Rally

Rally di Montecarlo – 1° giorno
Ogier vola, Loeb lo marca a vista

Michele Montesano La novantesima edizione del Rally di Montecarlo ha aperto ufficialmente una nuova era del WRC, quella del...

Leggi »
formula 1

L'Alpine turbolenta,
fra uscite e tensioni

Via Ciryl Abiteboul, che era team principal, via Remi Taffin, capo del reparto motori, via Marcin Budkwoski, nel 2021 diretto...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – Shakedown
Ogier - Loeb è subito duello

Michele Montesano Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno del debutto per le nuove Rally1. Come da tradizione è stato ...

Leggi »
formula 1

Gare sprint 2022 a rischio?
Manca l'intesa con tutti i team

Le gare sprint del sabato, nuovo pallino di Formula 1, quest'anno dovrebbero aumentare a 6. Dovrebbero, appunto, perché i...

Leggi »
Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
24 Ago [19:00]

La F1 premierà chi fa più sorpassi,
ma non dovrebbe essere solo quantità

Jacopo Rubino - XPB Images

A pochi giorni dalla ritorno in azione con il Gran Premio del Belgio, la Formula 1 lancia un nuovo riconoscimento: l'Overtake Award, destinato (con tanto di trofeo) al pilota autore del maggior numero di sorpassi al termine della stagione. Un'idea voluta "per celebrare il coraggio mostrato dai piloti in cerca del successo", è stato spiegato da Liberty Media, ma ovviamente anche come opportunità di marketing aggiuntiva vista la sponsorizzazione di Crypto.com, piattaforma di criptovalute che ha già abbinato il proprio marchio alle qualifiche sprint.

Ad oggi sarebbe Sebastian Vettel ad aggiudicarsi l'Overtake Award: è stato il tedesco a effettuare più sorpassi di tutti nella prima parte del Mondiale, senza includere (ovviamente) le posizioni guadagnate attraverso le soste ai box. Il portacolori Aston Martin ha fatto salire il suo conteggio soprattutto grazie alla splendida rimonta a Baku che lo ha condotto fino al secondo posto. Un mancato attacco a Esteban Ocon, invece, è costato a Vettel il successo nell'ultima sfida prima della pausa estiva, a Budapest: lo avrebbe comunque perso, vista la squalifica legata al quantitativo di benzina insufficiente dopo il traguardo.

Da Spa-Francorchamps la F1 introdurrà anche grafiche televisive dedicate, per segnalare potenziali sorpassi e aiutare gli appassionati a restare aggiornati su come si evolve la classifica provvisoria. La scelta, comunque, è quella di privilegiare la quantità di sorpassi alla qualità, che magari poteva essere riconosciuta chiamando gli spettatori a raccolta attraverso un voto online.



Nei numeri, infatti, rientreranno anche gli attacchi portati a termine sfruttando il DRS, per il Circus un "male necessario" che peraltro verrà mantenuto anche nel 2022, nonostante la rivoluzione aerodinamica che dovrebbe favorire i duelli ruota a ruota. Dall'altro lato, l'istituzione dell'Overtake Award stride un po' con la rigidità crescente esibita dai commissari (e in particolare dal direttore di gara Michael Masi) nel giudicare certe lotte, con penalità a volte difficili da comprendere. Anche in difesa. Vien quasi da dire che non basterà superare: servirà anche evitare la lente di ingrandimento degli stewards, per qualsiasi motivi.

Dal punto di vista pratico, invece, non sorprende invece che sia Vettel a comandare la graduatoria provvisoria: al di là delle sue doti, oggi il quattro volte iridato battaglia a centro gruppo, dove la bagarre è più accesa. Meno probabile che l'Overtake Award vada al portacolori di un top team, come Lewis Hamilton e Max Verstappen, che guidando per Mercedes e Red Bull hanno poche posizioni da guadagnare. A meno di imprevisti. L'olandese, però, ha il record di sorpassi in una stagione: 78 nel 2016, quando fu promosso in corsa dalla Toro Rosso. Cinque anni fa il premio sarebbe andato a lui.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone