indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Qualifica
Alpine pole da usato garantito

Michele Montesano A dispetto del nuovo corso delle HyperCar, voluto da Aco e WEC, a siglare la pole position a Portimão è st...

Leggi »
formula 1

Gli incidenti di Baku: sotto accusa
le pressioni adottate in gara dai team

Sono trascorsi sette giorni dal Gran Premio di Baku e ancora non si conoscono le cause precise che hanno determinato il cedim...

Leggi »
formula 1

La Haas non è più ultima,
ma la lotta interna si scalda

Anche un 13esimo posto può valere moltissimo. Quello ottenuto da Mick Schumacher nella caotica domenica a Baku, per esempio, ...

Leggi »
Rally

Mossa a sorpresa McLaren:
dal 2022 entra in Extreme E

Sorpresa: la McLaren aprirà una nuova pagina della sua lunga storia sportiva debuttando nelle gare off-road. Quali? Quelle de...

Leggi »
IMSA

BMW conferma il programma LMDh
per il 2023 e con obiettivo Le Mans

Il nuovo direttore di BMW M Markus Flasch ha confermato che la marca bavarese realizzerà un programma LMDh per il 2023. Senza...

Leggi »
15 Ott [15:16]

"Piani ambiziosi" nel team NIO,
pronto un powertrain tutto nuovo

Jacopo Rubino

È diventato il fanalino di coda della Formula E, ma il team NIO si sta attrezzando per recuperare terreno in vista della prossima stagione: passo fondamentale sarà l'utilizzo di un nuovo powertrain, definito il "più grande investimento compiuto fino a qui" da parte di Lisheng Racing, società che lo scorso anno ha rilevato il controllo della scuderia cinese. E che, dopo un campionato di transizione, sta gettando le basi per una maggiore competitività.

Il nuovo motore elettrico ha completato una media di 292 chilometri durante le giornate di test privati, mostrando subito un'ottima affidabilità. "Questo ha permesso di liberare risorse per concentrarsi sulle prestazioni", ha spiegato il fresco team principal Christian Silk, già in F1 con Renault, Marussia e Williams. "Le indicazioni dal pilota (Oliver Turvey, ndr) sono state positive, in termini di bilanciamento, costanza e ritmo. Dopo Berlino sapevamo di avere molte aree su cui focalizzarci, e il duro lavoro adesso sta dando i suoi frutti".

"Abbiamo piani ambiziosi per il 2021", ha ribadito l'amministratore delegato della squadra, Vincent Wang. "Non stiamo potenziando soltanto la parte tecnica, per migliorare le prestazioni in pista, ma anche quella operativa, sia nel Regno Unito che in Cina".

Le basi Oltremanica sono due: una ad Oxford, dedicata a ricerca e sviluppo, promozione e marketing, e una nei pressi del circuito di Donington, dove vengono gestite le monoposto e il personale viaggiante. Quanto ai piloti, resta da scoprire chi affiancherà il fedele Turvey. Nell'edizione 2019-2020 il suo compagno di box è stato Ma Qinghua, ma per il finale a Berlino, bloccato dalle restrizioni sui voli, lo ha sostituito Daniel Abt, ex alfiere Audi.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone