formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
4 Mar [17:14]

Sakhir - Qualifica
Verstappen e Perez in prima fila

Massimo Costa - XPB Images

E alla fine Red Bull-Honda fu. Maz Verstappen ha conquistato la prima pole del 2023, la 21esima in carriera, battendo un combattivo Sergio Perez. I due piloti Red Bull sono stati gli unici a scendere sotto il muro dell'1'30", con Verstappen autore del miglior crono in 1'29"708 e il messicano secondo in 1'29"846, una differenza di 138 millesimi. Nel primo tentativo, l'olandese aveva chiuso in 1'29"897, Perez in 1'30"131, risultando più rapido del compagno di squadra soltanto nel primo settore del secondo "push". Un dominio quello di Verstappen che ha confermato i pronostici della vigilia.

Se la prima fila è tutta Red Bull, la seconda fila si tinge del rosso Ferrari. Charles Leclerc è stato subito veloce nella prima uscita battendo Verstappen nel secondo settore (38"614 contro 38"645) e chiudendo in 1'30"000. Poi, a sorpresa, il pilota monegasco è sceso dalla sua monoposto avendo preso la decisione, in accordo con il team principal Frederic Vasseur e il suo ingegnere, di sacrificare l'assalto alla pole per avere un treno di gomme soft in più per la gara. Scelta tradizionale invece, per Carlos Sainz, quarto alla fine in 1'30"154 dopo che nel primo tentativo aveva ottenuto 1'30"361.

La tanto attesa Aston Martin-Mercedes è rimasta al vertice, ma non ha lottato per la pole. Fernando Alonso, come Leclerc, ha optato per un solo "push" per tenere in borsa quattro gomme soft nuove e commettendo due piccoli errori. Lo spagnolo ha terminato quinto in 1'30"336 mentre Lance Stroll ha realizzato l'ottavo tempo in 1'30"836, ma con due tentativi all'attivo. L'Aston Martin esce dalla qualifica come terza forza, come aveva avvisato l'ingegner Luca Furbatto. Per loro la soddisfazione di aver messo dietro le due Mercedes con George Russell sesto in 1'30"340 e Lewis Hamilton settimo in 1'30"384. Anche il team diretto da Toto Wolff ha optato per tenere da parte un set di pneumatici per la gara. Ma lo stesso Wolff è piuttosto preoccupato per il divario che separa i suoi piloti dai rivali della Red Bull.

Nella Q3 è riuscito a entrare Esteban Ocon con l'Alpine-Renault, nono alla bandiera a scacchi. Male invece il neo arrivato nel team del costruttore francese, Pierre Gasly, che non ha superato il Q1 e poi si è visto anche cancellare il tempo per track limits ritrovandosi così ultimo. Decimo un incredibile Nico Hulkenberg con la Haas-Ferrari. Un gran rientro in F1 per il tedesco anche se il suo unico crono nel Q3 è stato cancellato per track limits. Hulkenberg ha suonato la sveglia a Kevin Magnussen, rimasto intrappolato nel Q1.

In crisi, come si era visto nei test e nel corso delle prove libere, la McLaren-Mercedes. Lando Norris è 11esimo, il debuttante Oscar Piastri è rimasto subito escluso nel Q1 rimediando in quella sessione un divario di mezzo secondo dal compagno di squadra. L'anno di stop si è fatto sentire per il giovane australiano. Dopo Norris, ecco le due Sauber Alfa Romeo-Ferrari con l'ottimo Guan Yu Zhou che ha fatto meglio di Valtteri Bottas, poi l'Alpha Tauri-Honda di Yuki Tsunoda.

Ha deluso il secondo pilota Alpha Tauri, Nyck De Vries, fuori nel Q1 e penultimo con un divario da Tsunoda in tale frazione di ben 7 decimi. Alexander Albon ha superato il Q1 con la Williams-Mercedes, ma ha commesso un errore nel suo giro decisivo del Q2. Ha lottato bene il suo compagno Logan Sargeant, che nel Q1 ha segnato lo stesso tempo di Norris, ma è risultato 16esimo e quindi primo degli esclusi dal Q2 perché l'inglese della McLaren aveva realizzato quell'1'31"652 prima dell'americano.

Sabato 4 marzo 2023, qualifica

1 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'29"708 - Q3
2 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'29"846 - Q3
3 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'30"000 - Q3
4 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'30"154 - Q3
5 - Fernando Alonso (Aston Martin-Mercedes) - 1'30"336 - Q3
6 - George Russell (Mercedes) - 1'30"340 - Q3
7 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'30"384 - Q3
8 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'30"836 - Q3
9 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'30"984 - Q3
10 - Nico Hulkenberg (Haas-Ferrari) - no time - Q3
11 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1'31"381 - Q2
12 - Valtteri Bottas (Sauber-Ferrari) - 1'31"443 - Q2
13 - Guan Yu Zhou (Sauber-Ferrari) - 1'31"473 - Q2
14 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'32"510 - Q2
15 - Alexander Albon (Williams-Mercedes) - no time - Q2
16 - Logan Sargeant (Williams-Mercedes) - 1'31"652 - Q1
17 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'31"892 - Q1
18 - Oscar Piastri (McLaren-Mercedes) - 1'32"101 - Q1
19 - Nyck De Vries (Alpha Tauri-Honda) - 1'32"121 - Q1
20 - Pierre Gasly (Alpine-Renault) - 1'32"181 - Q1