Formula E

Le prime impressioni di Giovinazzi:
"In Formula E guida del tutto diversa"

Antonio Giovinazzi disputerà la sua prima gara in Formula E il 28 gennaio a Diriyah, fino a quel momento avrà guidato la mono...

Leggi »
formula 1

La F1 sul circuito di Jeddah,
cittadino con medie pazzesche

Una media sul giro prevista di 252,8 chilometri orari, seconda solo a Monza, a dispetto di ben 27 curve. 6175 metri di lunghe...

Leggi »
Formula E

Test a Valencia - 2° giorno
Mercedes al comando con Vandoorne

Due Mercedes davanti a tutti. Quella ufficiale di Stoffel Vandoorne, e quella della scuderia clienti Venturi con Edoardo Mort...

Leggi »
Formula E

Come sarà la monoposto Gen3?
Foto anteprima dalla Formula E

Le immagini diffuse al pubblico restano volutamente misteriose, ma squadre, piloti e alcuni partner selezionati hanno già sco...

Leggi »
Formula E

Test a Valencia - 1° giorno
Frijns al top, poi la "qualifica"

1 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 1'27"169 - 37 giri2 - Lucas Di Grassi (Mercedes) - Venturi - 1'27"270 - 28...

Leggi »
formula 1

Verstappen gioca il primo match point,
ma qual è lo stato di forma contro Hamilton?

È una vigilia particolare per Max Verstappen, quella che conduce verso Jeddah. Il primo Gran Premio d'Arabia Saudita sarà...

Leggi »
14 Nov [9:07]

Petit Le Mans - Gara
Vittoria Mazda, ad ActionExpress il titolo

Marco Cortesi

Dopo aver centrato il successo alla 12 Ore di Sebring, il team Multimatic su Mazda ha vinto anche la Petit Le Mans 2021, con il trio composto da Jonathan Bomarito, Harry Tincknell e Oliver Jarvis che ha dato il miglior addio al progetto della casa giapponese. Il sorpasso decisivo è arrivato con circa 20 minuti alla conclusione dopo che la RT24-P si era mostrata tra le più veloci come passo sui long run ma aveva dovuto recuperare tre giri persi per un problema di motore, in una cavalcata impressionante. Un contatto con la Corvette in quel momento seconda in GTLM di Nick Tandy non ha compromesso l'esito della corsa che, purtroppo, sarà l’ultima: nonostante la struttura sia finalmente arrivata alla maturità, Mazda ha deciso di chiudere il programma e non sembra siano possibili ripensamenti.



La lotta per il titolo è stata quella per il secondo posto: i team Taylor e ActionExpress, per vincere, dovevano solo arrivare davanti ai rivali, e alla fine a trionfare è stata la Dallara-Cadillac di Felipe Nasr e Pipo Derani, coadiuvati da Mike Conway. E' stata battaglia aperta nel finale tra Ricky Taylor e Nasr, con tanto di attacco all’ultimo giro. Taylor ha provato a buttarsi dentro alla chicane ma il brasiliano ha chiuso con durezza. Il contatto tra i due è stato inevitabile e l’Acura è finita lunga, rientrando davanti, ma Taylor, per evitare la penalità, a quel punto ha ceduto la posizione, e il titolo.

Quarto posto per Kobayashi-Pagenaud-Johnson, seguiti dal trio di Ganassi Van Der Zande-Dixon-Bamber. Il neozelandese è stato chiamato a sorpresa per sostituire l’indisposto Magnussen, facendo il suo esordio assoluto nei prototipi. Un problema ai freni e un contatto hanno messo la vettura numero 01 sotto di un giro.

In LMP2 titolo a Keating-Jensen
Un contatto nel finale ha deciso anche la LMP2 con una penalità per Keating-Jensen-Huffaker che avevano tagliato il traguardo per primi. Mikkel Jensen è stato ritenuto responsabile di un contatto con Gabriel Aubry, dichiarato vincitore con James French e John Farano. La struttura di Ben Keating aveva conquistato il titolo solo schierandosi al via. In LMP3, la vittoria è andata al team Riley con Robinson-Fraga-Andrews.

1-2 delle Porsche private in GTLM
In GTLM è stata doppietta Porsche con il successo di Matthieu Jaminet, Matt Campbell e Cooper MacNeil. Dopo il contatto tra Mazda di testa e la Corvette numero quattro, le due vetture del team Proton, schierate sotto l’egida di WeatherTech, si sono trovate nelle prime due posizioni, con in testa Kevin Estre, Matt Campbell e Matthieu Jaminet. Nel finale, è arrivato l’ordine di invertire le posizioni. Ha così trovato la seconda vittoria il patron dell’azienda, già alla terza affermazione dell’anno. Il gradino finale del podio è andato alla BMW di Edwards-Krohn-Farfus, seguiti da Tandy-Milner-Sims.



Vanthoor e il team Pfaff vincono il titolo 
La seconda Corvette, già campione con Taylor-Garcia si è invece ritirata in un incidente multiplo co diverse vetture GTD. In occasione di un re-start, un rallentamento improvviso ha portato a contatto numerosi piloti, e Jordan Taylor è piombato sul luogo dell’incidente senza visibilità. Il contatto, che ha coinvolto tra gli altri le due Lexus ufficiali, la Lamborghini GRT (con al volante Michele Beretta), e la BMW del team Turner. Il successo in gara, con anche l’affermazione nel trofeo endurance, è andato all’Aston Martin di Roman De Angelis, Ross Gunn e Ian James. Invece, a vincere il titolo assoluto è stato con il secondo posto il duo Zach Robichon-Laurens Vanthoor, con la Porsche Pfaff già al comando nel penultimo round.

Sabato 13 novembre 2021, gara:

1 - Jarvis/Tincknell/Bomarito (Mazda DPi) - Mazda - 410 giri
2 - Nasr/Conway/Derani (Cadillac DPi) - AXR - 3”297
3 - Taylor/Albuquerque/Rossi (Acura DPi) - WTR - 3”702
4 - Johnson/Kobayashi/Pagenaud (Cadillac DPi) - AXR - 30”681
5 - VDZande/Bamber/Dixon (Cadillac DPi) - Ganassi - 1 giri
6 - Farano/Aubry/French (ORECA LMP2 07) - Tower - 3 giri
7 - Keating/Jensen/Huffaker (ORECA LMP2 07) - PR1 - 3 giri
8 - Thomas/Nunez/Merrill (ORECA LMP2 07) - WIN - 4 giri
9 - McGuire/Boyd/Smith (ORECA LMP2 07) - United AS - 5 giri
10 - Montoya/Castroneves/Cameron (Acura DPi) - Shank - 11 giri
11 - Robinson/Fraga/Andrews (Ligier JS P320) - Riley - 19 giri
12 - Balogh/Grist/Pigot (Ligier JS P320) - JRIII - 20 giri
13 - MacNeil/Jaminet/Campbell (Porsche 911) - Proton - 20 giri
14 - Estre/Christensen/Makowiecki (Porsche 911) - Proton - 20 giri
15 - Edwards/Krohn/Farfus (BMW M8 GTE) - RLL - 21 giri
16 - Cox/Murry/Bleekemolen (Ligier JS P320) - Riley - 23 giri
17 - Milner/Tandy/Sims (Corvette C8.R) - Corvette - 29 giri
18 - Archer/Vance/Hanratty (Duqueine D08) - FastMD - 29 giri
19 - DeAngelis/Gunn/James (Aston Martin Vantage) - HOR - 32 giri
20 - Robichon/Vanthoor/Kern (Porsche 911) - Pfaff - 32 giri
21 - Megennis/Montecalvo/Veach (Lexus RC F) - Vasser - 33 giri
22 - De Quesada/Juncadella/Morad (Mercedes-AMG) - Alegra - 33 giri
23 - Hindman/Long/Heylen (Porsche 911) - Wright - 34 giri
24 - Potter/Lally/Pumpelly (Acura NSX) - Archangel - 34 giri
25 - Sellers/Snow/Lewis (Lamborghini Huracan) - Miller - 45 giri
26 - Ferriol/Legge/Davis (Porsche 911) - Hardpoint - 51 giri
27 - Pflucker/Kvamme/Rzadzinski (Duqueine D08) - Forty7 - 54 giri
28 - Vautier/Duval/Bourdais (Cadillac DPi) - JDC Miller - 69 giri
29 - Kruetten/Gamble/Meyrick (Ligier JS P320) - United AS - 102 giri
30 - Yount/Conwright/Hites (Audi R8 LMS GT3) - NTE - 124 giri
31 - Bennett/Kurtz/Braun (Ligier JS P320) - Core - 125 giri
32 - DePhilippi/Eng/Spengler (BMW M8 GTE) - RLL - 129 giri
33 - Bell/Rao/Skelton (Duqueine D08) - WIN - 166 giri
34 - Goldburg/Lindh/Jakobsen (Ligier JS P320) - PerfTech - 202 giri
35 - Andretti/Burdon/Askew (Ligier JS P320) - Andretti - 257 giri
36 - Garcia/Taylor/Catsburg (Corvette C8.R) - Corvette - 260 giri
37 - Auberlen/Foley/Read (BMW M6) - Turner - 260 giri
38 - Ward/Ellis/Engel (Mercedes-AMG) - Winward - 263 giri
39 - Schandorff/Iribe/Barnicoat (McLaren 720S) - Inception - 264 giri
40 - Beretta/Goikhberg/Perera (Lamborghini Huracan) - GRT - 264 giri
41 - Skeen/Cosmo/McAleer (Mercedes-AMG) - Gilbert/Korthoff - 264 giri
42 - Kirkwood/Telitz/Hawksworth (Lexus RC F) - Vasser - 264 giri
43 - Merriman/Tilley/Dalziel (ORECA LMP2 07) - Era - 389 giri



Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone