Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
22 Giu [14:25]

Budapest - Gara 1
Secondo sigillo per Taponen,
Badoer ottimo secondo

Davide Attanasio - Dutch Photo Agency

Dall'inizio alla fine, senza alcuna remora, liscio come l'olio. Tuukka Taponen (R-Ace) ha gestito con autorevolezza la sua prima corsa con partenza dalla pole position, arrivata nel corso della prima qualifica del quarto appuntamento del Regional by Alpine sul circuito dell'Hungaroring, e ha vinto davanti a Brando Badoer (Van Amersfoort), giunto al secondo podio consecutivo, e a uno straordinario Rafael Camara (Prema), che di podi ne ha messi a segno sette (su sette).

Se si escludono le fasi finali, è stata una gara regolare più o meno per tutti i piloti, eccezion fatta per i ritiri del debuttante Yujia Gao (KIC), di Lena Buhler (ART) e del secondo posto di gara 2 a Spa Noah Stromsted (RPM). "Se si escludono le fasi finali" perché proprio negli ultimissimi minuti ci sono state una serie di situazioni degne di essere descritte.

Si sta parlando della lotta per il podio, con Badoer che, tentando l'attacco nei confronti di Zachary David (R-Ace), è stato spinto fuori dal pilota con licenza maltese. Nel prosieguo dell'azione, poche curve dopo, David è stato ancora una volta colpevole di aver spinto fuori pista l'italiano; secondo sul traguardo, è stato penalizzato di cinque secondi promuovendo Badoer, Camara e compagni di una posizione. In seguito, a questa penalità si sono aggiunti altri cinque secondi per una falsa partenza. 

Complici le scorrettezze di David, il pilota di Montebelluna si è ritrovato nelle grinfie dei colleghi alle sue spalle, assistendo a comportamenti discutibili da parte di Enzo Deligny (R-Ace) nei confronti di un Camara in grande rimonta, dopo che aveva sopravanzato Enzo Peugeot (Sainteloc) ed Evan Giltaire (ART) nelle prime fasi.

In sintesi, Deligny ha spinto il leader della classifica fuori pista prima di andare largo, perdendo terreno sui diretti avversari. Camara si è così fatto strada sullo stesso Enzo e su Alessandro Giusti (ART), autore di una prestazione pulita e senza macchia.

Alla fine della fiera, Rafael è riuscito a recuperare cinque piazze (penalità a David compresa), terminando terzo a pochi decimi da Badoer, mentre Deligny, quinto e preceduto da Giusti, è stato penalizzato con due penalità di cinque secondi per le scorrettezze di cui si è macchiato. Per questa ragione, Ruiqi Lui (Trident) è stato promosso in zona punti per la prima volta in questa stagione.

Camara, per l'ennesima volta, ha dimostrato di avere saldamente il controllo della situazione, forte di una superiorità apparsa alquanto evidente. Il vantaggio su Taponen è ora di 63 punti, più di un weekend di vantaggio.

Tornando all'ordine di arrivo, quinto posto per Giltaire, al quarto piazzamento nei punti su sette gare, seguito da Peugeot (cinque risultati a punti di fila) e dal duo Prema James Wharton-Ugo Ugochukwu, inframezzato da David, ottavo a precedere il vincitore dell'Euro 4 2023 che a sua volta ha preceduto Liu.

Tra gli altri, in ultima analisi, bella rimonta di Michael Belov (Trident), che ha recuperato undici posizioni terminando tredicesimo, mentre Pedro Clerot (Van Amersfoort) ha tamponato Matteo De Palo (Sainteloc) nel corso di una dei tanti duelli che li hanno coinvolti.

Sabato 22 giugno 2024, gara 1

1 - Tuukka Taponen - R-Ace - 19 giri in 32'30"547
2 - Brando Badoer - Van Amersfoort - 4"177
3 - Rafael Camara - Prema - 4"594
4 - Alessandro Giusti - ART - 5"288
5 - Evan Giltaire - ART - 8"051
6 - Enzo Peugeot - Sainteloc - 9"794
7 - James Wharton - Prema - 10"178
8 - Zachary David - R-Ace - 13"142 **
9 - Ugo Ugochukwu - Prema - 13"400
10 - Ruiqi Liu - Trident - 13"841
11 - Ivan Domingues - Van Amersfoort - 14"252
12 - Valerio Rinicella - MP Motorsport - 15"197
13 - Michael Belov - Trident - 15"522
14 - Nicola Lacorte - Trident - 16"215
15 - Enzo Deligny - R-Ace - 17"377 **
16 - Pedro Clerot - Van Amersfoort - 17"973
17 - Kanato Le - G4 Racing - 18"404
18 - Theophile Nael - Sainteloc - 19"234
19 - Nikhil Bohra - MP Motorsport - 20"687
20 - Giovanni Maschio - RPM - 25"360
21 - Romain Andriolo - G4 Racing - 25"823
22 - Marta Garcia - Iron Dames - 26"459
23 - Edgar Pierre - RPM - 28"035
24 - Alex Sawer - KIC - 28"794
25 - Yaroslav Veselaho - ART - 32"264
26 - Jesse Carrasquedo - G4 Racing - 33"299
27 - Nandhavud Bhirombhakdi - KIC - 36"212
28 - Isaac Barashi - MP Motorsport - 40"988
29 - Matteo De Palo - Sainteloc - 44"085

** 10" di penalità (due penalità distinte di cinque secondi)

Ritirati
Noah Stromsted
Yujia Gao
Lena Buhler

Il campionato
1.Camara 151 punti; 2.Taponen 88; 3.Badoer, Giusti 64; 5.Giltaire 53; 6.Stromsted 42; 7.Domingues, Deligny 37; 9.Wharton 36; 10.Clerot 30; 11.Peugeot 24; 12.David 23; 13.Bilinski 20; 14.Bedrin 14; 15.Naël 12; 16.De Palo 10; 17.Ugochukwu 9; 18.Bohra, Lacorte, Liu 1.
RS Racing