formula 1

Vasseur è veramente l'uomo
giusto per dirigere la Ferrari?

Frederic Vasseur potrebbe essere veramente l'uomo giusto per gestire il team Ferrari? La sua carriera di proprietario del...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Qualifica
Azcona campione, a Berthon la pole

Michele Montesano A Mikel Azcona è bastata la sessione di qualifica del sabato per laurearsi campione 2022 del WTCR. Sul tra...

Leggi »
F4 Italia

Anteprima
WSK e ACI lanciano il primo
campionato europeo di Formula 4

Si chiamerà Euro 4 Championship e, insieme alla F1 Academy (riservata solo alle ragazze), rappresenterà il primo campionato e...

Leggi »
Rally

In arrivo il team RedGrey Monster
con due Puma per Tänak e Solberg?

Michele Montesano Delle voci, sempre più insistenti, stanno agitando l’inverno del WRC. Pare stia per arrivare una quarta sq...

Leggi »
Rally

Svelato il calendario 2023: 13 rally
Sardegna a giugno, si torna in America

Michele Montesano Fumata bianca. Dopo tanti rinvii ed estenuanti attese, finalmente è stato presentato il calendario 2023 d...

Leggi »
formula 1

Tra Binotto e Ferrari è finita
Il Black Friday di Maranello

Mattia Binotto, team principal Ferrari, se ne va. Dimissioni, si dice, per evitare l'onta del licenziamento già ampiament...

Leggi »
7 Nov [9:59]

Hamilton e i Paradise Papers:
avrebbe evaso l'iva sul Jet Privato

Stefano Semeraro

Sulla carta dei quotidiani e delle riviste è il quattro volte campione del mondo, sulla carta dei Paradise Papers, invece, i documenti scottanti che riguardano le forme di evasione nei paradisi fiscali di mezzo mondo di cui sarebbero colpevoli celebrità (anche Donald Trump, Bono degli U2 e persino la Regina Elisabetta) e colossi del business globale (Apple, Nike), Lewis Hamilton è più banalmente un sospetto.

Grazie allo studio Appleby, una società di consulenza con sede nelle Bermmuda il cui nome è ricorrente nello scandalo dei Paradise Papers il driver inglese avrebbe infatti evitato di pagare l'iva (4,4 milioni di dollari, pare) sull'acquisto del suo jet privato, utilizzando una delle tante società fantasma che hanno sede nell'isola di Man.

«Parliamo di decine di miliardi che sono stati sottratti ai servizi pubblici da una elite di super ricchi che tengono in scacco il sistema fiscale», ha tuonato il leader laburista inglese Jeremy Corbin.

Una accusa che dopo la Brexit anche l'Unione Europea ha mosso al Regno Unito considerato che molti dei paradisi fiscali in questione appartengono ai territori oltremare della Corona. Appleby non ha voluto commentare mentre i legali di Hamilton sostengono che nelle operazioni del loro assistito non c'è nulla di illegale.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone