FIA Formula 2

Spielberg - Qualifica
Tsunoda, pole a casa Red Bull

Jacopo Rubino - XPB Images

Al secondo tentativo, Yuki Tsunoda festeggia la sua prima pole-positio...

Leggi »
Mondiale Rally

Millener: "Inutile
provare in Finlandia"

Mattia Tremolada

Mentre Hyundai e Toyota sono già tornate in azione per una serie di test privati, M-Sport ...

Leggi »
14 Mar [11:24]

Addio a Patrick Nève

Alfredo Filippone

Si è spento durante il weekend, a 67 anni, Patrick Nève, l’ex-pilota belga di F.1. Nato a Liegi nel 1949 e rampollo di una nobile famiglia, i Nève de Mévergnies, che non assecondò mai i suoi propositi di diventare pilota, Nève affrontò una dura gavetta, illustrandosi in F.Ford (campione inglese nel 1974), in F.3 (4° nell’Europeo 1975) e in F.2 prima di approdare in F.1, con l’etichetta di potenziale erede di Jacky Ickx. Bravo anche a trovare sponsor, debuttò nel GP del Belgio 1976 con una Brabham RAM e poi disputò anche il GP di Francia con una Ensign.

Nel 1977, corse gli otto GP europei per l’appena creata Williams Grand Prix, con la March coi bei colori della birra Belle-Vue. In un anno in cui i privati erano legione, se la cavò egregiamente, ottenendo a Monza il miglior risultato (7°). Ma la sua avventura in F.1 finì lì, anche perché la Williams aveva trovato i petrodollari sauditi, diventando un top team. Nève continuò a correre in F.2, Turismo ed endurance sino ai primi anni ’90, ritirandosi dopo la morte del fratello Guy nel 1992 in una gara di Turismo a Chimay. Da allora conduceva vita privata, peraltro non tranquillissima per via di varie vicissitudini personali e negli affari. Ci lascia il ricordo di una persona socievole e di un buon pilota, che forse avrebbe meritato di più.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone