formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
5 Mar [18:00]

Red Bull imprendibile per tutti
Aston Martin seconda forza, Ferrari male

Massimo Costa - XPB Images

E' una Red Bull-Honda impietosa con i suoi avversari. Perfetta nella gestione gomme, qualsiasi mescola sia adottata, la RB19 è una monoposto che non sembra avere rivali dopo la prima prova del mondiale sul circuito di Sakhir. Max Verstappen ha letteralmente dominato i 57 giri in programma, Sergio Perez per via di una partenza a rilento è subito stato superato da Charles Leclerc ed ha dovuto faticare per riprendersi il secondo posto. Ma quando è riuscito a superare la Ferrari del monegasco, ha avuto vita facile. Dire in un campionato lungo 23 corse che il discorso iridato è già chiuso appare folle, ma al momento non si vedono all'orizzonte vetture in grado di infastidire il progetto di Adrian Newey.

E la Ferrari? Male, malissimo. Nei test pre campionato era emersa la difficoltà nell'avere un buon passo gara, benché veloce sul giro secco come mostrato nella qualifica di sabato, e questa problematica si è evidenziata nel GP odierno. Leclerc ha fatto la differenza e ci ha provato in tutte le maniere a tenersi dietro Perez, ma quando ha dovuto alzare bandiera bianca, ci ha pensato la SF-23 a tradirlo. Improvvisamente il motore si è spento e per lui la gara si è conclusa in anticipo.

Carlos Sainz è sempre rimasto lontano da Leclerc, a lungo quarto ne ha ereditato il terzo posto, ma non è riuscito a contenere la forza della Aston Martin-Mercedes guidata da uno strepitoso Fernando Alonso. Il 41enne due volte campione del mondo si è preso il terzo gradino del podio dopo aver vinto splendidi duelli con Lewis Hamilton e con lo stesso Sainz. Il team principal Ferrari Frederic Vasseur si è trovato tra le mani questo progetto della SF-23 figlio dell'ex Mattia Binotto, raddrizzarla sarà piuttosto complicato.

Fantastica, come detto, l'Aston Martin del patron Lawrence Stroll. La AMR23 è nata bene e lo si era visto nei test pre stagione. In qualifica, il quinto posto di Alonso era frutto di un paio di errori dello spagnolo, che però si è ampiamente rifatto in gara. Bravo anche Lance Stroll, che dopo aver saltato i test per la frattura al polso, in condizioni fisiche non certo perfette ha conquistato la sesta posizione. Ha faticato la Mercedes, quinta con un generoso Lewis Hamilton che ha messo in ombra George Russell, appena settimo. Anche per il team principal Mercedes Toto Wolff, come per Vasseur, le prossime settimane non saranno semplici...

Belle le gare di Valtteri Bottas con la Sauber-Ferrari, emerso sulla distanza, di Pierre Gasly con l'Alpine-Renault (nono da ventesimo in partenza) e di Alexander Albon con una Williams-Mercedes che è parsa decisamente competitiva dopo le difficoltà mostrate nei test. In crisi nera la McLaren-Mercedes, che pareva quella motorizzata Honda tanti anni fa.

A un soffio dalla zona punti un combattivo Yuki Tsunoda con l'Alpha Tauri-Honda il quale ha preceduto un bravissimo Logan Sargeant, 12esimo al debutto in F1 con la Williams-Mercedes. Sotto le aspettative la Haas-Ferrari, che dopo il guizzo di Nico Hulkenberg in qualifica (entrato in Q3) si pensava potesse lottare per qualche punto. Giornata storta per Esteban Ocon in versione Paperino, che in una gara ha preso ben tre penalità, due per colpa sua, una del team.

Domenica 5 marzo 2023, gara

1 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 57 giri
2 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 11"987
3 - Fernando Alonso (Aston Martin-Mercedes) - 38"637
4 - Carlos Sainz (Ferrari) - 48"052
5 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 50"977
6 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 54"502
7 - George Russell (Mercedes) - 55"873
8 - Valtteri Bottas (Sauber-Ferrari) - 1'12"647
9 - Pierre Gasly (Alpine-Renault) - 1'13"753
10 - Alexander Albon (Williams-Mercedes) - 1'29"774
11 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'30"870
12 - Logan Sargeant (Williams-Mercedes) - 1 giro
13 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1 giro
14 - Nyck De Vries (Alpha Tauri-Honda) - 1 giro
15 - Nico Hulkenberg (Haas-Ferrari) - 1 giro
16 - Guan Yu Zhou (Sauber-Ferrari) - 1 giro
17 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 2 giri

Ritirati
Esteban Ocon
Charles Leclerc
Oscar Piastri

Il campionato piloti
1.Verstappen 25; 2.Perez 18; 3.Alonso 15; 4.Sainz 12; 5.Hamilton 10; 6.Stroll 8; 7.Russell 6; 8.Bottas 4; 9.Gasly 2; 10.Albon 1.

Il campionato costruttori
1.Red Bull-Honda 43; 2.Aston Martin-Mercedes 23; 3.Mercedes 16; 4.Ferrari 12; 5.Sauber-Ferrari 4; 6.Alpine-Renault 2; 7.Williams-Mercedes 1.