Regional by Alpine

Spa - Gara 1
Belov e G4 Racing nel diluvio

1 - Michael Belov - G4 Racing - 10 giri in 31’22”7362 - Hadrien David - R-Ace - 9”0693 - Zane Maloney - R-Ace - 11”8634 - Din...

Leggi »
Formula E

Londra - Gara 1
Dennis vince e avvicina Bird

Michele Montesano Ottima visione di gara, coadiuvato da una perfetta strategia, così Jake Dennis ha trionfato per la seconda...

Leggi »
Regional by Alpine

Spa - Qualifica 2
La prima di Belov e G4 Racing

1 - Michael Belov - G4 Racing - 2’15"7602 - Hadrien David - R-Ace - 2’16"2623 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’16"40...

Leggi »
F4 Italia

Imola - Gara 1
Bearman, sesta vittoria consecutiva

Due vittorie a Misano, tre a Vallelunga, una nella prima gara di Imola. Sono così diventati sei i successi consecutivi nella ...

Leggi »
Formula E

Londra - Qualifica 1
Lynn profeta in patria

Michele Montesano A cinque anni dall’ultimo ePrix, la Formula E è tornata a Londra. Questa volta ad ospitare il campionato f...

Leggi »
Regional by Alpine

Spa - Qualifica 1
La pioggia non ferma Saucy

1 - Gregoire Saucy - ART - 2’35"3632 - Gabriele Minì - ART - 2’35"4763 - David Vidales - Prema - 2’35"9824 - H...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
24 Lug [20:23]

Spa - Gara 1
Belov e G4 Racing nel diluvio

Da Spa - Mattia Tremolada

È arrivata sotto il diluvio di Spa-Francorchamps la prima vittoria della storia di G4 Racing. La squadra svizzera della famiglia Gnos, che ha scelto Barcellona come propria sede operativa, è stata portata in trionfo da un grande Michael Belov, che dopo aver fatto segnare la pole position sull'asfalto asciutto, non si è fatto intimidire dalla copiosa pioggia che ha iniziato a cadere nel corso del giro di allineamento, non scomponendosi nemmeno davanti al tentativo di attacco di Hadrien David in curva 1. Belov è poi andato ad allungare sui propri avversari, tagliando il traguardo con 9 secondi di vantaggio sullo stesso pilota francese.

Una bella storia di riscatto quella del pilota russo, rimasto tagliato fuori dal programma SMP (in difficoltà finanziaria) al termine della passata stagione. A corto di budget Belov è rimasto senza sedile fino alla chiamata di JD Motorsport alla vigilia dell'appuntamento di Le Castellet della Formula Regional by Alpine. In Francia il 19enne di Mosca è subito riuscito a conquistare un clamoroso doppio podio in una griglia di ben 35 vetture. Questi risultati gli hanno garantito un sedile per i rimanenti sei appuntamenti proprio con G4 Racing, alla ricerca di un pilota di riferimento da affiancare al rookie Axel Gnos. E subito alla seconda occasione è arrivata la pole position, seguita dalla vittoria, il tutto con una squadra al debutto nella serie.

Secondo posto per David, che ha strappato la medaglia d'argento dalle mani di Zane Maloney nel corso del penultimo giro, sfruttando un errore del compagno di squadra, che al via era balzato dalla quinta alla seconda piazza. Con il quarto posto assoluto e la vittoria tra i rookie, Dino Beganovic salva il bilancio della Prema, che ha visto girarsi alla prima curva Paul Aron, poi 18esimo, e finire ko David Vidales nel corso del terzo giro di gara. L'uscita del pilota spagnolo, ai piedi del podio in quel momento, ha portato all'ingresso della safety car, rimasta in pista a lungo.

Il team ART è riuscito a portare tutti e tre i proprio portacolori in zona punti, con Patrik Pasma quinto davanti a Gabriele Minì, e Gregoire Saucy ottavo. Sfruttando la confusione creatasi al primo giro, il leader di campionato è riuscito a balzare dalla 24esima casella della griglia alla decima, risalendo poi due posizioni per conquistare 4 punti, limitando i danni nei confronti dei rivali al titolo, con David che rimane lontano a 48 punti di distanza. In top-10 anche le due Arden di William Alatalo e Alex Quinn, ben lontano dal livello mostrato lo scorso anno, quando dominò gara 2 dell'Eurocup sul bagnato.

Sono invece rimasti esclusi dalla zona punti i tre piloti di VAR, Mari Boya, Lorenzo Fluxa e Francesco Pizzi, in gran rimonta dalla 25esima piazza. 15esimo Pietro Delli Guanti, che ha preceduto Elias Seppanen e Andrea Rosso, in rimonta dopo aver stallato al via. Come lui, anche Franco Colapinto, che ha poi tamponato Alexandre Bardinon, mettendo fine alla gara di entrambi, e Isack Hadjar, che ha chiuso in settima posizione. 19esimo al debutto Dexter Patterson, che domani scatterà dalla decima piazza con la monoposto di Monolite.

Bella rimonta dalla 30esima posizione per Gnos, capace di balzare addirittura in 17esima piazza nel corso dei primi due giri. Nel finale il pilota svizzero ha perso qualche posizione, chiudendo davanti a Ido Cohen, che come i tre piloti di KIC era partito con gomme slick, salvo poi fermarsi ai box al termine del giro di formazione per montare quelle da bagnato. Non è stato altrettanto fortunato Jasin Ferati, finito a muro dopo poche curve, portando la direzione gara a concedere un giro di formazione extra.

Sabato 24 luglio 2021, gara 1


1 - Michael Belov - G4 Racing - 10 giri in 31’22”736
2 - Hadrien David - R-Ace - 9”069
3 - Zane Maloney - R-Ace - 11”863
4 - Dino Beganovic - Prema - 15”717
5 - Patrik Pasma - ART - 17”428
6 - Gabriele Minì - ART - 18”015
7 - Isack Hadjar - R-Ace - 20”182
8 - Gregoire Saucy - ART - 20”831
9 - William Alatalo - Arden - 25”341
10 - Alex Quinn - Arden - 27”214
11 - Mari Boya - VAR - 28”719
12 - Lorenzo Fluxa - VAR - 34”002
13 - Francesco Pizzi - VAR - 34”484
14 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 35”400
15 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 36”554
16 - Elias Seppanen - KIC - 38”728
17 - Andrea Rosso - FA Racing - 41”419
18 - Paul Aron - Prema - 42”384
19 - Dexter Patterson - Monolite - 45”152
20 - Axel Gnos - G4 Racing - 45”698
21 - Ido Cohen - JD Motorsport - 49”260
22 - Tommy Smith - JD Motorsport - 52”431
23 - Nico Gohler - KIC - 55”045
24 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 1’01”938
25 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 1’03”844
26 - Nicola Marinangeli - Arden - 1’14”985
27 - Lena Buhler - R-Ace - 1’22”918

Ritirati
Gabriel Bortoleto
Emidio Pesce
Franco Colapinto
Alexandre Bardinon
David Vidales
Jasin Ferati

Giro più veloce: Michael Belov in 2’34”930

Il campionato
1.Saucy 164 punti; 2.David 116; 3.Maloney 106; 4.Hadjar 99; 5.Minì 97; 6.Aron 90; 7.Quinn 80; 8.Alatalo 72; 9.Pasma 55; 10.Vidales 52; 11.Boya 29; 12.Colapinto 28; 13.Belov 27; 14.Ten Brinke 26; 15.Beganovic 24; 16.Haverkort 16; 17.Rosso 14; 18.Pizzi 10; 19.Goehte 3; 20.Bortoleto 2; 21.Seppanen 1.‍‍

24 Lug [17:44]

Spa - Qualifica 2
La prima di Belov e G4 Racing

Da Spa - Mattia Tremolada

Se la pioggia caduta nel corso del primo turno di qualifica non era riuscita a fermare Gregoire Saucy, lo ha fatto Michael Belov, che nel Q2 (valido per la griglia di gara 1 che scatterà alle 19:25) è riuscito a far segnare la prima pole position stagionale, mettendo fine alla striscia di cinque partenze al palo consecutive del pilota svizzero. La parola d'ordine di questo secondo turno è stata "scia", con tutte e 33 le vetture iscritte che sono scese in pista in contemporanea, iniziando una lunga bagarre per accaparrarsi il miglior traino possibile. Sfruttando alla perfezione la scia della vettura davanti, è infatti possibile guadagnare fino a mezzo secondo sul lungo rettifilo che porta dalla Source a Les Combes, passando ovviamente per l'iconica Eau Rouge-Raidillon.

I tre piloti del team ART, per evitare di dare la propria scia ai rivali di R-Ace, hanno percorso un drive through in pit lane al termine del giro di lancio, rientrando però in mezzo al gruppo. Saucy e Minì non sono più riusciti a trovare il giusto spazio nei 20 minuti di prove, venendo ripetutamente rallentati dal traffico delle vetture più lente. Solo nell'ultimo tentativo a disposizione Saucy è riuscito a lanciarsi, ma ha commesso un errore fatale a Stavelot, finendo nella ghiaia e rimanendo così confinato in 24esima posizione, mentre Minì non è andato oltre la 12esima. Entrambi hanno però il passo per risalire il gruppo, sfruttando anche i lunghi rettifili di Spa.

Belov ha invece gestito alla perfezione il proprio turno di qualifica, trovando il giusto traino in Pietro Delli Guanti, e firmando la pole in 2'15"760, ben sei decimi più rapido del secondo classificato. Per G4 Racing si tratta della prima pole nella propria breve storia, che va ad aggiungersi ai podi conquistati nella Formula 4 spagnola 2019 con Axel Gnos, oggi 30esimo. Niente da fare per Hadrien David e Isack Hadjar, che hanno chiuso in seconda e terza piazza, precedendo un ottimo Dino Beganovic. Il pilota svedese di Prema ha mostrato fin dai test di essere a proprio agio sul circuito belga, mettendosi subito a guidare la pattuglia delle vetture tricolori, ed è stato bravo a non lasciarsi demoralizzare da una Q1 complicata sull'asfalto bagnato.

Terza fila dello schieramento per Zane Maloney e Paul Aron, che hanno preceduto Franco Colapinto e David Vidales, che si sono confermati in top-10 come nel Q1. William Alatalo è nono, davanti a Patrik Pasma ed Alex Quinn, vincitore proprio a Spa lo scorso anno nell'Eurocup. Positiva la prova di Ido Cohen, 14esimo al debutto con JD Motorsport, mentre Eduardo Barrichello ha chiuso poco distante, in 16esima piazza. Seguono i due italiani Pietro Delli Guanti e Andrea Rosso, che divideranno la nona fila, mentre Kas Haverkort e Dexter Patterson hanno perso terreno dopo un Q1 brillante. Gli altri piloti tricolori sono più staccati, con Francesco Pizzi 25esimo, Emidio Pesce 28esimo e Nicola Marinangeli 29esimo.

Sabato 24 luglio 2021, qualifica 2

1 - Michael Belov - G4 Racing - 2’15"760
2 - Hadrien David - R-Ace - 2’16"262
3 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’16"407
4 - Dino Beganovic - Prema - 2’16"471
5 - Zane Maloney - R-Ace - 2’16"593
6 - Paul Aron - Prema - 2’16"604
7 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 2’16"717
8 - David Vidales - Prema - 2’16"768
9 - William Alatalo - Arden - 2’16"803
10 - Patrik Pasma - ART - 2’16"895
11 - Alex Quinn - Arden - 2’17"056
12 - Gabriele Minì - ART - 2’17"118
13 - Mari Boya - VAR - 2'17"251
14 - Ido Cohen - JD Motorsport - 2’17"378
15 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 2'17"383
16 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 2’17"404
17 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 2’17"614
18 - Andrea Rosso - FA Racing - 2’17"640
19 - Elias Seppanen - KIC - 2’17"667
20 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 2’17"701
21 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 2’17"720
22 - Dexter Patterson - Monolite - 2’17"782
23 - Lorenzo Fluxa - VAR - 2’17"850
24 - Gregoire Saucy - ART - 2’17"976
25 - Francesco Pizzi - VAR - 2'17"978
26 - Tommy Smith - JD Motorsport - 2’18"178
27 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 2’18"220
28 - Emidio Pesce - DR Formula - 2’18"283
29 - Nicola Marinangeli - Arden - 2’18"318
30 - Axel Gnos - G4 Racing - 2'18"624
31 - Nico Gohler - KIC - 2’18"625
32 - Jasin Ferati - KIC - 2’18"644
33 - Lena Buhler - R-Ace - 2’19"375

24 Lug [12:27]

Spa - Qualifica 1
La pioggia non ferma Saucy

Da Spa - Mattia Tremolada

Cambiano le condizioni atmosferiche, ma non i valori in campo. Nemmeno la pioggia caduta nel corso del primo turno di qualifiche della Formula Regional by Alpine a Spa-Francorchamps è infatti riuscita a spodestare Gregoire Saucy dalla prima posizione, con il pilota svizzero che ha conquistato l'ottava pole position stagionale davanti al compagno di squadra Gabriele Minì. Pochi minuti prima dell'avvio del Q1, una leggera pioggia aveva iniziato a bagnare il circuito belga, rendendo l'asfalto insidioso. Tutti i piloti sono comunque entrati con le gomme slick, ma già nel corso del primo giro cronometrato Oliver Goethe è andato a sbattere alla staccata di Les Combes, danneggiando il braccetto anteriore sinistro.

Inizialmente la direzione gara ha deciso di congelare le ostilità con il regime di Full Course Yellow, ma dopo pochi minuti è stata esposta la bandiera rossa. Mentre tutti i piloti si trovavano in corsia box, senza aver ancora messo a segno un tempo utile, la pioggia ha iniziato a cadere copiosa, portando tutte le squadre a sostituire le gomme slick con quelle da bagnato. La qualifica è quindi iniziata di fatto in quel momento, e ha visto mettersi subito in evidenza Zane Maloney, a lungo in testa alla classifica.

La coppia di ART formata da Saucy e Minì è però sempre rimasta nelle posizioni di vertice, dando la zampata decisiva nel finale, monopolizzando nuovamente la prima fila come accaduto a Zandvoort. La classifica del Q1 è però valida per gara 2, in programma domani, mentre sarà la qualifica di questo pomeriggio a stabilire la griglia di partenza della corsa che scatterà alle 19:25 di stasera. Alle loro spalle si è portato David Vidales, tornato finalmente nelle posizioni di vertice dopo aver sofferto in qualifica negli appuntamenti precedenti. Più sfortunato Paul Aron, che ha visto cancellare il proprio miglior riferimento per track limits, chiudendo comunque settimo. Quarta e quinta piazza per Hadrien David e Maloney, mentre Isack Hadjar si aspettava certamente di più della 16esima posizione.

Buon sesto Kas Haverkort, che proprio a Spa nel 2020 fece due volte quinto in gara nelle vesti di wild card. Spazio in top-10 anche per Franco Colapinto, autore di un testacoda a Pouhon, Elias Seppanen e un ottimo Dexter Patterson. Al debutto con la monoposto di Monolite Racing, il pilota scozzese ha dimostrato di essere competitivo sia su asfalto asciutto, sfiorando i primi dieci nelle libere 2 di ieri, sia su asfalto bagnato, estraendo dal cilindro un ottimo giro nelle battute conclusive del Q1. Più in difficoltà invece Pietro Delli Guanti, che sotto la pioggia non è riuscito a confermarsi sul podio virtuale della classifica rookie come accaduto ieri.

Undicesima piazza per Michael Belov di G4 Racing, attardato dopo aver dominato le libere del venerdì. 13esimo Patrik Pasma, dopo il cambio di casacca da KIC ad ART Gp, mentre Francesco Pizzi ha chiuso 15esimo e sesto tra i rookie, nonostante abbia perso la giornata di test collettivi di mercoledì. 18esimo l'altro debuttante Ido Cohen, che ha messo alle proprie spalle il compagno in JD Eduardo Barrichello. In difficoltà il resto della pattuglia tricolore, con Andrea Rosso 24esimo, Emidio Pesce 26esimo, Delli Guanti 27esimo e Nicola Marinangeli 28esimo.

Sabato 24 luglio 2021, qualifica 1

1 - Gregoire Saucy - ART - 2’35"363
2 - Gabriele Minì - ART - 2’35"476
3 - David Vidales - Prema - 2’35"982
4 - Hadrien David - R-Ace - 2’36"324
5 - Zane Maloney - R-Ace - 2’36"804
6 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 2’36"849
7 - Paul Aron - Prema - 2’36"869
8 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 2’36"964
9 - Elias Seppanen - KIC - 2’37"013
10 - Dexter Patterson - Monolite - 2’37"112
11 - Michael Belov - G4 Racing - 2’37"132
12 - Mari Boya - VAR - 2'37"142
13 - Patrik Pasma - ART - 2’37"669
14 - Lorenzo Fluxa - VAR - 2’37"683
15 - Francesco Pizzi - VAR - 2'37"792
16 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’37"809
17 - William Alatalo - Arden - 2’37"854
18 - Ido Cohen - JD Motorsport - 2’37"874
19 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 2’38"092
20 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 2’38"272
21 - Alex Quinn - Arden - 2’38"488
22 - Tommy Smith - JD Motorsport - 2’38"666
23 - Dino Beganovic - Prema - 2’38"935
24 - Andrea Rosso - FA Racing - 2’39"267
25 - Nico Gohler - KIC - 2’40"633
26 - Emidio Pesce - DR Formula - 2’41"271
27 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 2’42"710
28 - Nicola Marinangeli - Arden - 2’43"380
29 - Axel Gnos - G4 Racing - 2’43"653
30 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 2’44"871
31 - Lena Buhler - R-Ace - 2’44"901
32 - Jasin Ferati - KIC - 2’45"273
33 - Oliver Goethe - MP Motorsport - nessun tempo

23 Lug [15:55]

Spa, libere 2
Belov si conferma al comando

Da Spa - Mattia Tremolada

Se nel primo turno di prove libere erano stati 21 i millesimi di differenza tra il leader Michael Belov e Gregoire Saucy, nella seconda sessione il divario è leggermente aumentato, salendo a 43 millesimi, sempre a favore del pilota russo di G4 Racing che, trovato un sedile a tempo pieno nella serie, si sta rilevando uno dei protagonisti del campionato. Rispetto alle libere 1, i tempi di tutti i piloti si sono alzati di oltre un secondo, con il riferimento record che è passato da 2’14"518 a 2'15"777. Hadrien David si è confermato in terza posizione, mentre sono migliorati i suoi compagni di squadra in R-Ace, che hanno chiuso alle sua spalle, con Zane Maloney quarto e Isack Hadjar quinto.

Ancora competitive le tre monoposto di Prema, con Dino Beganovic che ha preceduto i più esperti compagni di squadra Paul Aron e David Vidales. Patrik Pasma sale in nona pizza, mentre Gabriele Minì scende in 16esima. Prestazione da incorniciare per Monolite Racing, con un ottimo Pietro Delli Guanti, decimo assoluto e terzo tra i rookie, e Dexter Patterson, di poco alle sue spalle in 12esima posizione, staccato di meno di un secondo dalla vetta. Decisamente positiva anche la sessione di Nicola Marinangeli, buon 14esimo davanti al debuttante Ido Cohen, in costante crescita con la monoposto di JD Motorsport. 

La rottura del motore ha costretto Franco Colapinto a saltare di fatto la sessione, mentre Francesco Pizzi ha sofferto di un problema elettronico al cambio, in modo simile a quanto accaduto nelle libere 1 al compagno di squadra Mari Boya. Il pilota spagnolo è stato velocissimo e avrebbe un tempo teorico che lo porterebbe in terza piazza, ma ha visto ben 7 giri cancellati dal direttore di gara per track limits, chiudendo nelle retrovie.

Venerdì 23 luglio 2021, libere 2

1 - Michael Belov - G4 Racing - 2’15"777 - 17 giri
2 - Gregoire Saucy - ART - 2’15"820 - 18
3 - Hadrien David - R-Ace - 2’16"034 - 17
4 - Zane Maloney - R-Ace - 2’16"165 - 17
5 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’16"180 - 17
6 - Dino Beganovic - Prema - 2’16"199 - 16
7 - Paul Aron - Prema - 2’16"262 - 16
8 - David Vidales - Prema - 2’16"301 - 14
9 - Patrik Pasma - ART - 2’16"349 - 18
10 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 2’16"577 - 15
11 - William Alatalo - Arden - 2’16"588 - 15
12 - Dexter Patterson - Monolite - 2’16”621 - 14
13 - Alex Quinn - Arden - 2’16"643 - 17
14 - Nicola Marinangeli - Arden - 2’16"843 - 16
15 - Ido Cohen - JD Motorsport - 2’16"889 - 16
16 - Gabriele Minì - ART - 2’16"894 - 17
17 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 2’16"914 - 16
18 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 2’17"039 - 16
19 - Elias Seppanen - KIC - 2’17"097 - 15
20 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 2’17"142 - 16
21 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 2’17"164 - 5
22 - Lorenzo Fluxa - VAR - 2’17"207 - 16
23 - Andrea Rosso - FA Racing - 2’17"269 - 15
24 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 2’17"279 - 16
25 - Jasin Ferati - KIC - 2’17"525 - 15
26 - Tommy Smith - JD Motorsport - 2’17"630 - 15
27 - Emidio Pesce - DR Formula - 2’17"843 - 14
28 - Francesco Pizzi - VAR - 2'17"844 - 10
29 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 2’17"885 - 16
30 - Nico Gohler - KIC - 2’17"966 - 16
31 - Mari Boya - VAR - 2'17"980 - 16
32 - Axel Gnos - G4 Racing - 2’18"219 - 17
33 - Lena Buhler - R-Ace - 2’18"441 - 15

23 Lug [12:03]

Spa, libere 1
Belov beffa Saucy

Da Spa - Mattia Tremolada

‍Con un colpo di reni proprio nell'ultimo giro a disposizione, Michael Belov è riuscito a portare la propria monoposto del team G4 Racing in prima posizione nel turno di prove libere che ha aperto la giornata di venerdì del sesto appuntamento della Formula Regional by Alpine. Il pilota russo è riuscito a beffare di soli 21 millesimi il leader di campionato Gregoire Saucy, che si conferma comunque velocissimo sul circuito di Spa dopo aver svettato nei test collettivi di mercoledì. In grande spolvero anche il team R-Ace, che ha portato tre vetture nelle prime sette posizioni. Hadrien David è terzo a due decimi dalla vetta, Isack Hadjar quinto ma primo tra i rookie e Zane Maloney è settimo.

Tra i piloti della squadra francese si sono inseriti un ritrovato Franco Colapinto, quarto, e Paul Aron, sesto. In top-10 hanno chiuso anche le altre due monoposto di Prema, con Dino Beganovic ottavo e David Vidales nono. William Alatalo ha preceduto Gabriele Minì, 11esimo, mentre il nuovo innesto in ART Gp Patrik Pasma è risultato 13esimo. Positivo il turno di Pietro Delli Guanti, che si conferma quinto tra i rookie, mentre Dexter Patterson sulla seconda vettura di Monolite è risultato 20esimo. Meglio di lui ha fatto l'altro debuttante Ido Cohen, 17esimo davanti al compagno in JD Eduardo Barrichello.

Francesco Pizzi è regolarmente tornato al volante della propria monoposto del team Van Amersfoort, dopo aver saltato la giornata di test collettivi di mercoledì. Il pilota italiano è 21esimo, mentre gli altri piloti tricolori hanno chiuso alle sue spalle, con Andrea Rosso 25esimo, Nicola Marinangeli 26esimo ed Emidio Pesce 30esimo. Un'uscita di pista di Alexandre Bardinon ha portato all'interruzione del turno quando mancavano 8 minuti al termine, mentre Mari Boya non è riuscito a mettere a segno un riferimento utile.

Venerdì 23 luglio 2021, libere 1

1 - Michael Belov - G4 Racing - 2’14"518 - 15 giri
2 - Gregoire Saucy - ART - 2’14"539 - 14
3 - Hadrien David - R-Ace - 2’14"728 - 15
4 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 2’14"789 - 15
5 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’14"911 - 15
6 - Paul Aron - Prema - 2’14"922 - 14
7 - Zane Maloney - R-Ace - 2’15"014 - 15
8 - Dino Beganovic - Prema - 2’15"024 - 14
9 - David Vidales - Prema - 2’15”142 - 14
10 - William Alatalo - Arden - 2’15"238 - 13
11 - Gabriele Minì - ART - 2’15”425 - 16
12 - Alex Quinn - Arden - 2’15"492 - 14
13 - Patrik Pasma - ART - 2’15”614 - 15
14 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 2’15"861 - 14
15 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 2’15"916 - 13
16 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 2’15"918 - 15
17 - Ido Cohen - JD Motorsport - 2’16"125 - 13
18 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 2’16”202 - 14
19 - Lorenzo Fluxa - VAR - 2’16”228 - 15
20 - Dexter Patterson - Monolite - 2’16”251 - 13
21 - Francesco Pizzi - VAR - 2'16"304 - 12
22 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 2’16"333 - 12
23 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 2’16”487 - 14
24 - Elias Seppanen - KIC - 2’16"519 - 13
25 - Andrea Rosso - FA Racing - 2’16"522 - 14
26 - Nicola Marinangeli - Arden - 2’16"541 - 13
27 - Tommy Smith - JD Motorsport - 2’16"630 - 14
28 - Axel Gnos - G4 Racing - 2’16"644 - 15
29 - Nico Gohler - KIC - 2’16"853 - 14
30 - Emidio Pesce - DR Formula - 2’16"877 - 13
31 - Lena Buhler - R-Ace - 2’17"355 - 13
32 - Jasin Ferati - KIC - 2’18"444 - 15
33 - Mari Boya - VAR - nessun tempo

21 Lug [11:54]

Spa, test collettivi
Belov a caccia di Saucy

Mattia Tremolada

Una sessione di test collettivi della durata di tre ore ha aperto il lungo fine settimana di Spa-Francorchamps della Formula Regional by Alpine, tornata in azione per la seconda metà di campionato dopo un mese di pausa. A svettare è stato ancora una volta l'incontenibile leader di campionato Gregoire Saucy, che ha dettato il passo in 2'15"206, percorrendo 40 passaggi, più di chiunque altro insieme al compagno di squadra Gabriele Minì, sesto a soli quattro decimi di distanza. Il pilota siciliano ha chiuso anche alle spalle del nuovo portacolori di ART Gp, Patrik Pasma, quinto alla prima presa di contatto con la monoposto guidata da Thomas Ten Brinke fino a Zandvoort.

È diventata ormai una costante la presenza nelle prime posizioni di Michael Belov, secondo ad un decimo di ritardo da Saucy con il team G4 Racing. Chissà che il russo non possa essere l'anti-Saucy nella seconda metà di campionato. Terzo un ritrovato Franco Colapinto, vincitore a Spa nel 2020 e già tornato nelle posizioni di vertice in Olanda, rimediando ad un avvio di stagione da dimenticare. Buona la prestazione di Isack Hadjar, quarto assoluto e primo tra i rookie, nonché il migliore tra i piloti di R-Ace. Hadrien David e Zane Maloney hanno comunque chiuso in top-10, rispettivamente settimo e decimo. Tra loro si sono infilate le due Prema di David Vidales e Dino Beganovic, mentre il programma di Paul Aron è stato rallentato da un'uscita di pista, così come per Andrea Rosso.

Buona prestazione per Pietro Delli Guanti, 14esimo assoluto e quinto tra i rookie, mentre si è adattato velocemente alla Tatuus T-318 anche il suo nuovo compagno di squadra in Monolite Racing Dexter Patterson, 17esimo a 1"6 dalla vetta. Tempo incoraggiante anche per Eduardo Barrichello, 15esimo, mentre Ido Cohen, al debutto con JD Motorsport, è risultato 22esimo. In difficoltà il team KIC Motorsport, che, orfano di Pasma, ha piazzato tutti e tre i propri piloti nelle retrovie, con Jasin Ferati in ultima posizione. Assente Francesco Pizzi, che a causa di un contrattempo non ha potuto raggiungere Spa in tempo per prendere parte alla sessione. Il pilota italiano sarà regolarmente al via delle prove libere di venerdì con il team Van Amersfoort. È invece finita la stagione di Brad Benavides, che ha deciso di separarsi dal team DR Formula, presente in Belgio solamente con Emidio Pesce.

Mercoledì 21 luglio 2021, test collettivi

1 - Gregoire Saucy - ART - 2’15”206 - 40 giri
2 - Michael Belov - G4 Racing - 2’15”373 - 31
3 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 2’15”454 - 27
4 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’15”491 - 31
5 - Patrik Pasma - ART - 2’15”586 - 37
6 - Gabriele Minì - ART - 2’15”694 - 40
7 - Hadrien David - R-Ace - 2’15”733 - 31
8 - David Vidales - Prema - 2’15”974 - 33
9 - Dino Beganovic - Prema - 2’16”092 - 36
10 - Zane Maloney - R-Ace - 2’16”132 - 32
11 - Alex Quinn - Arden - 2’16”253 - 27
12 - Mari Boya - VAR - 2’16”377 - 34
13 - Paul Aron - Prema - 2’16”406 - 16
14 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 2’16”729 - 33
15 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 2’16”743 - 29
16 - William Alatalo - Arden - 2’16”806 - 30
17 - Dexter Patterson - Monolite - 2’16”807 - 28
18 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 2’16”828 - 34
19 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 2’16”846 - 31
20 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 2’16”854 - 23
21 - Lorenzo Fluxa - VAR - 2’16”962 - 34
22 - Ido Cohen - JD Motorsport - 2’17”233 - 26
23 - Andrea Rosso - FA Racing - 2’17”548 - 12
24 - Emidio Pesce - DR Formula - 2’17”550 - 31
25 - Tommy Smith - JD Motorsport - 2’17”568 - 34
26 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 2’17”828 - 32
27 - Nicola Marinangeli - Arden - 2’17”877 - 17
28 - Axel Gnos - G4 Racing - 2’18”158 - 32
29 - Elias Seppanen - KIC - 2’18”168 - 34
30 - Lena Buhler - R-Ace - 2’18”639 - 30
31 - Nico Gohler - KIC - 2’19”139 - 29
32 - Jasin Ferati - KIC - 2’19”786 - 23

PrevPage 1 of 10Next

News

Regional by Alpine
v

FirstPrevPage 1 of 5NextLast
FirstPrevPage 1 of 5NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone