere sotto il muro del 1’55” assicurandosi la partenza dal palo di gara 1. A facilitargli la vita ci ha pensato anche la Honda Civic di Franco Girolami, ferma ai box dopo solo pochi giri del Q1. L’argentino partirà dal fondo della griglia in entrambe le manche riducendo ancora di più le possibilità di lottare per il titolo.

È continuato nel migliore dei modi il fine settimana di fuoco per Azcona. Impegnato su due fronti lo spagnolo, dopo aver conquistato la pole nella gara di Most del WTCR, è volato a Barcellona per l’ultimo weekend della TCR Europe. Complice il circuito di casa, Azcona è sceso in pista direttamente per le qualifiche siglando già il tempo di riferimento nel Q1. L’alfiere del Volcano Motorsport, dopo essersi visto cancellare il crono per aver superato i track limits, ha conquistato la pole negli ultimi istanti della seconda sessione. A segnare il secondo tempo è stato Sami Taoufik, il turco era riuscito a salire in cima della lista dei tempi nel corso delle FP2. Ad occupare la seconda fila il pilota Peugeot Teddy Clairet seguito dall’Audi di Nicolas Baert.

Con il quinto crono Martin Ryba è stato il migliore fra i piloti Honda precedendo le Hyundai Elantra N di Niels Langeveld e del campione in carica Mehdi Bennani. Più indietro le Honda Civic griffate Brutal Fish con Jack Young, ottavo, che ha avuto la meglio sul pilota di casa Isidro Callejas. Il cambio di casacca ha portato bene a Klim Gavrilov. Passato alla Cupra del Volcano Motorsport, il russo ha siglato il decimo crono che, per via della griglia invertita, gli vale la partenza dal palo di gara 2.

Fra gli esclusi eccellenti nel Q1 troviamo, al quindicesimo posto, Tom Coronel anche lui impegnato nel tour de force fra WTCR e TCR Europe. Solamente sedicesimo il nostro Felice Jelmini, il pilota del Sebastien Loeb Racing non è riuscito a trovare la quadra della sua Hyundai fin dalle prove libere. Fanalino di coda Girolami che ha concluso la sessione senza nessun crono. L’argentino, nelle prime battute del Q1, aveva fatto registrare un tempo che l’avrebbe portato al dodicesimo posto, ma in seguito cancellato per aver superato i limiti del tracciato. Girolami è poi rientrato ai box per un problema meccanico sulla sua Civic Type R. A nulla è valso il rapido intervento dei meccanici del PSS Racing che non sono riusciti a rispedire in pista la Honda. Con 63 punti di distacco da Azcona la rimonta per l'argentino si è fatta decisamente più ripida, se non impossibile.  

Sabato 9 ottobre 2021, qualifiche

1 - Mikel Azcona (Cupra Leon Competición) - Volcano - 1'54"992 (Q2)
2 - Sami Taoufik (Hyundai Elantra N) - SLR - 1'55"036 (Q2)
3 - Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'55"106 (Q2)
4 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'55"258 (Q2)
5 - Martin Ryba (Honda Civic TypeR) - Brutal Fish - 1'55"457 (Q2)
6 - Niels Langeveld (Hyundai Elantra N) - SLR - 1'55"626 (Q2)
7 - Mehdi Bennani (Hyundai Elantra N) - SLR - 1'55"717 (Q2)
8 - Jack Young (Honda Civic TypeR) - Brutal Fish - 1'55"866 (Q2)
9 - Isidro Callejas (Honda Civic TypeR) - Brutal Fish - 1'55"877 (Q2)
10 - Klim Gavrilov (Cupra Leon Competición) - Volcano - 1'55"982 (Q2)
11 - Evgenii Leonov (Cupra Leon Competición) - Volcano - 1'56"410 (Q2)
12 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 1'56"779 (Q2)
13 - Sergio López (Cupra Leon Competición) - RC2 - 1'55"815 (Q1)
14 - Jáchym Galáš (Hyundai i30 N TCR) - Janík - 1'55"854 (Q1)
15 - Tom Coronel (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'55"897 (Q1)
16 - Felice Jelmini (Hyundai Elantra N) - SLR - 1'55"925 (Q1)
17 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - Janík - 1'55"987 (Q1)
18 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR) - PSS - 1'56"074 (Q1)
19 - Sylvain Pussier (Cupra Leon TCR) - Clairet - 1'56"333 (Q1)
20 - Felipe Fernández (Cupra Leon Competición) - RC2 - 1'56"346 (Q1)
21 - Dušan Borković (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1'56"351 (Q1)
22 - Giacomo Ghermandi (Cupra Leon Competición) - LEMA - 1'57"074 (Q1)
23 - Gilles Colombani (Cupra Leon TCR) - Clairet - 1'57"734 (Q1)
24 - Franco Girolami (Honda Civic TypeR) - PSS - No Time (Q1)

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone