formula 1

Il test Ferrari a Fiorano
Sainz e Leclerc, un buon allenamento

La Ferrari ha concluso ieri la seconda giornata di test sul circuito di Fiorano, prove svolte con la SF71H del 2018.  Ad...

Leggi »
Rally

Sandro Munari è tornato a casa
Il ‘Drago’ ha sconfitto una polmonite

Michele Montesano Dopo aver lasciato tutto il mondo dei motori in apprensione e con il fiato sospeso, Sandro Munari ci ha r...

Leggi »
FIA Formula 3

Francesco Pizzi debutta
in Formula 3 con Charouz

Francesco Pizzi farà il proprio debutto nel FIA Formula 3 con il team Charouz nel 2022. Il 17enne di Frascati al momento è l’...

Leggi »
formula 1

Singapore rinnova con la F1,
in calendario fino al 2028

Il Gran Premio di Singapore sarà nel calendario di Formula 1 fino al 2028: è ufficiale il rinnovo dell'accordo fra Libert...

Leggi »
formula 1

La FIA boccia i test Ferrari SF21
Cambia poco, si girerà con la SF71H

Come vogliamo chiamarlo? Disguido? Mancanza di comunicazione? Leggerezza? Distrazione? La Ferrari aveva fatto sapere al mond...

Leggi »
formula 1

Gasly si allena a Imola
con l'Alpha Tauri 2020

Giornata di riscaldamento, si fa per dire considerando i 2-3 gradi di temperatura, per l'Alpha Tauri. Sul circuito di Imo...

Leggi »
6 Gen [9:43]

Williams vince contro l'ex sponsor,
in ballo quasi 37 milioni di dollari

Jacopo Rubino - XPB Images

Le casse della Williams potrebbero accogliere un extra di quasi 37 milioni di dollari. Ma forse sarebbe meglio parlare di somma dovuta: quella proveniente da Rokit, l'ex sponsor con cui erano stati interrotti i rapporti nel 2020. La compagnia statunitense era rimasta indietro con i pagamenti, e la squadra britannica decise di rompere il contratto, portando però la questione in tribunale. Un arbitrato in California ha ora stabilito che Rokit dovrà versare circa 35,7 milioni di dollari di arretrati, più un ulteriore bonus di un milione come risarcimento.

Le procedure sono state rallentate dal cambio di proprietà della Williams, che nell'estate 2020 è stata ceduta dalla famiglia fondatrice al fondo Dorilton Capital, determinante per la sicurezza finanziaria della scuderia. Che prossimamente, appunto, potrebbe contare anche sui crediti che le spettano da Rokit, somma notevole se consideriamo che rappresenterebbe oltre un quinto del budget cap (145 milioni di $).

Jonathan Kendrick, patron di Rokit, non vuole però gettare la spugna: "Non abbiamo problemi a pagare quando otteniamo ciò per cui paghiamo. Vogliamo andare avanti nella questione ma in questo momento non possiamo commentare oltre", si legge in una nota, facendo riferimento all'emergenza COVID-19 che ha portato alla ridiscussione di molte sponsorizzazioni sportive. La causa potrebbe quindi non essere del tutto conclusa. La corte federale di Los Angeles, che ha seguito il contenzioso, ha però sottolineato come Rokit avesse "promesso senza ambiguità" di effettuare i pagamenti, rigettando ogni giustificazione.

Il gruppo Rokit, che opera in ambiti quali telefonia e bevande, è stato title sponsor della Williams nel 2019, e già in quel primo anno era stata firmata l'estensione dell'accordo fino a fine 2023. I test invernali del 2020 sono stati l'ultima occasione in cui abbiamo visto il marchio sulla livrea Williams, poi è avvenuto il divorzio durante il periodo di lockdown. Si mormorò persino che Rokit fosse pronta per unirsi ad un altro team di Formula 1, addirittura la Mercedes, scenario che non si è comunque verificato. Sono però proseguiti i legami con il team Venturi in Formula E e con il campionato femminile W Series.

Nella foto, la livrea Williams ai test invernali 2020 con il marchio Rokit, mai usata in gara

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone