16 Mag [23:01]

Fuji, gare: Palou rompe il ghiaccio

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Antonio Caruccio

La prima e tanto attesa vittoria di Alex Palou nella Formula 3 giapponese è arrivata. Lo spagnolo, proveniente dal vivaio di casa Campos in EuroFormula Open prima e GP3 poi, si è accasato in Giappone per quest’anno al fine di trovare uno sbocco per la sua carriera. Certamente conquistare la prima affermazione nella serie cadetta del Sol Levante al terzo tentativo, è già un buon biglietto da visita. La vittoria di Alex è arrivata in condizioni difficili, con l’abbondante pioggia che si è abbattuta sul circuito che sorge ai piedi del monte Fuji, e che non ha risparmiato emozioni.

Alle spalle di Alex ha infatti chiuso Mitsunori Takaboshi, che aveva dominato i primi due round, ma l’alfiere di casa B-Max è stato squalificato per irregolarità tecnica. Non meglio è andata a Sho Tsuboi, che aveva ereditato la piazza d’onore, ma che ha subito una penalità di 30 secondi per aver spinto fuori pista un altro concorrente. Medaglia d’argento quindi per il team Toda con Hiroki Otsu e Ye Hongli che ha completato il podio. Bello notare come due piccole realtà locali come Tomei e Toda appunto, abbiano potuto festeggiare un risultato così importante davanti a tutti, col team Three Bond che può celebrare la sua prima affermazione dal rientro in campionato.

Più lineare invece gara 2, sull’asciutto, con Palou che ha progressivamente perso posizioni sino al quarto posto e con Takaboshi che si è imposto per la quarta volta quest’anno, allungando anche nella classifica generale. A completare il podio Tsuboi e Ritomo Miyata, entrambi portacolori di casa Tom’s.

Sabato 13 maggio 2017, gara 1

1 – Alex Palou (Dallara F312-Tomei) – Three Bond – 15 giri 27’50”470
2 – Hiroki Otsu (Dallara F312-Toda) – Toda – 15”192
3 – Ye Hongli (Dallara F312-VW) – KRC – 25”734
4 – Sena Sakaguchi (Dallara F312-Toda) – HFDP – 27”195
5 – Ritomo Miyata (Dallara F312-Toyota) – Tom’s – 30”947
6 – Bruno Carneiro (Dallara F312-Mercedes) – Albirex – 33”620
7 – Sho Tsuboi (Dallara F312-Toyota) – Tom’s – 44”789
8 – Yoshiaki Katayama (Dallara F312-Mercedes) – Kokusai – 44”224
9 – Ai Miura (Dallara F312-VW) – B Max – 58”652
10 – Dragon (Dallara F308-Toyota) – B Max – 1’23”914
11 - Tairoku Yamaguchi (Dallara F312-VW) – Tairoku – 1’25”505
12 – Ryoya Hasegawa (Dallara F308-Toyota) – Albirex – 1’32”089
13 – Masayuki Ueda (Dallara F308-Toyota) - Rn-sports – 1’50”656
14 – Katsuaki Kubota (Dallara F308-Toyota) - Hanashima – 1 giro
15 – Alex Yang (Dallara F308-Toyota) – HU Racing – 1 giro
16 – Motoyoshi Yoshida (Dallara F308–Toyota) – B Max – 1 giro
17 – Syuji (Dallara F308-Toyota) – B Max – 1 giro

Giro più veloce: Sho Tsuboi 1’50”138

Escluso
Mitsunori Takaboshi

Domenica 14 maggio 2017, gara 2

1 - Mitsunori Takaboshi (Dallara F312-VW) – B Max – 21 giri 33’27”952
2 – Sho Tsuboi (Dallara F312-Toyota) – Tom’s – 2”012
3 – Ritomo Miyata (Dallara F312-Toyota) – Tom’s – 7”033
4 – Alex Palou (Dallara F312-Tomei) – Three Bond – 11”079
5 – Hiroki Otsu (Dallara F312-Toda) – Toda – 19”551
6 – Ai Miura (Dallara F312-VW) – B Max – 36”778
7 – Bruno Carneiro (Dallara F312-Mercedes) – Albirex – 37”231
8 - Tairoku Yamaguchi (Dallara F312-VW) – Tairoku – 37”735
9 – Yoshiaki Katayama (Dallara F312-Mercedes) – Kokusai – 38”234
10 – Ye Hongli (Dallara F312-VW) – KRC – 39”925
11 – Ryoya Hasegawa (Dallara F308-Toyota) – Albirex – 1 giro
12 – Alex Yang (Dallara F308-Toyota) – HU Racing – 1 giro
13 – Katsuaki Kubota (Dallara F308-Toyota) - Hanashima – 1 giro
14 – Dragon (Dallara F308-Toyota) – B Max – 1 giro
15 – Masayuki Ueda (Dallara F308-Toyota) - Rn-sports – 1 giro
16 – Motoyoshi Yoshida (Dallara F308–Toyota) – B Max – 1 giro
17 – Syuji (Dallara F308-Toyota) – B Max – 1 giro

Giro più veloce: Sho Tsuboi 1’34”831

Ritirati
0 giri – Sena Sakaguchi

Campionato
1. Takaboshi 63 punti; 2. Palou 52; 3. Tsuboi 23; 4. Miyata 22; 5. Otsu 19; 6. Sakaguchi 12; 7. Hongli 10; 8. Miura 4; 9. Katayama 2; 10. Yamaguchi & Carneiro 1.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone