formula 1

Norris, la vittoria persa fa male:
"Decisione mia, tornerò più forte"

Poteva essere un weekend da sogno, quello della prima vittoria in Formula 1 dopo la pole-position del sabato. Invece a Lando ...

Leggi »
indycar

Long Beach, gara
Palou campione, Herta al top

1 - Colton Herta (Dallara-Honda) - Andretti - 85 giri2 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) - Penske - 0"5883 3 - Scott Dix...

Leggi »
formula 1

Hamilton, 100esima vittoria
Norris rovina tutto, bravo Sainz

Da Montreal 2007 a Sochi 2021. In mezzo 281 Gran Premi disputati e 100 vittorie. Lewis Hamilton è sempre più nell'olimpo ...

Leggi »
formula 1

Sochi - La cronaca
Vince Hamilton, Verstappen 2° da ultimo

Finale - Vince Hamilton con 53"2 su Verstappen. Terzo gradino del podio per Sainz, quarto Ricciardo poi quinto Bottas ch...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Gara 2
Belov e G4 dominano

Zane Maloney è stato costretto dalla direzione gara a cedere una posizione a Mari Boya. Il pilota delle Barbados, settimo sul...

Leggi »
FIA Formula 2

Sochi - Gara 2
Piastri domina e allunga

Luca Basso Prestazione pressoché perfetta per Oscar Piastri nella seconda (e ultima) gara della Formula 2 del weekend di Soch...

Leggi »
8 Mag [17:54]

Montmelò - Gara 2
Caldwell emerge dal... Rollerball

Massimo Costa

Il campionato F3 annovera un nuovo vincitore. Si tratta di Oliver Caldwell, 18enne inglese in forza al team Prema, che dopo una stagione complicata nel 2020 col team Trident e il quinto posto conquistato nella Regional European 2019 con Prema, sembra aver cambiato ritmo. Sesto in qualifica, Caldwell in gara 1 ha concluso nella medesima posizione con una prestazione confortante. Nella seconda corsa, settimo al via, ha tenuto bene il passo approfittando poi degli errori di chi lo precedeva, trasformando gara 2 in una sorta di Rollerball. Caldwell si è difeso dall'attacco finale di Victor Martins ed ha così potuto festeggiare la sua prima vittoria nella serie.

Ma come si è arrivati a questo punto? Inverti i primi dodici della qualifica per lo schieramento della prima corsa, poi i primi dodici di gara 1 per la griglia di partenza di gara 2, ed ecco che può uscire una competizione piuttosto pazzerella Enzo Fititpaldi, 18esimo in qualifica, si è trovato in pole grazie al 12esimo posto della corsa iniziale e al suo fianco in prima fila si è posizionato David Schumacher, nono in qualifica e 11esimo nella prima frazione.

I due piloti che portano cognomi importanti (il primo è il nipote di Emerson, il secondo è il figlio di Ralf e nipote di Michael) hanno offerto un ottimo spettacolo finché al 12° giro, il tedesco del team Trident ha superato il brasiliano del team Charouz. Tre tornate dopo, Fittipaldi ha cercato di riprendersi la posizione all'esterno della prima curva, ma Schumacher ha resistito bene portando all'esterno il rivale. Rimbalzato su uno di quegli assurdi salsicciotti posizionati nelle curve, l'ex campione italiano di F4 ha perso il controllo della sua Dallara colpendo lo sfortunato David finito contro le barriere.

Poco dopo, per le conseguenze di quel contatto, Fittipaldi si è dovuto fermare. Davanti a tutti si è così portato Matteo Nannini, terzo fin dalla partenza. Alle sue spalle, Dennis Hauger e Caldwell, poi Victor Martins che nelle prime fasi era quarto, ma per un errore è scivolato dietro al britannico. Al 21° giro, il norvegese della Prema ha attaccato l'italiano di HWA Racelab alla prima curva, ma si è leggermente scomposto colpendo la vettura rivale. Nannini si è dovuto fermare, Hauger ha proseguito con l'ala anteriore danneggiata, poi cambiata ai box.

Già al primo giro, Alexander Smolyar, vincitore della prima corsa per il team ART, quindi 12esimo in griglia, ha pensato di guadagnare più posizioni possibili nelle prime due curve, ma gli è andata male. Ha esagerato con Clement Novalak, si è ritrovato con la gomma posteriore destra forata, ha perso la linea ed è andata a sbattere contro il povero Logan Sargeant. La conferma che Smolyar è un pilota la cui carriera è sempre contraddistinta da alti e bassi.

Alla bandiera a scacchi, con la volata finale avvenuta dopo l'uscita della safety-car per il contatto Nannini-Hauger, Caldwell ha tenuto a distanza Martins, rookie in F3, poi Frederik Vesti e Novalak, decisamente consistente dopo il secondo posto in gara 1. Bene anche Caio Collet, quinto all'arrivo e terzo nella prima frazione. Altra prova difficile per Lorenzo Colombo con un team Campos che fatica a trovare la giusta via.

Sabato 8 maggio 2021, gara 2

1 - Olli Caldwell - Prema - 22 giri 40'42"623
2 - Victor Martins - MP Motorsport - 0"905
3 - Frederik Vesti - ART - 2"858
4 - Clement Novalak - Trident - 3"742
5 - Caio Collet - MP Motorsport - 3"979
6 - Jonny Edgar - Carlin - 4"522
7 - Ayumu Iwasa - Hitech - 5"008
8 - Jack Doohan - Trident - 5"511
9 - Jak Crawford - Hitech - 5"868
10 - Juan Manuel Correa - ART - 6"467
11 - Calan Williams - Jenzer - 6"757
12 - Arthur Leclerc - Prema - 8"552
13 - Roman Stanek - Hitech - 9"862
14 - Reshad De Gerus - Charouz - 10"328
15 - Pierre Louis Chovet - Jenzer - 10"919
16 - Tijem Van der Helm - MP Motorsport - 11"482
17 - Amaury Cordeel - Campos - 11"979
18 - Keylen Frederick - Carlin - 14"113
19 - Rafael Villagomez - HWA Racelab - 15"168
20 - Oliver Rasmussen - HWA Racelab - 15"608
21 - Ido Cohen - Carlin - 16"047
22 - Filip Ugran - Jenzer - 16"408
23 - Lorenzo Colombo - Campos - 16"901
24 - Laszlo Toth - Campos - 18"305
25 - Dennis Hauger - Prema - 1'27"491

Ritirati
Matteo Nannini
Enzo Fittipaldi
David Schumacher
Alexander Smolyar
Logan Sargeant

Il campionato
1.Caldwell, Novalak 20; 3.Smolyar 17; 4.Collet 16; 5.Martins, Vesti 14; 7.Edgar 11; 8.Sargeant 8; 9.Hauger 7; 10.Iwasa 4; 11.Doohan 3; 12.Crawford 2; 13.Correa, Nannini 1.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone