Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
World Endurance

Test ad Alcaniz per la Peugeot 9X8
Il team salterà la 1000 Miglia di Sebring

Michele Montesano Continua senza sosta la tabella di marcia per il ritorno nel FIA WEC da parte di Peugeot Sport. Il team s...

Leggi »
altre

Adria sotto sequestro
Buco di 53 milioni di euro

Il paddock dell'area karting era strapieno, come sempre quando si è alla vigilia del primo evento internazionale organizz...

Leggi »
formula 1

La F1 pensa all'obbligo vaccinale:
non ci saranno casi simil Djokovic

Il caso di Novak Djokovic ha dominato la scena del dibattito internazionale, non solo sportivo. Il tennista serbo, numero 1 a...

Leggi »
Rally

Oreca obiettivo Dakar 2023 con l’ibrido
Allo studio anche un motore a idrogeno

Michele Montesano La quarantaquattresima edizione della Dakar è appena andata in archivio, ma Oreca punta lo sguardo già al...

Leggi »
7 Apr [0:14]

TEST A LE CASTELLET
Speed regala il n.1 alla Isport
Pantano quasi sicuro alla Super Nova

La terza e ultima giornata di prove a Le Castellet è servita per assegnare i numeri di gara ai team della Formula GP2. Per la distribuzione, è stata istituita una vera sessione di qualifica divisa in due turni di trenta minuti. Ogni team ha schierato un pilota per sessione che poteva disporre di due treni di gomme per fare il tempo. Al termine, la "pole" l'ha ottenuta Scott Speed che così ha regalato alla Isport i numeri 1 e 2. L'americano, che è il meno esperto della categoria arrivando dalla F.Renault 2000 europea e tedesca, si è confermato una volta di più come l'uomo rivelazione della GP2. Speed ha fermato i cronometri sul tempo di 1'19"414 battendo Nelson Piquet del team Hitech/Piquet, che riceverà i numeri 3 e 4. Positiva la prova di Ernesto Viso che ha portato la BCN al terzo posto assoluto (numeri 5 e 6) mentre Giorgio Pantano ha segnato il quarto tempo con la Super Nova (numeri 7 e 8). Ottavo crono per Gianmaria Bruni della Coloni mentre la Durango è risultata ultima con Clivio Piccione. In crisi anche la Arden, penultima dopo che Nicolas Lapierre è finito fuori pista e Heikki Kovalainen è risultato più lento del previsto. Nella foto, Scott Speed.

I migliori tempi di ciascun team, mercoledì 6 aprile 2005

1 - Isport - Scott Speed - 1'19"414 - 2. sessione
2 - Hitech/Piquet - Nelson Piquet - 1'19"612 - 2. sessione
3 - BCN - Ernesto Viso - 1'19"726 - 2. sessione
4 - Super Nova - Giorgio Pantano - 1'19"947 - 2. sessione
5 - Nico Rosberg - ART - 1'19"979 - 1. sessione
6 - Olivier Pla - DPR - 1'20"042 - 2. sessione
7 - Jose Maria Lopez - Dams - 1'20"097 - 2. sessione
8 - Gianmaria Bruni - Coloni - 1'20"138 - 2. sessione
9 - Borja Garcia - Racing Engineering - 1'20"200 - 1. sessione
10 - Juan Cruz Alvarez - Campos - 1'20"203 - 1. sessione
11 - Heikki Kovalainen - Arden - 1'20"271 - 2. sessione
12 - Clivio Piccione - Durango - 1'20"640 - 2. sessione

I numeri assegnati

1-2: Isport
3-4: Hitech/Piquet
5-6: BCN
7-8: Super Nova
9-10: ART
11-12: DPR
14-15: Dams
16-17: Coloni
18-19: Racing Engineering
20-21: Campos
22-23: Arden
24-25: Durango

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone