formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
6 Feb [12:34]

Arrivano i punti per la Super Licenza
Ben 10 sono per la vincitrice finale

Massimo Costa

Abbiamo riflettuto un attimo prima di scrivere questo articolo. E sì, perché la decisione della FIA, che troviamo assolutamente e unicamente politica, di introdurre l'assegnazione dei punti Super Licenza FIA nella F1 Academy, con ben 10 punti che saranno consegnati alla vincitrice del campionato, quando con 40 si ottengono i requisiti per ricevere la patente F1, ci paiono una esagerazione, una forzatura evidente.

La volontà della FIA e di Liberty Media di avere al più presto una ragazza nel Mondiale F1 è fortissima, ma prima di prendere certe decisioni, i responsabili dovrebbero guardarsi attorno e viene da chiedersi se abbiano mai osservato le gare della categoria, se abbiano mai verificato le carriere delle protagoniste della F1 Academy. 

Ora, gli sforzi che si stanno facendo per allevare ragazze promettenti sono notevoli e meritevoli, ma come già abbiamo scritto in occasione della W Series, non è rinchiudendo le pilotesse in un recinto che le si fa crescere. Il livello è molto basso e lo dimostra il fatto che ogni qualvolta una di queste ragazze si cimenta in un campionato nazionale di F4 o Regional, occupa fissa le ultime file. Vedi Lena Buhler, seconda nella F1 Academy 2023.

Maya Weug è stata l'eccezione, risultando brava e veloce, e guarda caso è cresciuta nella F4 Italia per due anni disputando poi una stagione nella Regional European by Alpine ottenendo punti in sei occasioni con una squadra di seconda fascia. La spagnola del Ferrari Driver Academy però, viene ora retrocessa nella F1 Academy anziché farle affrontare un secondo anno nella Regional europea con un team competitivo.

Si dice che non ci sia il budget per permetterle di disputare la Regional a un certo livello. Ecco allora che davanti al portafoglio cade il castello delle buone intenzioni rivolte alle ragazze pilota. FDA crede nella Weug o no? Nella F1 Academy sicuramente otterrà eccellenti risultati, poi che si farà? Tornerà in Regional avendo perso un anno non potendosi confrontare con i migliori, però avrà i primi punti della Super Licenza. Se questo è lo scopo...

Se pensiamo che ai vincitori dei super competitivi campionati nazionali di F4 vengono assegnati 12 punti e alla F1 Academy la campionessa ne otterrà 10, se la logica ha un senso, per le categorie di F4 italiana, spagnola, francese, inglese, andrebbero assegnati 20 punti... 10 punti li merita il campione della bella serie britannica GB3 che viene assurdamente paragonata alla F1 Academy.

Tornando allo specifico, la F1 Academy offrirà 7 punti alla seconda classificata, 5 alla terza, 3 alla quarta e 1 alla quinta.

Altre novità sono rappresentate dalla possiblità che i team presenti nella serie possano schierare una quarta vettura per una pilotessa della nazione in cui si disputa l'evento. Inoltre, le ragazze non potranno partecipare a più di due campionati di F1 Academy. Questa nuova regola è certamente positiva perché si evitano "stagnazioni" nella serie, come accaduto per esempio con la W Series dove Jamie Chadwick , campionessa nel 2019, dopo le delusioni rimediate in categorie competitive, è tornata in W Series per aggiudicarsi il titolo anche nel 2021 e 2022...

E' nostra convinzione che per far crescere al meglio le ragazze all'interno del motorsport, esse debbano confrontarsi quotidianamente con i ragazzi nei migliori campionati esistenti. Una serie come la F1 Academy può essere necessaria per scremare il gruppo delle iscritte presenti, dopo di che le migliori cinque devono essere appoggiate con team creati appositamente, oppure essere inserite in team al top, nei campionati di F4 nazionale e se meritevoli, supportarle nei passi successivi. Tutto il resto è fanta motorsport.