formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
13 Mar [17:33]

WSK Super Master Series a Sarno
Kutskov e Bondarev in lotta nella OKJ

Dopo le 41 manches disputate fra venerdì e sabato, sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno (Salerno) si è giunti alla fase conclusiva della WSK Super Master Series. Una serie di sfide alquanto combattute fra i 271 piloti provenienti da 51 nazioni hanno indicato alla fine i maggiori candidati di questo evento che dovrà sancire i campioni 2022 della WSK Super Master Series. In testa alle classifiche provvisorie dopo le manches di venerdì e sabato si sono portati in KZ2 lo spagnolo Pedro Hiltbrand, nella OK il giapponese Kean Nakamura-Berta, nella OKJ Kirill Kutskov, nella MINI comanda l’italiano Iacopo Martinese.

In KZ2 passa al comando Hiltbrand 
In KZ2 è arrivato l’exploit dello spagnolo Pedro Hiltbrand (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega) con due vittorie di manches che lo hanno proiettato in testa alla classifica provvisoria delle qualificazioni. Ad inseguire è il francese Tom Leuillet (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing), anche questi con due vittorie, e il compagno di squadra di Leuillet, Matteo Viganò. L’autore della pole position in prova, l’olandese Van Hoepen (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing) è quarto a pari penalità con Emilien Denner (Sodi/Sodi-TM Racing). Piuttosto indietro per ora, il leader del campionato il tedesco David Trefilov (Maranello SRP/Maranello-TM Racing).
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Hiltbrand pen. 2; 2. Leuillet pen. 4; 3. Viganò pen. 7; 4. Van Hoepen pen. 8; 5. Denner pen. 8; 6. Piccini pen. 15; 7. Iglesias pen. 19; 8. Tonteri pen. 19.

Nella OK è Nakamura il maggior antagonista di Turney
La OK al momento è nelle mani del giapponese Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont) autore di tre belle vittorie nelle tre manches di sabato e terzo in campionato. A contendere il successo di Nakamura è il suo compagno di squadra, il giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame), poleman in prova e con due vittorie nelle manches. Il capoclassifica Joseph Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) si conferma fra i migliori ma per ora è sesto, con una vittoria in una manche.
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Nakamura-Berta pen. 3; 2. Powell pen. 7; 3. Slater pen. 10; 4. Severiukhin pen. 12; 5. Pedersen pen. 14; 6. Turney pen. 15; 7. Pavan pen. 16; 8. Stolcermanis pen. 17.

Nella OKJ Kutskov è davanti, Bondarev è nel gruppo di testa
Bei duelli nella OKJ, dove un balzo in avanti l’ha fatto Kirill Kutskov (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega) con 3 vittorie nelle 3 manche di sabato, ma il leader di campionato l’ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn/LN-Vortex) è secondo dopo le manches grazie ad una vittoria e mantiene intatta la sua candidatura al successo in campionato. Al terzo posto dopo le manches si è inserito il polacco Jan Przyrowski (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), con una vittoria di manche.
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Kutskov pen. 3; 2. Bondarev pen. 6; 3. Przyrowski pen. 11; 4. Dzitiev pen. 11; 5. Fluxa Cross pen. 14; 6. Khavalkin pen. 15; 7. Kaczynski pen. 17; 8. Matveev pen 18.

Nella MINI è Martinese al comando dopo le manches 
Particolarmente avvincenti come al solito le gare della MINI, anche in questa occasione numerosa e bel rappresentata a livello internazionale, 79 piloti da 34 nazionalità. La classifica in questa categoria è comunque sub-judice per una squalifica inflitta al leder di classifica, il ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega), che ha ricorso in appello, dopo un incidente nella prima manche di sabato. Nella generale, al termine delle manches, Pesl è decimo. In prima posizione si presenta l’italiano Iacopo Martinese (Baby Driver/Parolin-Iame) grazie a due vittorie. Seguono l’inglese Roman Kamyab (BabyRace/Parolin-Iame) con due vittorie e l’olandese Dean Hoogendoorn (Alonso Kart by Kidix/Alonso Kart-Iame) con una vittoria.
La classifica per penalità dopo le manches: 1. Martinese pen. 6; 2. Kamyab pen. 10; 3. Hoogendoorn pen. 13; 4. Josseron pen. 14; 5. Zulfikari pen. 15; 6. Costoya pen. 19; 7. Palocko pen. 22; 8. Calleja pen. 23.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse