Rally

Rally di Montecarlo – 1° giorno
Ogier vola, Loeb lo marca a vista

Michele Montesano La novantesima edizione del Rally di Montecarlo ha aperto ufficialmente una nuova era del WRC, quella del...

Leggi »
formula 1

L'Alpine turbolenta,
fra uscite e tensioni

Via Ciryl Abiteboul, che era team principal, via Remi Taffin, capo del reparto motori, via Marcin Budkwoski, nel 2021 diretto...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – Shakedown
Ogier - Loeb è subito duello

Michele Montesano Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno del debutto per le nuove Rally1. Come da tradizione è stato ...

Leggi »
formula 1

Gare sprint 2022 a rischio?
Manca l'intesa con tutti i team

Le gare sprint del sabato, nuovo pallino di Formula 1, quest'anno dovrebbero aumentare a 6. Dovrebbero, appunto, perché i...

Leggi »
Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
12 Gen [19:57]

Test invernali, intesa fra i team:
saranno in Bahrain dal 12 al 14 marzo

Jacopo Rubino

I test invernali 2021 si spostano da Barcellona a Sakhir, le squadre di Formula 1 hanno trovato l'intesa anche sulle date: dal 12 al 14 marzo, nel weekend inizialmente pensato per il Gran Premio d'Australia. Il rinvio della gara di Melbourne, per gli ostacoli creati dal Coronavirus, ha però spianato la strada al trasferimento delle prove in Bahrain, dove il 28 marzo si disputerà quello che sarà adesso il round di apertura del Mondiale.

A livello logistico questa soluzione ridurrà gli spostamenti di materiale, da un lato, ma dall'altro allontana le scuderie dalle rispettive basi europee, con più difficoltà di recapitare ricambi in caso di necessità. I vantaggi climatici sono invece indiscutibili: in Medio Oriente il rischio di pioggia (o peggio) sarà nullo e le temperature saranno più indicative rispetto a quelle dello stesso periodo in Spagna. Considerando che quest'anno i test sono stati ridotti da 6 ad appena 3 giorni, è un elemento molto significativo.

Sakhir aveva già ospitato una parte dei collaudi precampionato nel 2014, quando erano all'esordio le attuali power unit turbo-ibride da 1.6 litri. Il cambio di sede, questa volta, darà ai team più margine per completare l'assemblaggio delle nuove monoposto, rispetto al vecchio programma di girare al Montmelò a inizio marzo.

Come spiegato da Autosport, si è anche discusso di effettuare le prove nella settimana precedente al GP: la maggioranza delle squadre era d'accordo, anche per risparmiare sui pernottamenti, ma ad opporsi è stata la McLaren che, dovendo affrontare il passaggio dal motore Renault a quello Mercedes, preferisce disporre di più tempo per risolvere eventuali problemi emersi in pista.

Meglio anche per Liberty Media, pare, probabilmente per ragioni di copertura mediatica: test e gara distanti due settimane porteranno l'attenzione sulla F1 in anticipo e su un arco di tempo più distribuito.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone