formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
formula 1

Sakhir - Qualifica
Verstappen gela tutti con la pole

E alla fine c'è sempre lui, anzi, ci sono sempre loro, là davanti. Max Verstappen e la Red Bull-Honda si sono presi la po...

Leggi »
dtm Spielberg, gara 2<br />Rast vince, Preining torna leader
24 Set [15:29]

Spielberg, gara 2
Rast vince, Preining torna leader

Michele Montesano

Dopo aver conquistato stamane la prima fila nella qualifica, la coppia dello Schubert Motorsport si è confermata al vertice dominato la seconda gara del DTM a Spielberg. Sul circuito del Red Bull Ring, René Rast si è rivelato imbattibile ottenendo la sua prima vittoria da pilota BMW nel campionato tedesco. Secondo posto per il compagno di squadra, nonché campione in carica, Sheldon van der Linde. Gradino più basso del podio per Thomas Preining che, complice il fine settimana tribolato di Mirko Bortolotti, è tornato al comando della classifica generale quando manca soltanto l'appuntamento di Hockenheim.

Partito dalla pole, Rast ha dominato la seconda manche dallo spegnimento dei semafori fino alla bandiera a scacchi. Il tre volte campione del DTM ha gestito alla perfezione le prime fasi di gara chiudendo ogni possibile varco a van der Linde. Non riuscendo a sorpassare in pista il battistrada, il sudafricano ha quindi provato a diversificare la strategia optando per un undercut. Ma anche la sosta anticipata non ha dato i suoi frutti, Rast ha tagliato il traguardo precedendo di oltre un secondo il compagno di squadra van der Linde.

Scattato dalla quarta piazzola, Preining ha beffato nelle prime curve Jack Aitken portandosi in zona podio. Non riuscendo a colmare il divario sul duo di testa, l'idolo di casa ha preferito accontentarsi del terzo posto davanti la BMW di Marco Wittmann, bravo a sopravanzare la Lamborghini di Clemens Schmid appena prima della tornata dei pitstop. Il portacolori del Grasser ha poi chiuso sesto alle spalle di Dennis Olsen, protagonista di una rimonta che l'ha portato dal decimo al quinto posto.

Settimo al traguardo, Ayhancan Güven ha avuto la meglio sulle Ferrari di Aitken e di Thierry Vermeulen. Nettamente più staccate la Mercedes AMG con Arjun Maini, decimo, che ha preceduto Lucas Auer e Maro Engel. Protagonista di una sorprendente rimonta in gara 1, Ricardo Feller quest'oggi non è andato oltre il quindicesimo posto. È andata decisamente peggio al suo compagno di squadra Kelvin van der Linde, costretto al ritiro dopo essere stato colpito nella prima curva.

Gara da dimenticare per Bortolotti. Il trentino è stato tamponato da Marvin Dienst nel corso del primo giro. Il contatto ha causato la foratura della parte posteriore destra costringendo il pilota Lamborghini a rientrare immediatamente ai box. Sprofondato in ultima posizione, Bortolotti non è riuscito a recuperare il terreno chiudendo mestamente in ventiduesima posizione.

Domenica 24 settembre 2023, gara 2

1 - René Rast (BMW M4) - Schubert - 41 giri
2 - Sheldon van der Linde (BMW M4) - Schubert - 1"263
3 - Thomas Preining (Porsche 911 R) - Manthey - 4" 723
4 - Marco Wittmann (BMW M4) - Project 1 - 7"316
5 - Dennis Olsen (Porsche 911 R) - Manthey - 11"907
6 - Clemens Schmid (Lamborghini Huracán) - Grasser - 13"216
7 - Ayhancan Güven (Porsche 911 R) - Team75 - 16"292
8 - Jack Aitken (Ferrari 296) - Emil Frey - 18"261
9 - Thierry Vermeulen (Ferrari 296) - Emil Frey - 20"366
10 - Arjun Maini ( Mercedes AMG) - HRT - 22"518
11 - Lucas Auer (Mercedes AMG) - Winward - 28"559
12 - Maro Engel (Mercedes AMG) - Landgraf - 29"566
13 - Franck Perera (Lamborghini Huracán) - SSR - 30" 160
14 - Marvin Dienst (Porsche 911 R) - Toksport - 33"763
15 - Ricardo Feller (Audi R8 LMS) - Abt - 39"073
16 - Laurin Heinrich (Porsche 911 R) - Team75 - 40"834
17 - Patric Niederhauser (Audi R8 LMS) - Tresor - 41"627
18 - David Schumacher (Mercedes AMG) - Winward - 42"945
19 - Tim Heinemann (Porsche 911 R) - Toksport - 43"744
20 - Andrea Caldarelli (Lamborghini Huracán) - Grasser - 44"545
21 - Jusuf Owega (Mercedes AMG) - BWT - 49"410
22 - Mirko Bortolotti (Lamborghini Huracán) ) - SSR -1'02"065
23 - Alessio Deledda (Lamborghini Huracán) - SSR - 1'09"970

Giro più veloce: Sheldon van der Linde 1'28"465

Ritirati
Luca Engstler (Audi R8 LMS) - Engstler
Kelvin van der Linde (Audi R8 LMS) - Abt
Luca Stolz (Mercedes AMG) - HRT
Sandro Holzem (BMW M4) - Project 1
Mattia Drudi (Audi R8 LMS) - Tresor

Il campionato
1.Preining 190 punti; 2.Bortolotti 180; 3.Feller 159; 4.S.van der Linde 138; 5.Rast 124; 6. Stolz 115.