formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
15 Set [13:21]

Sainteloc nel campionato 2023
Quale sarà il team che uscirà?

Massimo Costa

Italiaracing ha saputo che il prossimo anno, il campionato di Formula Regional European by Alpine avrà nel proprio schieramento una nuova squadra. Si tratta del Sainteloc Racing, già presente con successo nel GT World Challenge Endurance e Sprint (ha vinto lo scorso 4 settembre la 3 Ore di Hockenheim), nei rally e nel Trofeo Andros. Dal 2022, Sainteloc per la prima volta è entrato nel mondo delle monoposto partecipando alla F4 spagnola con Theophile Nael e schierando anche Ethan Ischer e Theodor Jensen.

L'anima dell'operazione è la famiglia Nael, che risiede a Saint-Etienne come il Sainteloc Racing oltre a Morgan Caron, ex FFSA nonché per un certo periodo parte dell'Allroad Management di Nicolas Todt. Nella F4 spagnola, il team francese è entrato a stagione avviata e come miglior risultato Nael ha ottenuto un ottavo posto ad Alcaniz gara 1. Sainteloc, nel proprio website, alla voce Monoposto, riporta chiaramente le proprie intenzioni: "La nuova sfida di Sainteloc apre nuovi orizzonti con l'arrivo nella F4 spagnola e con l'ambizione di creare una filiera legata alla piramide FIA".

Italiaracing ha tentato di avere ulteriori informazioni dall'ufficio stampa del team di Saint-Etienne, ma senza successo.

A questo punto, accertata da altre fonti la veridicità della notizia, la domanda è: quale sarà la squadra che cederà il posto a Sainteloc? Nel Regional by Alpine vi sono dodici team (Prema, R-Ace, ART, Van Amersfoort, MP Motorsport, Trident, Arden, RPM, Monolite, FA Racing, KIC, G4 Racing) con una media partenti di 33-36 monoposto ad evento. Un campionato in ottima salute anche se non mancano le difficoltà. Secondo le informazione raccolte a Spielberg da Italiaracing, potrebbe essere FA Racing (la seconda squadra di MP Motorsport) a lasciare il campo. Ma sono soltanto indiscrezioni.

11 Set [15:52]

Spielberg - Gara 2
David vince, Beganovic allunga

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Terza vittoria stagionale per Hadrien David, che a Spielberg ha dominato dall’inizio alla fine gara 2. Alle spalle del portacolori di R-Ace, infatti, Dino Beganovic si è limitato a conservare una seconda posizione importantissima in ottica campionato, che lo proietta a 253 punti, ben 56 in più rispetto a Gabriele Minì.

Il pilota del team ART ha fatto il possibile dalla settima casella dello schieramento, andando a portarsi subito in quinta piazza. Alla ripartenza dopo il primo regime di safety car ha scavalcato Gabriel Bortoleto, mettendosi nella scia di Joshua Dufek. Quest’ultimo però ha disputato un'altra splendida prova, priva di sbavature, assicurandosi un doppio podio assoluto che lo proietta a 54 punti, sette in meno rispetto al leader della classifica rookie Leonardo Fornaroli.



A Barcellona (14-16 ottobre) Beganovic avrà il primo matchpoint. Per conquistare matematicamente il titolo gli basterà non perdere punti nei confronti di Minì, che per prolungare la lotta fino all'ultima tappa del Mugello dovrà far scendere il divario sotto le 50 lunghezze. David invece con il successo odierno e con il doppio zero di Paul Aron, accompagnato sulla ghiaia da Tim Tramnitz mentre stava cercando di risalire il gruppo dalla 12esima casella, si è portato nella scia dell’estone, che ora insegue a distanza di quattro punti.

Doppio risultato in zona punti per i team Arden e Trident. La squadra inglese ha piazzato Joshua Durksen in sesta posizione e Eduardo Barrichello in ottava. A separarli Pierre-Louis Chovet, nuovamente in top-10 per RPM. Il pilota francese però da regolamento è trasparente ai fini della classifica, in quanto ha debuttato in campionato nell’ottavo appuntamento. Tramnitz e Fornaroli hanno invece chiuso nono e decimo per Trident, con Owen Tangavelou, 11esimo, che ha conquistato l’ultimo punto a disposizione.



La safety car è entrata in azione tre volte. La prima per il contatto tra Roman Bilinski e Esteban Masson nel corso del giro d’apertura. Al sesto giro i compagni di squadra in MP Motorsport Mari Boya e Dilano Van’t Hoff sono arrivati al contatto, finendo entrambi ko. Infine, Lorenzo Fluxa ha picchiato a due giri dal termine, congelando la corsa anzitempo. 10" di penalità per Maceo Capietto, che ha commesso un'infrazione nella procedura di partenza, e Francesco Braschi, che ha tamponato Matias Zagazeta. Peccato per il pilota di Cattolica, che aveva recuperato dall'ultima fila (in cui, così come Sami Meguetounif, è scattato in entrambe le gare per la sostituzione del motore non comunicata) fino alla 19esima posizione.

Domenica 11 settembre 2022, gara 2

1 - Hadrien David - R-Ace - 20 giri in 33’48”566
2 - Dino Beganovic - Prema - 0”368
3 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 0”848
4 - Gabriele Minì - ART - 0”957
5 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1”473
6 - Joshua Durksen - Arden - 1”659
7 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 2”326
8 - Eduardo Barrichello - Arden - 2”676
9 - Tim Tramnitz - Trident - 3”014
10 - Leonardo Fornaroli - Trident - 3”268
11 - Owen Tangavelou - RPM - 4”070
12 - Noel Leon - Arden - 4”237
13 - Victor Bernier - FA Racing - 5”371
14 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 6”294
15 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 7”441
16 - Paul Aron - Prema - 7”546
17 - Sebastian Montoya - Prema - 7”688
18 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 7”871
19 - Pietro Armanni - Monolite - 9”194
20 - Gillian Henrion - G4 Racing - 9”869
21 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 10”495
22 - Santiago Ramos - KIC - 10”825
23 - Piotr Wisnicki - KIC - 12”172
24 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 12”772
25 - Nicola Marinangeli - Monolite - 14”184
26 - Matias Zagazeta - G4 - 14”766
27 - Francesco Braschi - FA Racing - 18”197*
28 - Maceo Capietto - Monolite - 18”423*
29 - Sebastian Øgaard - KIC - 18”547

*10" di penalità 

Ritirati
Lorenzo Fluxa
Laurens Van Hoepen
Dilano Van’t Hoff
Mari Boya
Esteban Masson
Roman Bilinski

Il campionato
1.Beganovic 253 punti; 2.Minì 199; 3.Aron 176; 4.David 172; 5.Haverkort 153; 6.Bortoleto 127; 7.Belov 93; 8.Boya 69; 9.Fornaroli 61; 10.Dufek 54; 11.Montoya 44; 12.Barrichello 43; 13.Fluxa 37; 14.Tramnitz 36; 15.Durksen 27; 16.Meguetounif 21; 17.Bilinski 17; 18.Van Hoepen 14; 19.Tangavelou 7; 20.Capietto 6; 21.Leon 3; 22.Bernier 2; 23.Delli Guanti, Masson 1.‍‍

11 Set [10:25]

Spielberg - Qualifica 2
David e Beganovic in prima fila

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

La stagione 2022 di Formula Regional by Alpine potrebbe essere arrivata ad un punto di non ritorno. Dino Beganovic potrebbe infatti aver messo un altro tassello fondamentale nel proprio cammino verso il titolo grazie al primo tempo conquistato nel gruppo A. Nonostante la seconda batteria a scendere in pista sia stata ben quattro decimi più lenta rispetto alla prima, Beganovic è riuscito ad assicurarsi la prima fila e può sorridere guardando la griglia di partenza. Il primo degli inseguitori, Gabriele Minì, scatterà solamente dalla settima piazza, mentre Paul Aron, in pole nella mattinata di ieri, sarà 12esimo.

Il quarto tempo nel gruppo B di Minì è arrivato solamente all’ultimo giro a disposizione. Il pilota del team ART ha infatti rimediato una foratura durante i giri di riscaldamento ed è stato costretto ad una sosta ai box a sei minuti dalla fine. Con una gomma fresca Minì si è lanciato in un ultimo disperato tentativo e, nonostante un bloccaggio in curva 3, è riuscito a firmare il quarto crono, facendo anche segnare il record nell’ultimo settore.

La pole position assoluta è andata ad Hadrien David, che per soli 17 millesimi ha beffato un ottimo Owen Tangavelou, nuovamente secondo di batteria. Anche Pierre-Louis Chovet si è ben comportato, assicurandosi il terzo crono nel gruppo A. Per l’occasione il pilota francese ha come ingegnere di pista lo stesso Keith Donegan, supportato dall’esperto Roberto Cavallari.

A separare i due piloti di RPM sulla griglia ci saranno Joshua Dufek e Gabriel Bortoleto, mentre Dilano Van’t Hoff, Joshua Durksen e Tim Tramnitz completaranno la top-10. Eduardo Barrichello e Aron, entrambi in prima fila in gara 1, saranno nuovamente fianco a fianco, ma in 11esima e 12esima piazza. Il team Trident ha invece monopolizzato la settima fila con Leonardo Fornaroli e Roman Bilinski.

Un impatto violento con un cordolo ha costretto Maceo Capietto alla resa con la sospensione anteriore destra ko. Il pilota francese di Monolite ieri era stato velocissimo in qualifica, assicurandosi la settima casella della griglia. Non sarà invece della partita Tereza Babickova, alle prese con i postumi del violento incidente di gara 1, in cui ha tamponato il compagno di squadra Gillian Henrion in regime di safety car.

Domenica 11 settembre 2022, qualifica 2

1 - Hadrien David - R-Ace - 1'26”076 - Gruppo B
2 - Dino Beganovic - Prema - 1'26”401 - Gruppo A
3 - Owen Tangavelou - RPM - 1’26”093 - GB
4 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 1’26”531 - GA
5 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1'26”396 - GB
6 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 1’26”585 - GA
7 - Gabriele Minì - ART - 1’26”436 - GB
8 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 1’26”599 - GA
9 - Joshua Durksen - Arden - 1'26”489 - GB
10 - Tim Tramnitz - Trident - 1'26”614 - GA
11 - Eduardo Barrichello - Arden - 1'26”493 - GB
12 - Paul Aron - Prema - 1'26”698 - GA
13 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'26”544 - GB
14 - Roman Bilinski - Trident - 1’26”720 - GA
15 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’26”772 - GB
16 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’26”914 - GA
17 - Esteban Masson - ART - 1’26”791 - GB
18 - Mari Boya - MP Motorsport - 1’26”923 - GA
19 - Noel Leon - Arden - 1'26”839 - GB
20 - Sebastian Montoya - Prema - 1’26”932 - GA
21 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’27”042 - GB
22 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 1’26”940 - GA
23 - Nicola Marinangeli - Monolite - 1’27”059 - GB
24 - Victor Bernier - FA Racing - 1’27”011 - GA
25 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’27”095 - GB
26 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 1’27”156 - GA
27 - Matias Zagazeta - G4 - 1'27”160 - GB
28 - Pietro Armanni - Monolite - 1’27”219 - GA
29 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’27”286 - GB
30 - Santiago Ramos - KIC - 1’27”231 - GA
31 - Francesco Braschi - FA Racing - 1'27”354 - GB
32 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’27”590 - GA
33 - Gillian Henrion - G4 - 1’27”455 - GB
34 - Maceo Capietto - Monolite - 1’33”330 - GA
35 - Sebastian Øgaard - KIC - 1’27”496 - GB

10 Set [15:37]

Spielberg - Gara 1
Haverkort vince una corsa pazza
Beganovic allunga, disastro Aron

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Con una rimonta furiosa dalla 15esima posizione, Kas Haverkort ha vinto una gara pazza a Spielberg, firmando la seconda affermazione stagionale e cacciando i fantasmi che si erano affacciati nelle ultime gare. Dopo il successo di Budapest infatti, il pilota olandese aveva collezionato una serie di prove sottotono, e anche in mattinata nella qualifica 1 non aveva brillato.

Pochi istanti prima del via, però, uno scroscio di pioggia ha costretto la direzione gara a posticipare la partenza. Tutti i team hanno così potuto montare le gomme da bagnato a tutte le vetture. La gara è poi partita dietro la safety-car, ma solo per essere fermata dopo due passaggi con la bandiera rossa in seguito alle uscite di Tereza Babickova e Gillian Henrion. Anche Sebastian Montoya è stato autore di un testacoda davanti ai box a causa di una tamponata rimediata da Joshua Dufek.

Alla ripartenza, il poleman Paul Aron ha allungato sugli inseguitori, mentre alle sue spalle Gabriel Bortoleto e Hadrien David hanno optato per montare le gomme da asciutto. Nonostante gli intertempi dei due portacolori R-Ace non fossero in linea con quelli dei rivali sulle wet, diversi altri piloti hanno scelto di imitare la loro strategia. Tra questi, incredibilmente, anche lo stesso Aron, che ha preferito lasciare la vetta della corsa per fermarsi ai box.



Un giro più tardi è stata la volta di Montoya che, nonostante fosse 14esimo e ben lontano da Aron, con un giro in più sulle gomme da bagnato è riuscito a scavalcare l’estone. Solo a 10 minuti dal termine gli pneumatici da asciutto hanno cominciato a funzionare e, prima Aron e poi David, hanno firmato il giro più veloce. L'estone è andato all’attacco di Montoya, ma alla staccata di curva 3 ha chiuso troppo verso destra colpendo il compagno di squadra.

Aron è finito in testacoda, terminando la propria corsa nella ghiaia, mentre Montoya è riuscito a proseguire, beneficiando anche dell’ingresso della safety-car per ricompattarsi al gruppo. Nonostante qualche goccia di pioggia nel finale, Montoya è riuscito a rimontare fino alla decima piazza, conquistando l’ultimo punto disponibile, che gli è però stato tolto a motori spenti per un’infrazione commessa dagli uomini di Prema durante la bandiera rossa.

Nelle posizioni di testa nel frattempo ad ereditare il comando da Aron è stato Eduardo Barrichello. La leadership del pilota Arden è durata poco, con Pierre-Louis Chovet che al rientro nel campionato si è subito portato in testa. Alle sue spalle però, il duo di VAR composto da Kas Haverkort e Joshua Dufek ha iniziato una poderosa rimonta a suon di sorpassi, portandosi nella scia del francese di RPM prima dell’intervento della safety-car.

Alla ripartenza, Haverkort ha sferrato l’attacco decisivo, imitato pochi istanti più tardi da Dufek, che ha completato la doppietta del team olandese. Chovet si è comunque accontentato di un ottimo terzo posto che sa di riscatto dopo l’appiedamento dalla Formula 3 nel 2021 per motivi di sponsor.



Alle loro spalle, Dino Beganovic ha conquistato un quarto posto (ma prende i punti del terzo in quanto Chovet è trasparente ai fini della classifica) che sa di vittoria alla luce degli zeri di Aron, Bortoleto e David. Gabriele Minì, che al via aveva subito tentato di sorprendere il rivale al titolo, si è accontentato di un mesto settimo posto, cedendo il passo anche a Joshua Durksen, sesto alle spalle del compagno di squadra Barrichello. Beganovic vanta ora 48 punti di vantaggio nei confronti del siciliano e ben 59 su Aron.

Bella prova da parte di Laurens Van Hoepen, da 17esimo a ottavo, mentre gli esperti Lorenzo Fluxà e Mari Boya hanno chiuso la top-10. Owen Tangavelou e Maceo Capietto, molto bravi in qualifica, hanno perso terreno, chiudendo lontani dalla zona punti mentre, alla luce della penalità di Montoya, David è stato il migliore dei piloti ad aver effettuato il pit-stop passando dalle wet alle slick.

Sabato 10 settembre 2022, gara 1

1 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 18 giri in 46’06”410
2 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 2”566
3 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 2”579
4 - Dino Beganovic - Prema - 3”494
5 - Eduardo Barrichello - Arden - 4”390
6 - Joshua Durksen - Arden - 5”044
7 - Gabriele Minì - ART - 6”179
8 - Laurens Van Hoepen - ART - 8”233
9 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 9”387
10 - Mari Boya - MP Motorsport - 9”860
11 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 10”882
12 - Noel Leon - Arden - 11”157
13 - Hadrien David - R-Ace - 11”175
14 - Owen Tangavelou - RPM - 11”320
15 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 11”529
16 - Maceo Capietto - Monolite - 11”936
17 - Roman Bilinski - Trident - 12”011
18 - Francesco Braschi - FA Racing - 12”106
19 - Leonardo Fornaroli - Trident - 12”174
20 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 13”234
21 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 13”356
22 - Esteban Masson - ART - 14”109
23 - Nicola Marinangeli - Monolite - 14”207
24 - Santiago Ramos - KIC - 14”265
25 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 15”242
26 - Victor Bernier - FA Racing - 15”412
27 - Sebastian Øgaard - KIC - 16”259
28 - Piotr Wisnicki - KIC - 17”113
29 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 18”438
30 - Pietro Armanni - Monolite - 21”554
31 - Matias Zagazeta - G4 - 30”807
32 - Sebastian Montoya - Prema - 34”426*
33 - Tim Tramnitz - Trident - 1 giro

*25” di penalità

Ritirati
Paul Aron
Gillian Henrion
Tereza Babickova

Il campionato
1.Beganovic 235 punti; 2.Minì 187; 3.Aron 176; 4.Haverkort 153; 5.David 147; 6.Bortoleto 117; 7.Belov 93; 8.Boya 69; 9.Fornaroli 59; 10.Montoya 44; 11.Dufek 39; 12.Barrichello, Fluxa 37; 14.Tramnitz 32; 15.Meguetounif 21; 16.Durksen 19; 17.Bilinski 17; 18.Van Hoepen 14; 19.Capietto, Tangavelou 6; 21.Leon 3; 22.Bernier 2; 23.Delli Guanti, Masson 1.‍‍

10 Set [11:19]

Spielberg - Qualifica 1
Quinta pole di Aron, RPM super

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Quinta pole position stagionale per Paul Aron, che a Spielberg si è imposto nel gruppo A, il primo a scendere in pista. L’estone del team Prema ha avuto la meglio del compagno di squadra Dino Beganovic, con cui si è alternato al comando della sessione, grazie al tempo di 1’26”737. Il leader di campionato non è più riuscito a migliorarsi negli ultimi due passaggi, venendo scavalcato anche dal sorprendete Pierre-Louis Chovet.

Al rientro nel campionato, il pilota francese ha corso nel 2020 nella Formula Regional European e nel 2021 e 2022 nella Formula Regional Asia, Chovet ha sfiorato la pole position, chiudendo ad un solo decimo da Aron. Anche il compagno di squadra nel team Race Performance Motorsport Owen Tangavelou ha stupito, centrando il secondo tempo nel gruppo B. Il team irlandese di Keith Donegan monopolizzerà così la seconda fila della griglia per gara 1, in programma alle ore 13:45.

Al fianco di Aron ci sarà invece Eduardo Barrichello, risultato il più rapido nel gruppo B. Dopo aver disputato il miglior weekend in carriera a Spa, il brasiliano è riuscito a confermarsi nelle posizioni di testa in Austria, concretizzando l’ottimo potenziale mostrato da Arden nelle prove di giovedì e venerdì. Non è andata altrettanto bene al compagno di squadra Joshua Durksen, fermato da un problema alla copertura degli ammortizzatori.

Beganovic e Gabriele Minì, che occupano le prime due posizioni in classifica, scatteranno dalla terza fila dello schieramento grazie al terzo tempo nelle rispettive batterie. Alle loro spalle Maceo Capietto, poleman tra i rookie con Monolite Racing. Il pilota francese ha preceduto anche Hadrien David, ottavo per il team R-Ace, mentre Sebastian Montoya e Sami Meguetounif chiuderanno la top-10. Sesta fila per Joshua Dufek e Gabriel Bortoleto, mentre Tim Tramnitz e Leonardo Fornaroli scatteranno alle loro spalle.

Sabato 10 settembre 2022, qualifica 1

1 - Paul Aron - Prema - 1'26”737 - Gruppo A
2 - Eduardo Barrichello - Arden - 1'27”088 - Gruppo B
3 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 1’26”889 - GA
4 - Owen Tangavelou - RPM - 1’27”088 - GB
5 - Dino Beganovic - Prema - 1'26”941 - GA
6 - Gabriele Minì - ART - 1’27”109 - GB
7 - Maceo Capietto - Monolite - 1’27”149 - GA
8 - Hadrien David - R-Ace - 1'27”124 - GB
9 - Sebastian Montoya - Prema - 1’27”166 - GA
10 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’27”206 - GB
11 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 1’27”275 - GA
12 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1'27”258 - GB
13 - Tim Tramnitz - Trident - 1'27”307 - GA
14 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'27”325 - GB
15 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 1’27”404 - GA
16 - Joshua Durksen - Arden - 1'27”358 - GB
17 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’27”472 - GA
18 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’27”590 - GB
19 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 1’27”534 - GA
20 - Matias Zagazeta - G4 - 1'27”702 - GB
21 - Roman Bilinski - Trident - 1’27”708 - GA
22 - Esteban Masson - ART - 1’27”714 - GB
23 - Victor Bernier - FA Racing - 1’27”728 - GA
24 - Noel Leon - Arden - 1'27”757 - GB
25 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’27”751 - GA
26 - Francesco Braschi - FA Racing - 1'27”924 - GB
27 - Mari Boya - MP Motorsport - 1’27”790 - GA
28 - Nicola Marinangeli - Monolite - 1’28”151 - GB
29 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 1’27”824 - GA
30 - Sebastian Øgaard - KIC - 1’28”258 - GB
31 - Santiago Ramos - KIC - 1’28”233 - GA
32 - Gillian Henrion - G4 - 1’28”259 - GB
33 - Pietro Armanni - Monolite - 1’28”235 - GA
34 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’28”281 - GB
35 - Tereza Babickova - G4 - 1’29”116 - GA
36 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’28”440 - GB

9 Set [17:34]

Spielberg, libere 2
Minì sale in cattedra

Da Spielberg - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

La pioggia battente non ha dato tregua ai piloti della Formula Regional by Alpine nemmeno nel secondo e ultimo turno di prove libere. Rispetto alla mattinata le precipitazioni sono aumentate, ma nonostante le difficili condizioni del tracciato, solamente Hamda Al Qubaisi è uscita di pista, causando una bandiera rossa nelle prime fasi. A salire in cattedra dopo un avvio complicato sul circuito austriaco è stato Gabriele Minì, imprendibile con il tempo di 1’38”962. Nel finale il compagno di squadra Esteban Masson si è portato in seconda piazza, ma distante quasi sette decimi dal capo-classifica Minì.

Rispetto al turno precedente si sono quindi ribaltati gli equilibri tra i due contendenti al titolo, con Dino Beganovic solamente 18esimo. Paul Aron è invece risultato 11esimo, firmando lo stesso riferimento al millesimo di Leonardo Fornaroli. Dopo aver svettato nel primo turno Tim Tramnitz di Trident è risultato quarto nel sandwich Arden. Noel Leon è infatti terzo, mentre Joshua Durksen quinto.

Venerdì 9 settembre 2022, libere 2

1 - Gabriele Minì - ART - 1’38”962 - 24 giri
2 - Esteban Masson - ART - 1’39”605 - 20
3 - Noel Leon - Arden - 1’39”690 - 24
4 - Tim Tramnitz - Trident - 1’39”715 - 21
5 - Joshua Durksen - Arden - 1’39”775 - 21
6 - Sebastian Montoya - Prema - 1’39”820 - 21
7 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’39”831 - 20
8 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’39”843 - 20
9 - Mari Boya - MP Motorsport - 1’39”886 - 17
10 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 1’39”907 - 23
11 - Paul Aron - Prema - 1’40”076 - 22
12 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’40”076 - 18
13 - Maceo Capietto - Monolite - 1’40”120 - 19
14 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’40”184 - 25
15 - Owen Tangavelou - RPM - 1’40”238 - 19
16 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 1’40”271 - 22
17 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 1’40”363 - 19
18 - Dino Beganovic - Prema - 1’40”407 - 23
19 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 1’40”480 - 23
20 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’40”491 - 23
21 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 1’40”505 - 22
22 - Roman Bilinski - Trident - 1’40”587 - 21
23 - Hadrien David - R-Ace - 1’40”605 - 19
24 - Santiago Ramos - KIC - 1’40”637 - 20
25 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’40”654 - 23
26 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’40”661 - 20
27 - Victor Bernier - FA Racing - 1’40”709 - 22
28 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 1’40”726 - 19
29 - Francesco Braschi - FA Racing - 1’40”747 - 20
30 - Pietro Armanni - Monolite - 1’40”855 - 20
31 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’40”908 - 21
32 - Sebastian Øgaard - KIC - 1’41”047 - 20
33 - Nicola Marinangeli - Monolite - 1’41”101 - 18
34 - Gillian Henrion - G4 Racing - 1’42”224 - 21
35 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’43”148 - 22
36 - Tereza Babickova - G4 Racing - 1’44”355 - 19

9 Set [12:10]

Spielberg, libere 1
Tramnitz prima della pioggia

Da Spielberg - Mattia Tremolada

È stata ancora una volta la pioggia la grande protagonista della prima sessione di prove libere della Formula Regional by Alpine, tornata in azione a Spielberg dopo i due turni di test collettivi di giovedì. Il cielo nuvoloso ha concesso ai 36 protagonisti della serie di entrare in azione con pneumatici slick, nonostante qualche goccia abbia iniziato a cadere subito dopo l’inizio del turno. Tim Tramnitz si è portato al comando in 1’29”470, riferimento comunque ben distante dal’1'26"904 fatto segnare da Joshua Durksen nei test collettivi di ieri mattina. Paul Aron si è messo alle sue spalle, precedendo Francesco Braschi, già in top-10 nei test collettivi 2, Dino Beganovic e Roman Bilinski.

Dopo 10 minuti è stata esposta la bandiera rossa, causata dall’uscita di Owen Tangavelou e Tereza Babickova. Durante l’interruzione la leggera pioggia si è intensificata e tutti i piloti sono stati costretti a rientrare con le gomme da bagnato una volta che le due vetture sono rientrate in pit lane. A 10 minuti dal termine la sessione è stata nuovamente interrotta, questa volta a causa di un errore di Sebastian Øgaard. Il turno è brevemente ripreso, solo per essere nuovamente fermato da un’uscita del leader Tim Tramnitz.

Venerdì 9 settembre 2022, libere 1

1 - Tim Tramnitz - Trident - 1'29”470 - 17 giri
2 - Paul Aron - Prema - 1'29”991 - 18
3 - Francesco Braschi - FA Racing - 1’30”032 - 17
4 - Dino Beganovic - Prema - 1’30”013 - 16
5 - Roman Bilinski - Trident - 1’30”184 - 16
6 - Victor Bernier - FA Racing - 1’30”188 - 18
7 - Owen Tangavelou - RPM - 1’30”212 - 17
8 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 1’30”278 - 14
9 - Hadrien David - R-Ace - 1’30”381 - 17
10 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’30”555 - 18
11 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’30”670 - 18
12 - Matias Zagazeta - G4 - 1’30”884 - 20
13 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’30”953 - 17
14 - Sebastian Montoya - Prema - 1’31”131 - 18
15 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’31”204 - 17
16 - Mari Boya - MP Motorsport - 1’31”215 - 14
17 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 1’31”370 - 20
18 - Pietro Armanni - Monolite - 1’31”393 - 19
19 - Santiago Ramos - KIC - 1’31”441 - 20
20 - Gillian Henrion - G4 - 1'31”448 - 17
21 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’31”894 - 18
22 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’31”992 - 18
23 - Maceo Capietto - Monolite - 1’32”293 - 19
24 - Noel Leon - Arden - 1’32”312 - 20
25 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’32”646 - 19
26 - Nicola Marinangeli - Monolite - 1’32”986 - 16
27 - Gabriele Minì - ART - 1’33”126 - 20
28 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 1’33”289 - 16
29 - Tereza Babickova - G4 - 1’33”661 - 16
30 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’35”017 - 20
31 - Esteban Masson - ART - 1’35”436 - 20
32 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 1’35”672 - 16
33 - Sebastian Øgaard - KIC - 1’36”134 - 18
34 - Joshua Durksen - Arden - 1’38”952 - 18
35 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 1'39”646 - 14
36 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 2’13”105 - 2

8 Set [18:59]

Test a Spielberg, 2° giorno
Aron in testa, David insegue

Da Spielberg - Mattia Tremolada

Le condizioni meteo in continua evoluzione hanno segnato la seconda sessione di test collettivi della Formula Regional by Alpine. Il turno della durata di un’ora è infatti iniziato con l’asfalto bagnato, che è però andato via via asciugandosi, permettendo ai piloti di montare pneumatici da asciutto. Nel finale la condizione dell’asfalto è nettamente migliorata e i migliori tempi sono stati fatti segnare in questo frangente.

Paul Aron è riuscito a fermare il cronometro in 1’28”970, risultando l’unico a scendere sotto il muro dell’1’29”, dal momento che Hadrien David si è fermato sul tempo di 1’29”006. Sorprendente la prestazione di Matias Zagazeta, ottimo terzo in 1’29”021 nel giorno del suo compleanno, festeggiato in serata sotto la tenda di G4 Racing, dove è presente anche l'infortunato Axel Gnos. Il pilota svizzero ha ceduto il proprio sedile a Gillian Henrion, 21esimo, mentre l’altra new entry del team Tereza Babickova ha chiuso 35esima.

Ancora competitive le vetture di Arden, che dopo aver svettato nella prima sessione hanno chiuso in quarta posizione con Noel Leon, in quinta con Joshua Dürksen e in ottava con Eduardo Barrichello. A separarli i bravi Gabriel Bortoleto e Leonardo Fornaroli, sesto e settimo. Oltre al 17enne di Piacenza, Trident ha portato in top-10 anche Tim Tramnitz, nono nel giorno in cui è entrato a far parte di Infinity Sport Management, società che già cura gli interessi di alcuni colleghi tra i quali George, Russell, Logan Sargeant e Zagazeta.

Buona sessione anche per Francesco Braschi, decimo davanti al leader di campionato Dino Beganovic. Il pilota della Ferrari Driver Academy ha preceduto Maceo Capietto di Monolite, mentre il rivale Gabriele Minì non è andato oltre la 26esima piazza.

Giovedì 8 settembre 2022, 2° turno

1 - Paul Aron - Prema - 1'28”970 - 27 giri
2 - Hadrien David - R-Ace - 1'29”006 - 27
3 - Matias Zagazeta - G4 - 1'29”021 - 28
4 - Noel Leon - Arden - 1'29”184 - 28
5 - Joshua Durksen - Arden - 1'29”194 - 25
6 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1'29”276 - 26
7 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'29”354 - 28
8 - Eduardo Barrichello - Arden - 1'29”399 - 30
9 - Tim Tramnitz - Trident - 1'29”505 - 28
10 - Francesco Braschi - FA Racing - 1'29”575 - 24
11 - Dino Beganovic - Prema - 1'29”758 - 27
12 - Maceo Capietto - Monolite - 1’29”805 - 23
13 - Santiago Ramos - KIC - 1'29”877 - 26
14 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 1'30”052 - 26
15 - Victor Bernier - FA Racing - 1’30”289 - 27
16 - Sebastian Montoya - Prema - 1’30”344 - 27
17 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’30”531 - 15
18 - Pietro Armanni - Monolite - 1’31”004 - 24
19 - Owen Tangavelou - RPM - 1’31”145 - 27
20 - Sebastian Øgaard - KIC - 1’31”263 - 26
21 - Gillian Henrion - G4 - 1'32”786 - 20
22 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’33”111 - 24
23 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’33”397 - 26
24 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 1’33”483 - 23
25 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’34”646 - 22
26 - Gabriele Minì - ART - 1’35”090 - 23
27 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’35”101 - 29
28 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 1’35”414 - 18
29 - Esteban Masson - ART - 1’35”519 - 24
30 - Nicola Marinangeli - Monolite - 1’36”268 - 17
31 - Mari Boya - MP Motorsport - 1’36”486 - 15
32 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 1’36”743 - 19
33 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 1’36”961 - 18
34 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’37”119 - 20
35 - Tereza Babickova - G4 - 1’37”485 - 15
36 - Roman Bilinski - Trident - 1’38”134 - 22

8 Set [12:22]

Test a Spielberg, 1° turno
Due piloti Arden al comando

Jacopo Rubino - Dutch Photo Agency

La tappa della Formula Regional European Championship by Alpine a Spielberg, l'ottava nel calendario 2022, è anticipata dai test del giovedì divisi in due sessioni. Una buona occasione soprattutto per le novità nella lista iscritti: Pierre-Louis Chovet, al ritorno nella categoria, ha chiuso subito nono con la vettura del team RPM lasciata da Pietro Delli Guanti, mentre in casa G4 Racing sono arrivati Gillian Henrion, altra vecchia conoscenza che sostituisce l'infortunato Axel Gnos, e la debuttante Tereza Babickova che già conosce il telaio Tatuus T-318 grazie all'impegno nella W Series. Primi giri, con il team KIC, anche per il danese Sebastian Ogaard, vicecampione della F4 spagnola e già visto quest'anno in Euroformula. Per adesso ha marcato il 32esimo tempo.

Salendo in alto nella graduatoria, il primo turno odierno da tre ore si è concluso con una doppietta Arden: Joshua Durksen ha fermato i cronometri in 1'26"904, il compagno Eduardo Barrichello lo segue a 57 millesimi di distacco. I due sudamericani sono stati gli unici a scendere sotto al minuto e 27, muro sfiorato da Paul Aron, terzo davanti a Dino Beganovic, altro alfiere Prema e soprattutto leader di campionato.

Quinta posizione per Hadrien David, che precede Dilano Van't Hoff e il terzo portacolori della Arden, Noel Leon. In top 10 ci sono anche Roman Bilinski della Trident, il già citato Chovet e il nostro Gabriele Minì. Come abitudine, i distacchi al Red Bull Ring sono sempre molto contenuti, con oltre metà schieramento (24 macchine su 36) nello spazio di 1".

Tra gli italiani, 15esimo Leonardo Fornaroli, interessante anche la 18esima piazza occupata da Pietro Armanni, il migliore del trio Monolite che include anche Maceo Capietto (21esimo) e il confermato Nicola Marinangeli (28esimo), che ha esordito con la scuderia veneta nel precedente round di Spa-Francorchamps. 23esimo tempo per Francesco Braschi.

Da segnalare che diversi riferimenti cronometrici sono stati cancellati per il superamento dei track limits in curva 9 e 10, le ultime due del tracciato: per adesso si tratta solo di test collettivi, ma la questione potrebbe incidere molto nelle qualifiche.

Giovedì 8 settembre 2022, 1° turno

1 - Joshua Durksen - Arden - 1'26"904 - 47
2 - Eduardo Barrichello - Arden - 1'26"961 - 47
3 - Paul Aron - Prema - 1'27"082 - 50
4 - Dino Beganovic - Prema - 1'27"085 - 49
5 - Hadrien David - R-Ace - 1'27"119 - 51
6 - Dilano Van 'T Hoff - MP Motorsport - 1'27"169 - 47
7 - Noel Leon - Arden - 1'27"286 - 49
8 - Roman Bilinski - Trident - 1'27"298 - 51
9 - Pierre-Louis Chovet - RPM - 1'27"309 - 38
10 - Gabriele Minì - ART - 1'27"332 - 56
11 - Laurens Van Hoepen - ART - 1'27"336 - 57
12 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1'27"417 - 47
13 - Tim Tramnitz - Trident - 1'27"447 - 47
14 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1'27"454 - 49
15 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1'27"494 - 47
16 - Esteban Masson - ART - 1'27"645 - 55
17 - Mari Boya - MP Motorsport - 1'27"675 - 43
18 - Pietro Armanni - Monolite - 1'27"684 - 50
19 - Kas Haverkort - Van Amersfoort - 1'27"716 - 48
20 - Matias Zagazeta - G4 - 1'27"730 - 58
21 - Maceo Capietto - Monolite - 1'27"742 - 58
22 - Owen Tangavelou - RPM - 1'27"796 - 42
23 - Francesco Braschi - FA Racing - 1'27"819 - 51
24 - Joshua Dufek - Van Amersfoort - 1'27"837 - 44
25 - Sebastian Montoya - Prema - 1'27"930 - 47
26 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1'27"948 - 47
27 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1'28"112 - 49
28 - Nicola Marinangeli - Monolite - 1'28"230 - 30
29 - Levente Revesz - Van Amersfoort - 1'28"272 - 53
30 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1'28"315 - 59
31 - Santiago Ramos - KIC - 1'28"374 - 44
32 - Sebastian Ogaard - KIC - 1'28"442 - 39
33 - Victor Bernier - FA Racing - 1'28"586 - 5
34 - Piotr Wisnicki - KIC - 1'28"764 - 40
35 - Tereza Babickova - G4 - 1'28"920 - 49
36 - Gillian Henrion - G4 - 1'30"938 - 22

PrevPage 1 of 10Next

News

Regional by Alpine
v

FirstPrevPage 1 of 6NextLast
FirstPrevPage 1 of 6NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone