formula 1

La F1 piange Tambay, da
tempo malato di Parkinson

Se ne è andato, in silenzio, Patrick Tambay. Da tempo il 73enne pilota francese nato il 25 giugno 1949 a Parigi, soffriva di ...

Leggi »
World Endurance

Villeneuve ha provato la Vanwall LMH
a Montmelò, obiettivo Le Mans 2023?

Michele Montesano La voglia di rimettersi costantemente in discussione non è mai mancata a Jacques Villeneuve. Dopo aver vi...

Leggi »
FIA Formula 3

Fornaroli nuovo pilota Trident
Nel 2022 miglior rookie Alpine

Leonardo Fornaroli è il secondo pilota italiano dopo Gabriele Minì che parteciperà al campionato di F3. Il 18enne piacentino ...

Leggi »
formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
27 Giu [13:16]

GT Masters, Zandvoort
Doppietta Lamborghini Emil Frey Racing

Michele Montesano

Doppio trionfo per l’Emil Frey Racing nell’ADAC GT Masters. Il team elvetico, alla sua prima stagione nel campionato tedesco, ha monopolizzato l’intero weekend di Zandvoort. Infatti le Lamborghini Huracan GT3 non solo hanno conquistato entrambe le gare, ma sono state anche le più veloci nelle qualifiche. A salire sul gradino più alto del podio sono stati Mick Wishofer e Konsta Lappalainen, nella manche bagnata del sabato, e Albert Costa e Jack Aitken nella gara domenicale. Nonostante non sia riuscito a prendere il via nella seconda frazione, Jusuf Owega ha conquistato la leadership di campionato seppur in coabitazione con Ayhancan Güven e Christian Engelhart.



Una strategia perfetta e un’esecuzione altrettanto efficace hanno permesso a Wishofer e Lappalainen di conquistare la vittoria di gara 1. Con un tracciato reso umido dalla pioggia caduta in precedenza, diversi piloti hanno azzardato montando le gomme slick. Non è andata bene a Jan Marschalkowski che, nel giro di formazione, ha perso il controllo della sua Mercedes AMG andando a sbattere contro i guardrail. La partenza posticipata ha visto il poleman Wishofer perdere la prima posizione in favore di Ezequiel Perez-Companc partito con le rain. La strategia dell’argentino però non si è rivelata efficace ritrovandosi in difficoltà già dopo pochi giri. L’alfiere Lamborghini ha così ripreso la leadership fino al cambio piloti quando Lappalainen ha portato al traguardo la Huracan.

Grazie ad un’ottima strategia Dennis Marschall e Kim-Luis Schramm, partiti dall’ottava piazzola, hanno conquistato la seconda posizione. A completare il podio l’altra Audi R8 di Norbert Siedler e Simon Reicher. Con il quarto posto Owega, affiancato nuovamente da Ricardo Feller, ha ottenuto il comando della classifica generale. Prova consistente per gli alfieri del T3 Motorsport Marco Mapelli e Maximilian Paul, settimi al traguardo davanti gli esperti Franck Pereira e Arthur Rougier. Gara da dimenticare per le Mercedes, solamente quattordicesima la AMG di Raffaele Marciello in coppia con il campione italiano GT Lorenzo Ferrari. È andata peggio al team Schubert con entrambe le BMW M4 costrette ai box.



All-in sulle dune olandesi per l’Emil Frey Racing che in gara 2 ha ottenuto una vittoria flag to flag. Autore della pole, Aitken ha mantenuto saldamente il comando delle operazioni nel suo stint. L’ex F1 Williams ha poi ceduto il volante della Lamborghini a Costa che ha portato a termine la missione. Mattia Drudi e Thierry Vermeulen hanno cancellato nel migliore dei modi il sedicesimo posto della prima manche. L’italiano del Car Collection ha condotto magistralmente le operazioni al via, balzando dal quarto al secondo posto, per poi lasciare al pilota di casa gli onori della bandiera a scacchi. Vermeulen, figlio del manager di Max Verstappen, ha così conquistato il suo primo podio nell’ADAC GT Masters.

Finale amaro per Güven e Engelhart. Il tedesco occupava il terzo posto quando, a pochi chilometri dal traguardo, la Porsche ha accusato problemi al cambio. L’equipaggio del team Joos è così scivolato all’ottavo posto perdendo l’occasione di salire al comando della classifica generale. A ereditare il gradino più basso del podio è stata l’altra Lamborghini griffata Emil Frey Racing di Rougier e Perera. Miglior risultato stagionale per Christoper Mies e Tim Zimmermann quarti al volante dell’Audi del Montaplast. Un contatto fra Florian Spengler e Ferrari ha costretto l’italiano a concludere al sedicesimo posto il suo weekend d’esordio nel GT tedesco.

Sabato 25 giugno 2022, gara 1

1 - Wishofer/Lappalainen (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 37 giri - 1h01'44"206
2 - Schramm/Marschall (Audi R8 LMS) - Rutronik - 1"300
3 - Reicher/Siedler (Audi R8 LMS) - Eastalent - 1"793
4 - J.Owega/Feller (Audi R8 LMS) - Montaplas - 4"469
5 - Fittje/Evans (Porsche 911) - ID Racing - 6"439
6 - Engelhart/Güven (Porsche 911) - Joos - 7"517
7 - Paul/Mapelli (Lamborghini Huracan) - T3 Motorsport - 8"142
8 - Perera/Rougier (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 8"723
9 - Zimmermann/Mies (Audi R8 LMS) - Montaplas - 9"062
10 - Engstler/Niederhauser (Audi R8 LMS) - Rutronik - 24"763
11 - Sturm/Müller (Porsche 911) - Allied - 26"176
12 - Aitken/Costa (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 26"729
13 - S.Owega/Haase (Audi R8 LMS) - Montaplas - 33"310
14 - Ferrari/Marciello (Mercedes AMG) - Landgraf - 36"995
15 - Götz/Perez Companc (Mercedes AMG) - Madpanda - 1'25"442
16 - Vermeulen/Drudi (Audi R8 LMS) - Car Collection - 1 giro
17 - Bird/Seppänen (Mercedes AMG) - Landgraf - 1 giro
18 - Green/Krütten (BMW M4) - Schubert - 7 giri
19 - Krohn/Catsburg (BMW M4) - Schubert - 8 giri
20 - Spengler/Winkelhock (Audi R8 LMS) - Car Collection - 9 giri

Giro più veloce: Christopher Mies 1'34"864

Ritirati
Krohn/Catsburg (BMW M4) - Schubert

Non partiti
Marschalkowski/Juncadella (Mercedes AMG) - AMG

Domenica 26 giugno 2022, gara 2

1 - Aitken/Costa (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 38 giri - 1h02'03"858
2 - Vermeulen/Drudi (Audi R8 LMS) - Car Collection - 1"075
3 - Perera/Rougier (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 4"800
4 - Zimmermann/Mies (Audi R8 LMS) - Montaplas - 6"203
5 - Sturm/Müller (Porsche 911) - Allied - 23"730
6 - Schramm/Marschall (Audi R8 LMS) - Rutronik - 28"948
7 - Schiller/Gounon (Mercedes AMG) - ZVO - 29"828
8 - Engelhart/Güven (Porsche 911) - Joos - 30"035
9 - Bird/Seppänen (Mercedes AMG) - Landgraf - 30"051
10 - Reicher/Siedler (Audi R8 LMS) - Eastalent - 38"583
11 - Green/Krütten (BMW M4) - Schubert - 40"965
12 - Götz/Perez Companc (Mercedes AMG) - Madpanda - 44"343
13 - Fittje/Evans (Porsche 911) - ID Racing - 45"167
14 - Spengler/Winkelhock (Audi R8 LMS) - Car Collection - 46"348
15 - S.Owega/Haase (Audi R8 LMS) - Montaplas - 1'28"488
16 - Ferrari/Marciello (Mercedes AMG) - Landgraf - 1 giro
17 - Marschalkowski/Juncadella (Mercedes AMG) - AMG - 1 giro
18 - Engstler/Niederhauser (Audi R8 LMS) - Rutronik - 2 giri
19 - Wishofer/Lappalainen (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 2 giri
20 - Paul/Mapelli (Lamborghini Huracan) - T3 Motorsport - 6 giri

Giro più veloce: Jack Aitken 1'34"715

Ritirati
Vermeulen/Drudi (Audi R8 LMS) - Car Collection

Non partiti
J.Owega/Feller (Audi R8 LMS) - Montaplas

Il campionato
1.J.Owega 70 punti; 2.Engelhart/Güven 70; 3.Green/Krütten 65; 4.Aitken/Costa 61; 5.Marciello 58; 6.Perera/Rougier 57; 7.Schramm/Marschall 57; 8.Aberdein 56; 9.Krohn/Catsburg 55; 10.Feller 50.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone