16 Apr [12:16]

Settimana di proteste in Bahrain
La FOM ci ripensa, giovedì la decisione

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Non l'hanno presa bene in Bahrain. La decisione della FIA e della FOM di far disputare il Gran Premio sul circuito di Al Sakhir, nonostante la mancanza dei diritti umani che da 12 mesi colpiscono la popolazione del piccolo Paese degli Emirati, ha scatenato le ire dei locali. Al-Wefaq, forza di opposizione sciita al governo dei regnanti Al Khalifa, che sono sunniti, hanno annunciato che da oggi fino a domenica si terranno manifestazioni. In particolare nella zona dell'aeroporto, per dare il "benvenuto" al mondo della F.1. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Sono state escluse, per il momento, dalle forze di opposizione, proteste nei pressi del circuito. Ma un altro gruppo, chiamato Rivoluzione del 14 febbraio, intende dare vita a Tre giorni di collera per non dimenticare le 45 vittime causate dalla repressione governativa. Ma lo sviluppo più clamoroso riguarda la FOM, che sembra ci stia ripensando. Secondo la Gazzetta, il GP del Bahrain potrebbe venire cancellato all'ultimo momento. Una decisione sarà presa soltanto giovedì.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone