World Endurance

Imola – Qualifica
Pole di Fuoco nella tripletta Ferrari

Da Imola - Michele Montesano La Ferrari ha infiammato Imola. Nelle qualifiche del FIA WEC il Cavallino Rampante ha monopolizz...

Leggi »
Rally

Rally di Croazia – 2° giorno
Neuville respinge gli attacchi di Evans

Michele Montesano Definito “The asphalt challenge” quello della Croazia si è rivelato, finora, il rally più combattuto della ...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Qualifica
Dominio Red Bull, Verstappen in pole

La gara Sprint aveva lasciato intuire che la qualifica per il Gran Premio sarebbe stata a senso unico, quello della Red Bull-...

Leggi »
formula 1

Alonso, inutile penalità
per il contatto con Sainz

Avevamo scritto nel precedente articolo riferito alla gara Sprint, che i commissari sportivi non erano intervenuti per dirime...

Leggi »
World Endurance

Peugeot debutta con la nuova 9X8 LMH
Jansonne: “La pista ci darà il verdetto”

Da Imola - Michele Montesano Peugeot è legata a un doppio filo con l’Italia nel FIA WEC. Se a Monza, quasi due anni fa, la C...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Gara Sprint
Verstappen di rimonta, poi Hamilton
Bagarre tra Sainz e Leclerc

E alla fine vince sempre lui. Max Verstappen, da quarto a primo nella prima gara Sprint del 2024. Pista asciutta ed ecco che ...

Leggi »
25 Giu [13:32]

Sprint a Monza, gara 1
Trionfo della BMW

Foto Speedy

Ha già i primi due vincitori il 2° appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint in corso all’autodromo di Monza. Nella gara riservata alla classe GT3 ad imporsi sono stati Bruno Spengler e Jens Klingmann (BMW M4 Gt3-BMW Italia-Ceccato Racing Team) davanti a Marco Butti (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) e ai compagni di squadra Tamburini-De Luca, mentre nella gara che ha visto protagoniste le vetture della classe GT Cup sul gradino più alto del podio sono saliti Colavita-Maggi (Ferrari 488 Challenge Evo-Double TT Racing), che hanno preceduto Demarchi-Patrinicola (Ferrari 488 Challenge Evo-Best Lap) e Fabi-Riva (Lamborghini Huracan ST-DL Racing).

GT3
Gara-1 è stato un autentico trionfo per i colori BMW, con due equipaggi sul podio al termine di una gara combattuta e caratterizzata dall’ingresso di una safety car. Il successo di Spengler-Klingann è maturato sin dal via con una fantastica partenza del pilota canadese che dalla seconda fila si è portato subito al comando davanti a Butti, Petrov e Mazzola. Al cambio pilota Klingmann si è confermato al comando davanti a Butti e al compagno di squadra De Luca, avviandosi alla conquista della prima vittoria stagionale nonostante l’ingresso della safety car resasi necessaria per l’uscita di Nurmi.

Al restart il portacolori BMW, grazie alla bagarre che si è accesa alle sue spalle, ha subito allungato sugli inseguitori andando a vincere davanti a Marco Butti. Il 18enne pilota di Audi Sport Italia ha disputato da solo una gara straordinaria, lottando ad armi pari con i più quotati avversari, chiudendo davanti al secondo equipaggio BMW, De Luca-Tamburini. Il giovane pilota mantovano è stato bravissimo nel primo stint a tenersi a contatto con i primi, lasciando poi la vettura al suo coequipier che ha avuto il suo bel da fare nelle fasi finali per resistere al duello con Coluccio, conquistando per i colori BMW anche un primo posto tra gli equipaggi PRO-AM.

Ai piedi del podio hanno concluso Coluccio-Mazzola, secondi della PRO-AM, risaliti con la Ferrari 488 GT3 Evo 2020 della Best Lap dalla settima posizione di partenza, davanti a Liberati-Michelotto, anche loro grandi protagonisti di una bella rimonta dopo essere partiti dall’ultima fila dello schieramento per un problema tecnico riscontrato nella prima sessione di prove ufficiali, che hanno chiuso la gara davanti ai compagni di squadra Llarena-Moulin e Denes-Gvazava (Lamborghini Huracan GT3-Imperiale Racing), terzi della PRO-AM.

La top ten è completata dall’ottavo posto di Kelstrup-Sandrucci (Mercedes AMG GT3-Antonelli Motorsport), dal nono di Greco-Gnos (Honda NSX GT3-Nova Race), penalizzati da un’incolpevole uscita sulla ghiaia nelle prime battute del pilota piemontese, e dal decimo di Ciglia-Fascicolo (Lamborghini Huracan GT3-Imperiale Racing), primi della GT3 AM davanti a Magnoni-Bodellini (Honda NSX GT3-Nova Race) e Marco Pulcini (Ferrari 488 GT3 Evo 2020-AF Corse) Tanta sfortuna, invece, per il poleman Stuart White (Ferrari 488 GT3 Evo 2020-AF Corse), scivolato subito nelle retrovie in seguito ad un contatto subito nelle prime battute di gara e poi ritiratosi per un conseguente problema tecnico.

GT Cup
E’ stata una gara difficile e movimentata quella riservata alle vetture in configurazione monomarca e caratterizzata dall’ingresso di ben tre safety car. La bagarre è iniziata sin dalle prime battute con un violento contatto che alla Roggia ha coinvolto le vetture di Zanardini, Romani, Baccani e Ferri.

La gara è stata neutralizzata fino al settimo passaggio, quando all’uscita della safety car il poleman Colavita si è confermato al comando davanti a Biagi e Pera, che hanno inscenato un bel duello protrattosi per diversi giri, seguiti da Demarchi, Scarpetta e Fabi. I cambi pilota sembravano aver regolarizzato le fasi di gara, con Maggi, succeduto a Colavita, al comando davanti a Del Col, subentrato a Biagi, e Riva che aveva preso la vettura da Fabi, ma una seconda safety car si rendeva necessaria per l’uscita di pista di Zanon.

Al nuovo restart Patrinicola, succeduto a Demarchi, si portava in seconda posizione, ma una terza safety car, che neutralizzava nuovamente la gara per l’incidente tra Di Giusto, Prandi e Del Col, chiudeva ogni velleità agonistica accompagnando i piloti fin sotto alla bandiera a scacchi, che sanciva la vittoria di Colavita-Maggi davanti a Demarchi-Patrinicola e Fabi-Riva, questi ultimi primi della GT Cup AM con la Huracan ST del DL Racing. In questa sottoclasse sul secondo gradino del podio sono saliti Nicoli-Scarpetta (Ferrari 488 Challenge-Best Lap) e Croccolino-Luvisi (Porsche 991 GT3 Cup-GDL Racing).