formula 1

FIA e F1, missione compiuta:
approvate le regole sui motori 2026

Finalmente. Dopo mesi, per non dire un paio d'anni, di trattative e discussioni, sono ufficialmente confermate le regole ...

Leggi »
formula 1

Misure anti porpoising dal 2023:
la delibera FIA con un compromesso

Nel Consiglio Mondiale di oggi, oltre ad approvare le power unit 2026, la FIA ha deliberato le misure in vigore dal 2023 cont...

Leggi »
formula 1

Verstappen non ha dubbi: "La Ferrari
più competitiva della mia Red Bull"

Il suo ruolino di marcia è impeccabile, la stagione 2022 è senza dubbio una delle migliori della sua carriera. Otto le vitto...

Leggi »
World Endurance

Ferrari prosegue i test della LMH
Cosa nasconde la livrea mimetica

Michele Montesano È un’estate intensa e priva di soste quella del reparto Ferrari Competizioni GT. Gli uomini di Maranello ...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Dino Beganovic
“Tanto lavoro con Prema dietro i miei successi”

Una partenza eccezionale, con sette podi nelle prime sette gare della stagione. Quello di Dino Beganovic, pilota della Ferrar...

Leggi »
Formula E

Vandoorne, l'ennesimo campione che
la F1 ha snobbato con troppa fretta

Nelson Piquet, Sebastien Buemi, Lucas Di Grassi, Jean-Eric Vergne (due volte), Antonio Felix Da Costa, Nyck De Vries, Stoffel...

Leggi »
1 Ago [10:41]

Clamoroso Fernando Alonso:
dal 2023 passa in Aston Martin

Jacopo Rubino - XPB Images

Bomba sganciata nel mercato piloti di Formula 1: Fernando Alonso correrà in Aston Martin dal 2023, con l'annuncio ufficiale arrivato all'indomani del Gran Premio d'Ungheria. Lo spagnolo ha firmato un contratto pluriennale e di fatto raccoglierà l'eredità di Sebastian Vettel, che alla vigilia del weekend aveva annunciato l'intenzione di ritirarsi. Qualche settimana fa il rinnovo dello spagnolo con l'Alpine sembrava solo una formalità, le parti erano tranquille, ma tutto è rimasto in sospeso. C'erano vedute diverse sulla durata dell'accordo, culminate nel sorprendente e repentino cambio di casacca.

Lawrence Stroll, boss Aston Martin, in verità aveva già provato più volte ad ingaggiare come uomo di punta l'asturiano, conosciuto sin dai tempi della Ferrari quando il figlio Lance era entrato nella Driver Academy. Questa volta ci è riuscito, con un vero blitz (compiuto dopo la comunicazione ricevuta da Vettel): "Conosco e ammiro Fernando da tanti anni, ed è sempre stato chiaro che sia affamato di vittorie come me", ha dichiarato il magnate canadese. "Mi è sembrato naturale invitarlo a far parte del processo di sviluppo di una squadra vincente, e nelle nostre conversazioni recenti ci siamo intesi in fretta. Abbiamo gli stessi valori e gli stessi obiettivi, è stato facile confermare il nostro desiderio di lavorare insieme".

Fresco 41enne (ha spento le candeline venerdì scorso), Alonso arriverà a disputare la sua ventesima stagione nel Circus, mostrando una longevità agonistica invidiabile: è già destinato a superare il record di presenze di Kimi Raikkonen. E il suo rendimento è sempre altissimo, come sta dimostrando al volante dell'Alpine, l'ex Renault con cui vinse i titoli 2005-2006 e che saluterà di nuovo a fine 2022.



"Ho ancora fame e voglia di lottare al vertice", ha sottolineato Alonso, oltre a motivare la sua scelta: "Per l'impegno e l'energia che sta mettendo, l'Aston Martin oggi è uno dei team più entusiasmanti in F1. Hanno attirato tante persone capaci e vincenti, ci sarà anche la nuova sede a Silverstone. Nessuno oggi sta dimostrando così tanta dedizione".

Con i sedili nei top team bloccati, la scelta di Vettel di appendere il casco al chiodo ha quindi aperto un effetto domino sul resto della griglia: questo il primo clamoroso effetto. E ora l'Alpine potrebbe promuovere il suo gioiellino Oscar Piastri, campione in carica F2, direttamente al fianco di Esteban Ocon. Rimarrebbe a mani vuote la Williams, che aveva già dato disponibilità ad accogliere il giovane australiano in prestito.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone