formula 1

Hamilton e la penalità mal digerita:
ma era giusta, nonostante le accuse

Jacopo Rubino - XPB Images

"Stanno cercando di fermarmi", ha sostenuto a caldo Lewis...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans rimane calmo
"Il mio approccio non cambia"

Mattia Tremolada

Nonostante sia tornato in testa al mondiale con soli due appuntamenti al termine della ...

Leggi »
6 Ago [20:07]

Berlino 1 - Gara 2
Felix da Costa prende il largo

Jacopo Rubino

Antonio Felix da Costa è in stato di grazia a Berlino: per lui vittoria anche in gara 2, la terza consecutiva contando quella pre-lockdown a Marrakech, e il titolo di Formula E 2019-2020 comincia a farsi davvero vicino. Il portacolori DS Techeetah come ieri ha viaggiato al comando dall'inizio fino alla bandiera a scacchi, mostrando di avere il pieno controllo della situazione. Solo attivando il suo secondo Attack Mode il portoghese è stato affiancato pericolosamente da Sebastien Buemi, che si era avvicinato sfruttando due brevi fasi di full course yellow, ma nell'ultimo terzo di corsa Felix da Costa ha ricominciato ad allungare. La domanda è d'obbligo: qualcuno saprà fermarlo, quando dopodomani si tornerà a gareggiare nel senso di marcia tradizionale sul circuito dell'ex aeroporto di Tempelhof?

Felix da Costa ora vola a 125 punti in classifica, contro i 57 di Stoffel Vandoorne e Lucas Di Grassi che a pari merito diventano i principali inseguitori. Anche se il gap è davvero consistente. A secco Mitch Evans, solo 12°, così come Alexander Sims (20°, scattava ultimo) e l'altro portacolori BMW, Maximilian Gunther, ritirato dopo aver urtato le barriere.

Sul podio sono invece saliti gli ex campioni Buemi e Di Grassi, settimo in griglia ma capace di inserirsi con mestiere nella battaglia in zona podio. Lo svizzero della Nissan ha poi consolidato la seconda piazza, mentre il brasiliano ha proseguito il duello con l'Audi clienti di Robin Frijns, da cui si è difeso in ogni modo. L'olandese è rimasto quarto, subendo anche una toccata da Vandoorne che in rimonta si è unito nella lotta e ha sfruttato anche il fanboost per tentare un attacco. Il belga della Mercedes, quinto, ha siglato inoltre il best lap e ha realizzato la mossa più spettacolare di giornata, un doppio sorpasso a Sam Bird (poi 6°) e Oliver Rowland (7°).

Buon ottavo il nostro Edoardo Mortara, che ha avuto la meglio su André Lotterer e Jean-Eric Vergne. Il campione in carica non è riuscito a incidere come avrebbe sperato, anche per rifarsi dall'amaro epilogo di gara 1: a questo punto sembra costretto ad abdicare definitivamente, con il compagno Felix da Costa favorito per la successione al trono. Non senza qualche tensione emersa ieri via radio per la strategia seguita.

Peccato per Nyck De Vries, che poteva giocarsi un posto sul podio ma durante il giro 16 è stato fermato da un problema tecnico. L'alfiere Mercedes, in un "eccesso" di operosità che potrebbe essere sanzionato, è sceso dall'abitacolo per spingere la sua macchina verso una zona sicura, evitando così l'intervento della safety-car. Alex Lynn, sorprendente terzo nella Superpole pomeridiana, ha perso rapidamente terreno per viaggiare a centro gruppo con la Mahindra. Non ha raggiunto la bandiera a scacchi Felipe Massa, rimasto senza energia nelle ultime curve quando era 12°.

Aggiornamento: escluso D'Ambrosio
15esimo al traguardo, Jerome D'Ambrosio è stato escluso dall'ordine d'arrivo. Il pilota della Mahindra ha superato il limite di energia consentito: lo stesso provvedimento è stato preso ieri nei confronti di Maximilian Gunther e Sergio Sette Camara. Essendo D'Ambrosio giunto fuori dalla zona punti, nulla cambia in ottica campionato.

Giovedì 6 agosto 2020, gara 2

1 - Antonio Felix Da Costa (DS) - DS Techeetah - 38 giri 46'19.412
2 - Sébastien Buemi (Nissan) - Nissan e.dams - 3"090
3 - Lucas Di Grassi (Audi) - Audi Abt - 8"296
4 - Robin Frijns (Audi) - Virgin - 9"239
5 - Stoffel Vandoorne (Mercedes) - Mercedes - 9"695
6 - Sam Bird (Audi) - Virgin - 10"081
7 - Oliver Rowland (Nissan) - Nissan e.dams - 13"897
8 - Edoardo Mortara (Mercedes) - Venturi - 16"367
9 - André Lotterer (Porsche) - Porsche - 16"893
10 - Jean-Éric Vergne (DS) - DS Techeetah - 20"919
11 - Alexander Lynn (Mahindra) - Mahindra - 21"288
12 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 22"157
13 - René Rast (Audi) - Audi Abt - 22"631
14 - Nico Muller (Penske) - Dragon - 23"579
15 - Neel Jani (Porsche) - Porsche - 26"381
16 - Daniel Abt (NIO) - NIO - 35"424
17 - Sérgio Sette Camara (Penske) - Dragon - 35"727
18 - Oliver Turvey (NIO) - NIO - 36"356
19 - Alexander Sims (BMW) - BMW Andretti - 42"395
20 - James Calado (Jaguar) - Jaguar - 52"828

Giro più veloce: Stoffel Vandoorne 1'08"635

Ritirati
38° giro - Felipe Massa
28° giro - Maximilian Gunther
16° giro - Nyck De Vries

Squalificato
Jerome D'Ambrosio

Il campionato
1.Felix da Costa 125 punti; 2.Di Grassi 57; 3.Vandoorne 57; 4.Evans 56; 5.Bird 52; 6.Buemi 52; 7.Sims 48; 8.Lotterer 45; 9.Gunther 44; 10.Rowland 36

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone