Rally

Rovanperä festeggia il 1° titolo WRC
al Rallylegend fra una parata di stelle

Michele Montesano La ventesima edizione del Rallylegend vedrà le più grandi stelle del traverso dare spettacolo sulle strade...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 2
Piove sempre, Mercedes davanti

Piove sempre a Suzuka. Il secondo turno libero ha rispecchiato il meteo della prima sessione, ma ci sono stati alcuni cambiam...

Leggi »
formula 1

Atteso per sabato l'annuncio
Alpine dell'ingaggio di Gasly

E alla fine sarà Pierre Gasly il sostituto di Fernando Alonso nel team Alpine 2023. Tutto come era stato previsto nelle scors...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 1
Alonso comanda con la pioggia

Torna la F1 in Giappone e il primo impatto sulla bellissima pista di Suzuka, seconda soltanto a quella belga di Spa, è compli...

Leggi »
Rally

Hyundai e Solberg si separano
Quale sarà il futuro del team coreano?

Michele Montesano Cambio di rotta in casa Hyundai Motorsport nel WRC. Il team coreano ha deciso di non rinnovare il contrat...

Leggi »
formula 1

Il caso budget cap - Hamilton:
"Red Bull aveva sempre aggiornamenti..."

In attesa di conoscere l'esito della FIA riguardo la documentazione 2021 relativa al budget cap consegnata entro lo scors...

Leggi »
8 Ago [8:10]

Nashville - Gara
Dal caos emerge Dixon

Marco Cortesi

La tappa di Nashville dell'IndyCar 2022 è riuscita ad essere perfino più convulsa dell'edizione precedente, con continui contatti e quasi metà dei giri passata in safety-car. Anche in questo caso la corsa, che ha preso il via quasi due ore in ritardo per via dei fulmini, ha proposto un vincitore a sorpresa. Scott Dixon, nonostante i danni riportati in un precedente contatto, è balzato in testa grazie ad una provvidenziale caution poco dopo una sosta, e non ha mollato la vetta, precedendo il poleman Scott McLaughlin in una doppietta neozelandese. McLaughlin ha dovuto sopravanzare Christian Lundgaard nel penultimo re-start, e nel finale ha provato ad attaccare Dixon in volata, arrivando a un decimo dal successo. Terzo, dopo aver comandato ampi tratti di gara, Alex Palou, che ha corso a lungo con un baffo dell'ala anteriore danneggiato.

Quarto e quinto posto per Alexander Rossi e Colton Herta, anche loro come quasi tutti i rivali coinvolti in toccate: particolarmente rilevante la top-5 del secondo che era finito inizialmente sotto di un giro, ma ha recuperato a suon di caution. Entrambi nel finale erano stati passati da Josef Newgarden, ma il pilota di casa del Team Penske ha osato troppo, infilando anche Romain Grosjean nella stessa curva e appoggiandosi al francese, mandandolo nel muro. Newgarden ha concluso sesto, davanti a Felix Rosenqvist e a Lundgaard, perfino troppo prudente nelle fasi finali.

Alla fine solo quattordici macchine hanno visto il traguardo, con diversi dei contendenti per il titolo fuori dalla top-10. Will Power si è piazzato undicesimo e ha mantenuto per sei punti su Dixon la leadership del campionato. L'australiano è stato colpito nelle prime fasi da Pato O'Ward, a sua volta tamponato da Graham Rahal. Il messicano si è fermato subito con un problema al cambio, Power, pur con una vettura danneggiata, ha continuato. Anche Marcus Ericsson è stato toccato, nella circostanza da Herta, e ha concluso quattordicesimo. Si trova ora a -14 dalla leadership. La sua vettura è stata l'ultima a tagliare il traguardo, con quasi metà dello schieramento ritirato.

Tra i rookie solo Lundgaard ha visto il traguardo. Callum Ilott si è toccato con Rossi, mentre Kyle Kirkwood e David Malukas sono venuti a contatto a 17 giri dal termine. Devlin DeFrancesco è finito a muro con Takuma Sato, scatenando le ire del giapponese.

Domenica 7 agosto 2022, gara

1 - Scott Dixon (Dallara/Honda) - Ganassi - 80 giri
2 - Scott McLaughlin (Dallara/Chevy) - Penske - 0"1067
3 - Alex Palou (Dallara/Honda) - Ganassi - 0"61
4 - Alexander Rossi (Dallara/Honda) - Andretti - 0"9412
5 - Colton Herta (Dallara/Honda) - Andretti - 1"3942
6 - Josef Newgarden (Dallara/Chevy) - Penske - 2"1828
7 - Felix Rosenqvist (Dallara/Chevy) - McLaren - 2"8426
8 - Christian Lundgaard (Dallara/Honda) - RLL - 3"2724
9 - Jack Harvey (Dallara/Honda) - RLL - 4"156
10 - Simon Pagenaud (Dallara/Honda) - Meyer Shank - 4"4
11 - Will Power (Dallara/Chevy) - Penske - 6"7843
12 - Rinus VeeKay (Dallara/Chevy) - Carpenter - 1 giro
13 - Helio Castroneves (Dallara/Honda) - Meyer Shank - 1 giro
14 - Marcus Ericsson (Dallara/Honda) - Ganassi - 4 giri
15 - Callum Ilott (Dallara/Chevy) - Juncos Hollinger - 4 giri
16 - Romain Grosjean (Dallara/Honda) - Andretti - 5 giri
17 - Conor Daly (Dallara/Chevy) - Carpenter - 6 giri
18 - Jimmie Johnson (Dallara/Honda) - Ganassi - 8 giri
19 - David Malukas (Dallara/Honda) - Coyne - 17 giri
20 - Kyle Kirkwood (Dallara/Chevy) - Foyt - 17 giri
21 - Takuma Sato (Dallara/Honda) - Coyne - 48 giri
22 - Devlin DeFrancesco (Dallara/Honda) - Andretti - 48 giri
23 - Graham Rahal (Dallara/Honda) - RLL - 52 giri
24 - Pato O’Ward (Dallara/Chevy) - McLaren - 55 giri
25 - Dalton Kellett (Dallara/Chevy) - Foyt - 55 giri
26 - Simona De Silvestro (Dallara/Chevy) - Carpenter - 55 giri

In campionato
1. Power 450; 2. Dixon 444; 3. Ericsson 438; 4. Newgarden 428; 5. Palou 417.





Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone