formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
14 Mag [18:20]

Montmelò, gara 1: Leclerc parte bene

Jacopo Rubino

Comincia alla grande l'avventura di Charles Leclerc in GP3 Series. Il pilota monegasco, da quest'anno nella Ferrari Driver Academy, ha conquistato gara 1 a Barcellona, la prima disputata con la nuova vettura Dallara. Determinante la partenza, in cui Leclerc dal terzo posto in griglia ha subito preso il comando ai danni di Jake Hughes e Kevin Joerg, non impeccabili nel loro avvio. Da quel momento l'alfiere della ART Grand Prix non ha dovuto fare altro che controllare la situazione, riuscendo progressivamente a prendere margine sugli inseguitori grazie anche al best lap. L'unica minaccia poteva essere costituita dalla pioggia, con i nuvoloni che si sono addensati sopra il Montmelò convincendo i meccanici a tenere pronte le gomme rain, senza però che ce ne sia stato bisogno.

Hughes ha comunque mantenuto la piazza d'onore, al debutto insieme al team DAMS, precedendo il giapponese Nirei Fukuzumi con la seconda monoposto marchiata ART. Il podio è così composto da tre rookies, mentre il nostro Antonio Fuoco ha chiuso buon quarto in una corsa comunque priva di grandi emozioni. Il calabrese della Trident, senza particolari difficoltà, ha infatti tenuto alle proprie spalle il già citato Joerg, poi Alex Albon, Jake Dennis e Oscar Tunjo. A completare la zona punti sono Nyck De Vries e Ralph Boschung.

Rimane a secco Matt Parry, così come Jack Aitken: il campione in carica dell'Eurocup Formula Renault 2.0 è rimasto bloccato allo start, fortunatamente schivato dai rivali, chiudendo poi 20esimo. Al traguardo anche il figlio d'arte Giuliano Alesi, scattato dalla pit-lane, con l'olandese Steijn Schothors unico ritirato.

Sabato 14 maggio 2016, gara 1

1 - Charles Leclerc - ART - 22 giri 36"38"694
2 - Jake Hughes - DAMS - 6"023
3 - Nirei Fukuzumi - ART - 7"452
4 - Antonio Fuoco - Trident - 19"325
5 - Kevin Joerg - DAMS - 22"801
6 - Alex Albon - ART - 23"391
7 - Jake Dennis - Arden - 24"086
8 - Oscar Tunjo - Jenzer - 25"592
9 - Nyck De Vries - ART - 26"467
10 - Ralph Boschung - 27"104
11 - Matevos Isaakyan - 28"860
12 - Matt Parry - Koiranen - 30"952
13 - Richard Gonda - Jenzer - 33"095
14 - Tatiana Calderon - Arden - 33"871
15 - Santino Ferrucci - DAMS - 34"241
16 - Artur Janosz - Trident - 36"835
17 - Konstantin Tereshchenko - 38"168
18 - Sandy Stuvik - Trident - 44"347
19 - Alex Palou - Campos - 44"902
20 - Jack Aitken - Arden - 45"298
21 - Akash Nandy - Jenzer - 55"655
22 - Giuliano Alesi - Trident - 1'00"294
23 - Mahaveer Raghunatan - 1'03"391

Giro più veloce: Charles Leclerc 1'38"649

Ritirati
1° giro - Steijn Schothorst

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone