formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
17 Feb [19:27]

Lazarus entra in GP2 - Quattro i team italiani
Gonzalez e Crestani i probabili piloti

Nuovo ingresso per un team italiano nella GP2. Ai già presenti Coloni, Rapax e Trident, si aggiunge una quarta compagine tricolore alle squadre partecipanti alla serie propedeutica alla Formula 1: il team Lazarus di Tancredi Pagiaro. La squadra veneta, che già in passato aveva lavorato come Minardi GP Racing e DPR, approda ora con il nuovo nome della compagine che negli ultimi anni si è contraddistinta nelle gare di Auto GP, collezionando importanti risultati con Fabio Onidi e Fabrizio Crestani. L’equipe italiana si avvarrà della partnership del Venezuela GP, rilevando così le vetture della SuperNova, che già da tempo ormai aveva annunciato la propria uscita dalla serie. I piloti potrebbero essere Fabrizio Crestani e Rodolfo Gonzalez.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone