F4 Nel mondo

La F4 UAE per prima schiererà le
Tatuus di seconda generazione con halo

Il FIA Formula 4 UAE Championship powered by Abarth sarà la prima serie per monoposto di Formula 4 a schierare per la stagion...

Leggi »
indycar

VeeKay in forse per Road America
Ware debutta con Coyne

Infortunio alla clavicola per Rinus VeeKay, che è ora in dubbio per la tappa IndyCar a Road America. Il giovane pilota olande...

Leggi »
formula 1

Il "nuovo" Tsunoda funziona:
in Francia per confermarsi

In Formula 1 ci sono fatti non casuali, e casuale, forse, non è stato nemmeno il settimo posto di Yuki Tsunoda a Baku. Messo ...

Leggi »
formula 1

Più spettacolo a Le Castellet?
Il nuovo asfalto come speranza

Quando il Gran Premio di Francia è stato cancellato dal calendario 2020 a causa della pandemia, probabilmente, sono stati in ...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
21 Ott [16:17]

Formula E, due rinvii:
Città del Messico e Sanya

Jacopo Rubino

Cambio di programma nel calendario 2020-2021 di Formula E. Città del Messico e la cinese Sanya, in origine previste il 13 febbraio e 14 marzo come seconda e quarta tappa, sono state rinviate a data da destinarsi. Per compensare, il round di apertura a Santiago del Cile diventa quindi su doppia gara, il 16 e 17 gennaio, ma a porte chiuse. Sarà un "double header" anche il seguente impegno a Diriyah, il 26 e 27 febbraio, dove c'è invece l'intenzione di avere il pubblico.

La serie elettrica, in attesa della ratifica da parte della FIA, ha agito in questo modo di fronte alla delicata situazione sanitaria dovuta al Coronavirus. "In tutte le decisioni, la salute e la sicurezza del nostro staff e di tutta la comunità della Formula E, fatta di squadre, costruttori, partner, piloti e appassionati, così come dei residenti delle città in cui corriamo, ha la priorità", ha spiegato l'organizzazione del campionato.

Dopo la trasferta in Arabia Saudita si viene così a creare una pausa di un mese e mezzo, fino all'EPrix di Roma dell'11 aprile. Ma nel comunicato diffuso si intuisce che nulla viene dato per sicuro, di fronte all'incognita del COVID-19. Semplicemente, si sottolinea che "la Formula E è concentrata sul gareggiare nel maggior numero di città, per aderire il più possibile al calendario annuncio precedentemente".

Nel frattempo, come riportato nei giorni scorsi da The Race, si vaglia l'ipotesi di un round in Portogallo, paese del campione in carica Antonio Felix da Costa, come piano alternativo in caso di necessità. Le location in esame sarebbero Estoril e Portimao con i loro circuiti permanenti, dove sarebbe più semplice gestire un evento rispetto ai centri urbani. L'Estoril potrebbe ad esempio essere associato alla capitale Lisbona, distante solo una trentina di chilometri, mantenendo l'aura di corsa cittadina. In questo contesto potrebbe essere considerato un ritorno a Marrakech o l'utilizzo del "Ricardo Tormo" di Valencia, già sede dei test pre-stagione.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone