Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
5 Lug [15:58]

Silverstone - Qualifica
Browning, pole all'ultimo respiro

Massimo Costa

Ha rischiato molto Luke Browning, ma alla fine la fortuna unita alla sua bravura indiscussa alla guida, lo hanno aiutato. L'inglese del team Hitech aveva completamente saltato il turno libero, con pista bagnata, per preservare un treno di gomme. Scelta che nessun altro aveva fatto. Entrato nel turno di qualifica a freddo, con aslfato bagnato, Browning non ha fatto meglio del 13esimo tempo.

Ma per sua fortuna, la pioggia si è fermata, la traiettoria si è asciugata a circa 4 minuti dal termine e in canna, lui e gli altri piloti hanno avuto un paio di giri per tentare il tempo, in mezzo al traffico. Browning, leader del campionato, è stato splendido perché è riuscito a portarsi in cima alla classifica bissando così la pole di Spierlberg di una settimana fa. Il suo tempo finale è stato di 1'44"992.

Browning nella corsa principale della domenica, dividerà la prima fila con Max Esterson, assoluta novità nelle prime posizioni. L'americano, già primo nel turno libero, è stato bravissimo a interpretare al meglio la pista in quella situazione così come il team Jenzer che ha piazzato ben tre proprie monoposto nella top 10. Oltre a Esterson (che prima di oggi la sua miglior qualifica l'aveva fatta a Sakhir, decimo), Charlie Wurz ha concluso sesto, Matias Zagazeta decimo.

Terzo e quarto tempo per la coppia Trident composta da Sami Meguetounif e Leonardo Fornaroli. Il francese ha bissato la prestazione di Imola in qualifica (vincendo poi la domenica) mentre l'italiano si conferma tra i migliori protagonisti della categoria. La "stecca" di Spielberg è già dimenticata e va rilevato che Fornaroli nelle altre sessioni di qualifica fino ad ora affrontate, non ha mai fatto peggio del sesto tempo. Fornaroli è terzo in campionato ed avrà la possibilità di marcare stretto Browning, oltre che essergli davanti in gara 1 per la griglia invertita dei primi 12. La differenza punti tra i due è di 20 lunghezze, 22 se già contiamo i 2 punti per la pole.

Tre vetture in top 10 anche per la ART che ha piazzato Laurens Van Hoeopen in quinta posizione, Christian Mansell in settima e Nikola Tsolov in ottava. Sorprendente il nono tempo di Callum Voisin del team Rodin. Sessione negativa per i piloti Prema. Gabriele Minì, secondo in campionato, non ha fatto meglio di un deludente 14esimo tempo, Dino Beganovic ha sbagliato tutto quel che si poteva ed è 19esimo, meglio di loro ha fatto il rookie Arvid Lindblad, 11esimo. Giornata storta anche per Tim Tramnitz ed Alexander Dunne, nelle retrovie oltre che per il debuttante James Wharton.

Venerdì 5 luglio 2024, qualifica

1 - Luke Browning - Hitech - 1'44"992
2 - Max Esterson - Jenzer - 1'45"037
3 - Sami Meguetounif - Trident - 1'45"084
4 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'45"265
5 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'45"286
6 - Charlie Wurz - Jenzer - 1'45"312
7 - Christian Mansell - ART - 1'45"374
8 - Nikoa Tsolov - ART - 1'45"394
9 - Callum Voisin - Rodin - 1'45"397
10 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1'45"405
11 - Arvid Lindblad - Prema - 1'45"426
12 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1'45"475
13 - Alexander Dunne - MP Motorsport - 1'45"545
14 - Gabriele Minì - Prema - 1'45"562
15 - Oliver Goethe - Campos - 1'45"628
16 - Joseph Loake - Rodin - 1'45"779
17 - Sebastian Montoya - Campos - 1'45"784
18 - Santiago Ramos - Trident - 1'45"809
19 - Dino Beganovic - Prema - 1'45"818
20 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1'46"032
21 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1'46"184
22 - Mari Boya - Campos - 1'46"429
23 - Cian Shields - Hitech - 1'46"477
24 - Nikita Bedrin - PHM - 1'46"495
25 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1'46"584
26 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1'46"619
27 - James Wharton - Hitech - 1'46"773
28 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1'46"864
29 - Joshua Dufek - PHM - 1'46"973
30 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1'47"870
RS Racing