World Endurance

Porsche svela la 963 e i nomi
dei primi otto piloti del programma

In occasione del festival della velocità di Goodwood Porsche ha svelato diversi dettagli, tra cui il nome della vettura, del ...

Leggi »
Rally

Rally del Kenya – 2° giorno finale
Rovanpera 1°, Ogier fora, debacle Ford

Ancora cambi al vertice del Safari Rally del Kenya ma, a comandare indisturbate nella classifica assoluta del WRC, sono sempr...

Leggi »
Rally

Rally del Kenya – 2° giorno mattino
Evans comanda, problemi per Hyundai

L’avvio del secondo giorno del Safari Rally del Kenya è stato ricco di colpi di scena. Come da tradizione la prova africana, ...

Leggi »
formula 1

Gasly in AlphaTauri anche nel 2023:
ora ufficiale, ma c'era già il contratto

Pierre Gasly sarà un pilota AlphaTauri anche nella prossima stagione di Formula 1. Il team di Faenza ha voluto fare un annunc...

Leggi »
formula 1

Ferrari, titolo ancora possibile:
le basi per costruire la rimonta

Per la Ferrari 76 punti di distacco dalla Red Bull, per Charles Leclerc 49 da Max Verstappen. "La stagione è ancora lung...

Leggi »
Rally

Rally del Kenya – 1° giorno
Ogier in testa, brividi per Rovanpera

Michele Montesano Con la prova spettacolo di Kasarani è ufficialmente partito il Safari Rally del Kenya, sesta prova stagio...

Leggi »
PrevPage 1 of 10Next
19 Giu [17:34]

Zandvoort - Gara 2
Assolo di Aron, Minì secondo
Il video dell'incidente Masson-Delli Guanti

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Due su due per Paul Aron, che ha dominato in lungo e in largo il fine settimana di Zandvoort della Formula Regional by Alpine. Già vincitore a Monza e Le Castellet, il pilota estone ha portato a quattro il numero di successi stagionali, sei considerando anche i due messi a segno la passata stagione al Mugello. In gara 2 Aron ha fatto un assolo, allungando in solitaria sul resto del gruppo e mettendo così in cassaforte altri 25 punti, che lo riportano in seconda posizione nella classifica di campionato.

Alle sue spalle è infuriata la lotta per la seconda piazza, con il leader di campionato Dino Beganovic che ha dovuto vedersela con un aggressivo Gabriele Minì, bravo a risalire dalla quinta casella della griglia alla piazza d’onore. Con uno scatto perfetto allo spegnimento dei semafori Minì ha subito scavalcato Sebastian Montoya e Kas Haverkort, che sono anche arrivati al contatto, con l’olandese che ci ha rimesso l’ala anteriore. Minì si è quindi portato nella scia di Beganovic e all’inizio del 15esimo giro ha sfruttato il push-to-pass per posizionarsi all’esterno del pilota svedese, scavalcandolo con una gran manovra all’esterno di curva 1. Beganovic non ha potuto fare altro che arrendersi, portando comunque a casa 15 punti preziosi, che lo mantengono in vetta alla classifica a quota 174 lunghezze, contro le 138 di Aron e le 135 di Minì.

Il pilota siciliano ha impedito la tripletta Prema, mettendosi tra Aron e Beganovic, mentre Montoya ha dato vita ad un bel duello per la vittoria rookie con Leonardo Fornaroli. I due hanno acceso il confronto tra le due squadre italiane Prema e Trident, già grandi rivali in Formula 3, battagliando duramente negli ultimi due passaggi. Il 17enne di Piacenza ci ha provato, ma Montoya ha ben resistito, non commettendo il minimo errore nonostante la forte pressione e qualche difficoltà con le gomme, ormai arrivate al limite.



Michael Belov ha ereditato la sesta piazza dopo il contatto tra Tim Tramnitz, che navigava in sesta posizione, e Hadrien David, che ha poi chiuso settimo. L’episodio è attualmente sotto investigazione. Ottavo Gabriel Bortoleto, autore di un bel sorpasso ai danni di Maceo Capietto, nono assoluto e terzo tra i rookie con la vettura di Monolite. Joshua Dufek ha completato il podio approfittando del duello tra Roman Bilinski e Mari Boya, poi 11esimo e 12esimo.

Peccato per Haverkort, che dopo aver perso l’ala anteriore è risalito dalla 33esima alla 15esima piazza. Gli uomini del team Van Amersfoort hanno potuto effettuare l’operazione durante la bandiera rossa, esposta in seguito al brutto incidente che ha coinvolto Pietro Delli Guanti e Esteban Masson. Il pilota italiano aveva guadagnato due posizioni al via e ha tentato di portare l’attacco per la 13esima piazza anche ai danni di Laurens Van Hoepen. L’olandese lo ha però forzato fuori pista e Masson ha tentato di approfittarne, entrando in maniera troppo aggressiva in curva 2. Il pilota francese ha toccato Delli Guanti, che è addirittura volato oltre le protezioni (nella foto sopra). Il portacolori del team RPM è uscito con le proprie gambe dalla vettura, riportando solamente una leggera contusione alla mano destra. 



Domenica 19 giugno 2022, gara 2

1 - Paul Aron - Prema - 21 giri
2 - Gabriele Minì - ART - 6”311
3 - Dino Beganovic - Prema - 7”221
4 - Sebastian Montoya - Prema - 8”535
5 - Leonardo Fornaroli - Trident - 8”749
6 - Michael Belov - MP Motorsport - 11”706
7 - Hadrien David - R-Ace - 12”179
8 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 13”698
9 - Maceo Capietto - Monolite - 19”344
10 - Joshua Dufek - VAR - 20”724
11 - Roman Bilinski - Trident - 21”360
12 - Mari Boya - ART - 21”708
13 - Victor Bernier - FA Racing - 25”940
14 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 26”704
15 - Kas Haverkort - VAR - 29”100
16 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 30”528
17 - Noel Leon - Arden - 31”654
18 - Joshua Durksen - Arden - 31”970
19 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 32”658
20 - Eduardo Barrichello - Arden - 34”416
21 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 35”021
22 - Laurens Van Hoepen - ART - 35”188
23 - Santiago Ramos - KIC - 35”493
24 - Francesco Braschi - KIC - 38”014
25 - Keith Donegan - RPM - 38”724
26 - Levente Revesz - VAR - 39”363
27 - Piotr Wisnicki - KIC - 39”606
28 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 43”346
29 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 46”641
30 - Cenyu Han - Monolite - 48”342
31 - Axel Gnos - G4 Racing - 54”910
32 - Pietro Armanni - Monolite - 57”390

Ritirati
Tim Tramnitz
Esteban Masson
Pietro Delli Guanti

Il campionato
1.Beganovic 174 punti; 2.Aron 138; 3.Minì 135; 4.David 100; 5.Haverkort 97; 6.Belov 93; 7.Bortoleto 75; 8.Boya 66; 9.Montoya 40; 10.Fornaroli 25; 11.Fluxa 23; 12.Tramnitz 10; 13.Durksen 9; 14.Van Hoepen 8; 15.Capietto 5; 16.Leon 3; 17.‍‍Meguetounif, Bilinski, Bernier, Dufek 2; 21.Delli Guanti 1.‍‍

19 Giu [11:00]

Zandvoort - Qualifica 2
Aron si conferma, tripletta Prema

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Nonostante il gruppo B stamane sia sceso in pista per primo, trovandosi ad affrontare un asfalto ancora umido in seguito alla pioggia caduta nella notte, Paul Aron è riuscito a far segnare il miglior tempo assoluto, bissando la pole position ottenuta nella giornata di ieri. Il pilota estone scatterà nuovamente davanti a tutti in gara 2 e avrà la possibilità di riprendere la seconda posizione in campionato ai danni di Gabriele Minì, tornando ad essere il principale inseguitore di Dino Beganovic.

Ruoli invertiti dunque quest’oggi, dal momento che il pilota svedese ha fatto segnare il miglior riferimento del gruppo A e scatterà dunque dalla seconda casella della griglia. Alle loro spalle Sebastian Montoya ha completato la tripletta Prema, con i tre piloti della squadra di Grisignano che sono stati gli unici, oltre a Minì, a scendere sotto il muro dell’1’31”. Il pilota siciliano ha mancato per soli 3 millesimi la seconda fila di Montoya e troverà tra sé e il rivale al titolo Beganovic il pilota colombiano e Kas Haverkort.

Minì condividerà la terza fila dello schieramento con il bravo Leonardo Fornaroli, beffato da Haverkort per soli 12 millesimi. Il 17enne di Piacenza ha conquistato il miglior risultato stagionale e sarà seguito in griglia dal compagno di squadra Tim Tramnitz, a riprova dell’ottimo lavoro svolto dal team Trident, subito competitivo all’esordio in campionato.

Ottava posizione per Hadrien David, che sarà seguito da Michael Belov e da un altro rookie sorprendente, Maceo Capietto, tornato ad esprimersi sui livelli mostrati ad inizio anno dopo un paio di round complicati. Il pilota del team Monolite ha messo alle proprie spalle gli esperti Mari Boya e Gabriel Bortoleto. Ottavo tempo del gruppo A per Pietro Delli Guanti, reduce dal primo punto stagionale conquistato in gara 1, mentre Pietro Armanni ha perso il controllo della propria vettura all’uscita di curva 2, andando a sbattere proprio allo scadere della sessione.

Domenica 19 giugno 2022, qualifica 2

1 - Paul Aron - Prema - 1’30”570 - Gruppo B
2 - Dino Beganovic - Prema - 1’30”747 - Gruppo A
3 - Sebastian Montoya - Prema - 1’30”934 - GB
4 - Kas Haverkort - VAR - 1’31”132 - GA
5 - Gabriele Minì - ART - 1'30”937 - GB
6 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’31”144 - GA
7 - Tim Tramnitz - Trident - 1’31”086 - GB
8 - Hadrien David - R-Ace - 1’31”219 - GA
9 - Michael Belov - MP Motorsport - 1’31”179 - GB
10 - Maceo Capietto - Monolite - 1’31”352 - GA
11 - Mari Boya - ART - 1’31”406 - GB
12 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’31”352 - GA
13 - Esteban Masson - FA Racing - 1’31”422 - GB
14 - Joshua Dufek - VAR - 1’31”390 - GA
15 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’31”449 - GB
16 - Pietro Delli Guanti - RPM - 1’31”549 - GA
17 - Roman Bilinski - Trident - 1’31”466 - GB
18 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’31”819 - GA
19 - Noel Leon - Arden - 1’31”511 - GB
20 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 1’31”837 - GA
21 - Victor Bernier - FA Racing - 1’31”553 - GB
22 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’31”857 - GA
23 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’31”627 - GB
24 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 1’31”920 - GA
25 - Santiago Ramos - KIC - 1’31”746 - GB
26 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’32”120 - GA
27 - Levente Revesz - VAR - 1’31”982 - GB
28 - Keith Donegan - RPM - 1’32”161 - GA
29 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'32”042 - GB
30 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’32”259 - GA
31 - Pietro Armanni - Monolite - 1’32”370 - GB
32 - Francesco Braschi - KIC - 1’32”448 - GA
33 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’32”929 - GB
34 - Cenyu Han - Monolite - 1’32”686 - GA
35 - Joshua Durksen - Arden - nessun tempo - GA

18 Giu [17:16]

Penalizzati David e Dufek
Minì a podio, primo punto per Delli Guanti

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Le prime infrazioni legate all'utilizzo del push-to-pass sono state commesse nella prima corsa di Zandvoort. Hadrien David e Joshua Dufek hanno infatti azionato il sistema introdotto quest'anno prima di passare sul traguardo alla ripartenza dopo la safety car, che aveva congelato le ostilità nel finale di gara. Nonostante l'attivazione irregolare David non era riuscito a farsi sotto nei confronti di Paul Aron, mentre Dufek aveva scavalcato Victor Bernier, che da quel momento è precipitato dalla sesta all'11esima posizione.

David e Dufek finiscono entrambi fuori dai punti. Kas Haverkort sale dalla terza alla seconda posizione, mentre Gabriele Minì eredita il podio, e con esso rosicchia un ulteriore punticino nei confronti di Dino Beganovic, portandosi a -42. Beganovic guadagna una posizione, mentre Mari Boya, Sebastian Montoya, Michael Belov e Leonardo Fornaroli due. Montoya eredita anche la prima posizione tra i rookie, aumentando ulteriormente il proprio vantaggio in classifica. Bernier viene ripagato parzialmente dalla beffa subita, guadagnando i primi due punti stagionali, mentre Pietro Delli Guanti regala la prima top-10 assoluta al team RPM. 

Sabato 18 giugno 2022, gara 1

1 - Paul Aron - Prema - 20 giri
2 - Kas Haverkort - VAR - 2”314
3 - Gabriele Minì - ART - 2”808
4 - Dino Beganovic - Prema - 3”292
5 - Mari Boya - ART - 4”946
6 - Sebastian Montoya - Prema - 6”658
7 - Michael Belov - MP Motorsport - 6”975
8 - Leonardo Fornaroli - Trident - 7”897
9 - Victor Bernier - FA Racing - 8”910
10 - Pietro Delli Guanti - RPM - 9”249
11 - Roman Bilinski - Trident - 9”637
12 - Hadrien David - R-Ace - 10”793*
13 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 10”821
14 - Esteban Masson - FA Racing - 10”930
15 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 11”113
16 - Maceo Capietto - Monolite - 11”151
17 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 11”501
18 - Eduardo Barrichello - Arden - 12”225
19 - Laurens Van Hoepen - ART - 12”284
20 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 12”648
21 - Levente Revesz - VAR - 12”953
22 - Santiago Ramos - KIC - 13”721
23 - Joshua Dufek - VAR - 14”079*
24 - Noel Leon - Arden - 14”208
25 - Axel Gnos - G4 Racing - 15”275
26 - Francesco Braschi - KIC - 15”980
27 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 16”505
28 - Pietro Armanni - Monolite - 16”702
29 - Piotr Wisnicki - KIC - 17”465
30 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 17”850
31 - Cenyu Han - Monolite - 18”193

*10” di penalità

Ritirati
Keith Donegan
Tim Tramnitz
Joshua Durksen
Gabriel Bortoleto

Il campionato
1.Beganovic 159 punti; 2.Minì 117; 3.Aron 113; 4.Haverkort 97; 5.David 94; 6.Belov 85; 7.Bortoleto 71; 8.Boya 66; 9.Montoya 28; 10.Fluxa 23; 11.Fornaroli 15; 12.Tramnitz 10; 13.Durksen 9; 14.Van Hoepen 8; 15.Capietto, Leon 3; 17.‍‍Meguetounif, Bilinski, Bernier 2; 20.Dufek, Delli Guanti 1.‍‍

18 Giu [13:24]

Zandvoort - Gara 1
Aron resiste a David

Da Zandvoort - Mattia Tremolada

Hadrien David non lo ha mollato fino alla fine, ma Paul Aron non ha concesso il minimo spiraglio per passare. I due piloti più esperti al via, entrambi sono alla terza stagione completa e hanno chiuso rispettivamente in seconda e terza posizione il campionato 2021, sono rimasti attaccati per tutta la durata della corsa, tagliando il traguardo separati da soli sette decimi. David si è fatto vedere a più riprese negli specchietti dell’estone, ma Aron è riuscito a convertire la pole position nella terza vittoria stagionale.

Alle loro spalle Gabriele Minì è stato autore di una partenza non perfetta, venendo subito scavalcato da Kas Haverkort. Inutili i tentativi di attacco del pilota siciliano, con l’olandese di Van Amersfoort che si è ben difeso sulla pista di casa. Minì anzi ha dovuto vedersela anche con Dino Beganovic, che dopo aver superato Sebastian Montoya al via ha gestito la quinta posizione fino al traguardo. In questo modo il leader di campionato ha ceduto solo 2 punti a Minì (il distacco è ora di 43 lunghezze), con Aron e David che si sono riportati nella scia del portacolori ART.



Sesta posizione per Joshua Dufek, bravo a scavalcare Victor Bernier al penultimo giro, subito dopo il rientro ai box della safety car. Il pilota francese ha subito una vera e propria beffa, avendo guidato la classifica rookie per tutta la corsa. Dopo il sorpasso di Dufek, anche Mari Boya si è infilato con aggressività, aprendo la porta a Michael Belov, Sebastian Montoya e Leonardo Fornaroli. Bernier è scivolato 11esimo, perdendo la possibilità di far segnare i primi punti stagionali.

Nel concitato finale di gara Boya ha anche dato una ruotata a Belov, che ha così perso la posizione nei confronti di Montoya, con quest'ultimo autore di un errore nelle prime fasi che lo ha fatto scivolare dalla sesta all’ottava piazza. Bravo invece Fornaroli, capace di risalire dalla 14esima alla decima piazza per strappare un altro punto che consolida la sua seconda posizione tra i rookie in classifica. Sfortunato invece Tim Tramnitz, fuori gioco in seguito ad un problema tecnico mentre occupava il decimo posto.

12esimo Pietro Delli Guanti, bravo a recuperare terreno dopo essere precipitato in 16esima piazza. Fuori gioco anche Joshua Durksen e Gabriel Bortoleto, al primo ritiro in Regional, così come Keith Donegan, il cui testacoda in curva 2 ha portato all’ingresso della safety car.

Sabato 18 giugno 2022, gara 1

1 - Paul Aron - Prema - 20 giri
2 - Hadrien David - R-Ace - 0”793
3 - Kas Haverkort - VAR - 2”314
4 - Gabriele Minì - ART - 2”808
5 - Dino Beganovic - Prema - 3”292
6 - Joshua Dufek - VAR - 4”079
7 - Mari Boya - ART - 4”946
8 - Sebastian Montoya - Prema - 6”658
9 - Michael Belov - MP Motorsport - 6”975
10 - Leonardo Fornaroli - Trident - 7”897
11 - Victor Bernier - FA Racing - 8”910
12 - Pietro Delli Guanti - RPM - 9”249
13 - Roman Bilinski - Trident - 9”637
14 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 10”821
15 - Esteban Masson - FA Racing - 10”930
16 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 11”113
17 - Maceo Capietto - Monolite - 11”151
18 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 11”501
19 - Eduardo Barrichello - Arden - 12”225
20 - Laurens Van Hoepen - ART - 12”284
21 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 12”648
22 - Levente Revesz - VAR - 12”953
23 - Santiago Ramos - KIC - 13”721
24 - Noel Leon - Arden - 14”208
25 - Axel Gnos - G4 Racing - 15”275
26 - Francesco Braschi - KIC - 15”980
27 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 16”505
28 - Pietro Armanni - Monolite - 16”702
29 - Piotr Wisnicki - KIC - 17”465
30 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 17”850
31 - Cenyu Han - Monolite - 18”193

Ritirati
Keith Donegan
Tim Tramnitz
Joshua Durksen
Gabriel Bortoleto

Il campionato
1.Beganovic 157 punti; 2.Minì 114; 3.Aron 113; 4.David 112; 5.Haverkort 94; 6.Belov 81; 7.Bortoleto 71; 8.Boya 62; 9.Montoya 24; 10.Fluxa 23; 11.Fornaroli 12; 12.Tramnitz 10; 13.Durksen, Dufek 9; 15.Van Hoepen 8; 16.Capietto, Leon 3; 18.‍‍Meguetounif, Bilinski 2.‍‍

18 Giu [9:48]

Zandvoort - Qualifica 1
Seconda pole di Aron

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

1’30”970 contro 1’30”973. Paul Aron nella sessione di qualifica di stamane, valida per stabilire lo schieramento di partenza di gara 1, ha battuto anche il tempo che nella passata stagione valse la pole position a Gregoire Saucy con ben quattro decimi di vantaggio nei confronti del compagno di squadra Gabriele Minì e addirittura sette decimi su Hadrien David. Aron è stato il pilota più convincente nel gruppo B, il secondo a scendere in pista, emergendo dal duello con Minì e con il compagno di squadra Sebastian Montoya.

Niente da fare per Minì, costretto ad accontentarsi della seconda piazza. Il pilota di Marineo scatterà dunque dalla terza casella, alle spalle di Aron e David, che lo seguono da vicino in campionato, mentre Dino Beganovic (leader della classifica generale)  non è andato oltre il terzo miglior riferimento nel gruppo A e dovrà quindi schierarsi in sesta posizione. Beganovic aveva preso il comando delle operazioni fin dai primi minuti, abbassando il tempo di riferimento in 1’31”207. Nel finale però ha subito il contrattacco prima di Kas Haverkort, che lo ha beffato per soli due millesimi, e poi di David, che con un balzo dalla quinta piazza si è portato al comando.

Bella prestazione anche da parte di Montoya, terzo nel gruppo B e quinto assoluto, primo tra i debuttanti. Il secondo miglior rookie è stato Joshua Dufek, sorpresa di questa qualifica con il team di casa Van Amersfoort. Il pilota svizzero scatterà dall’ottava posizione alle spalle di Mari Boya, ma davanti ad altri due debuttanti, Victor Bernier, al miglior risultato stagionale, e Joshua Durksen. Fuori dalla top-10 Tim Tramnitz e Pietro Delli Guanti, che hanno perso terreno nel finale delle rispettive batterie, mentre in settima fila prenderanno posto Michael Belov, che con MP Motorsport non sembra in grado di replicare le belle prestazioni a cui ci aveva abituato con G4 Racing, e Leonardo Fornaroli.

Sabato 18 giugno 2022, qualifica 1

1 - Paul Aron - Prema - 1’30”970 - Gruppo B
2 - Hadrien David - R-Ace - 1’31”134 - Gruppo A
3 - Gabriele Minì - ART - 1'31”161 - GB
4 - Kas Haverkort - VAR - 1’31”205 - GA
5 - Sebastian Montoya - Prema - 1’31”239 - GB
6 - Dino Beganovic - Prema - 1’31”207 - GA
7 - Mari Boya - ART - 1’31”316 - GB
8 - Joshua Dufek - VAR - 1’31”383 - GA
9 - Victor Bernier - FA Racing - 1’31”401 - GB
10 - Joshua Durksen - Arden - 1’31”552 - GA
11 - Tim Tramnitz - Trident - 1’31”476 - GB
12 - Pietro Delli Guanti - RPM - 1’31”697 - GA
13 - Michael Belov - MP Motorsport - 1’31”635 - GB
14 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’31”705 - GA
15 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’31”686 - GB
16 - Maceo Capietto - Monolite - 1’31”809 - GA
17 - Esteban Masson - FA Racing - 1’31”738 - GB
18 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’31”838 - GA
19 - Roman Bilinski - Trident - 1’31”781 - GB
20 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’31”839 - GA
21 - Noel Leon - Arden - 1’31”810 - GB
22 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’31”999 - GA
23 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’32”047 - GB
24 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 1’32”098 - GA
25 - Santiago Ramos - KIC - 1’32”483 - GB
26 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 1’32”124 - GA
27 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'32”495 - GB
28 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’32”238 - GA
29 - Levente Revesz - VAR - 1’32”601 - GB
30 - Francesco Braschi - KIC - 1’32”490 - GA
31 - Pietro Armanni - Monolite - 1’32”730 - GB
32 - Keith Donegan - RPM - 1’32”723 - GA
33 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’32”840 - GB
34 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’32”891 - GA
35 - Cenyu Han - Monolite - 1’33”295 - GA

17 Giu [15:17]

Zandvoort, libere 2
Haverkort torna al comando
Brutta manovra di Meguetounif

Da Zandvoort - Mattia Tremolada

Kas Haverkort ha ripreso il comando delle operazioni nel secondo turno di prove libere della Formula Regional by Alpine a Zandvoort. Il pilota di casa aveva guidato il gruppo nei test collettivi di giovedì, ma stamane nel primo turno non era andato oltre la nona posizione. Iil miglior tempo di giornata è comunque rimasto l’1’31”488 fatto segnare da Paul Aron in mattinata, dal momento che Haverkort ha fermato i cronometri in 1’31”719. 

Alle sue spalle hanno chiuso Hadrien David e Michael Belov, separati da soli 3 millesimi rispettivamente in 1’31”922 e 1’31”925. Tutti gli altri sono rimasti sopra il muro dell’1’32” in un’altra sessione condizionata dalle bandiere rosse. Aron è risultato quarto, seguito dai migliori rookie, ovvero i portacolori di Trident Tim Tramnitz e Leonardo Fornaroli, con Sebastian Montoya di Prema settimo. Solo 12esimo il leader di campionato Dino Beganovic, mentre Gabriele Minì è risultato addirittura 15esimo, alle spalle di Pietro Delli Guanti.

Fallo di reazione da parte di Sami Meguetounif. Il pilota francese è piombato su un gruppetto di piloti  composto da Axel Gnos, Eduardo Barrichello e Matias Zagazeta, che si stavano per rilanciare. Quest’ultimo ha cercato di spostarsi in tempo per non ostacolare il francese, che non ha comunque gradito l’inconveniente. Meguetounif ha così abortito il proprio giro lanciato, percorrendo accanto a Zagazeta il lungo tornate Bocht, curva 10. In uscita Meguetounif ha deliberatamente tagliato la strada a Zagazeta, che non è riuscito ad evitare il contatto. Le vetture si sono agganciate ed entrambi sono finiti nella ghiaia, terminando anzitempo la sessione. L’episodio è attualmente sotto investigazione.

Sono tornati in azione Han Cenyu e Santiago Ramos, fermati nelle libere 1 da un malore accusato nella notte. MP Motorsport ha invece perso Dilano Van’t Hoff, nuovamente fermato dall’eccessivo dolore alla spalla, infortunata in un incidente in allenamento. Il team KIC non è invece riuscito a riparare in tempo la vettura di Piotr Wisnicki, che tornerà in azione domani in qualifica.

Venerdì 17 giugno 2022, libere 2

1 - Kas Haverkort - VAR - 1’31”719 - 16 giri
2 - Hadrien David - R-Ace - 1’31”922 - 14
3 - Michael Belov - MP Motorsport - 1’31”925 - 17
4 - Paul Aron - Prema - 1’32”132 - 20
5 - Tim Tramnitz - Trident - 1’32”155 - 16
6 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’32”236 - 17
7 - Sebastian Montoya - Prema - 1’32”279 - 17
8 - Noel Leon - Arden - 1’32”284 - 17
9 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’32”291 - 17
10 - Esteban Masson - FA Racing - 1’32”319 - 16
11 - Joshua Dufek - VAR - 1’32”367 - 17
12 - Dino Beganovic - Prema - 1’32”459 - 14
13 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’32”481 - 15
14 - Pietro Delli Guanti - RPM - 1’32”486 - 16
15 - Gabriele Minì - ART - 1'32”529 - 15
16 - Victor Bernier - FA Racing - 1’32”569 - 14
17 - Maceo Capietto - Monolite - 1’32”625 - 17
18 - Roman Bilinski - Trident - 1’32”722 - 17
19 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’32”797 - 16
20 - Francesco Braschi - KIC - 1’32”828 - 14
21 - Joshua Durksen - Arden - 1’32”828 - 14
22 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’33”050 - 15
23 - Mari Boya - ART - 1’33”078 - 18
24 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’33”081 - 17
25 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’33”217 - 7
26 - Santiago Ramos - KIC - 1’33”229 - 14
27 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 1’33”368 - 15
28 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'33”372 - 17
29 - Levente Revesz - VAR - 1’33”417 - 17
30 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 1’33”514 - 7
31 - Cenyu Han - Monolite - 1’33”909 - 17
32 - Keith Donegan - RPM - 1’33”941 - 16
33 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’33”957 - 18
34 - Pietro Armanni - Monolite - 1’34”148 - 14
35 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - nessun tempo
36 - Piotr Wisnicki - KIC - nessun tempo

17 Giu [10:03]

Zandvoort, libere 1
Aron prima della rossa

Da Zandvoort - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency 

È di Paul Aron il miglior tempo nel primo turno di prove libere della Formula Regional by Alpine, tornata in scena a Zandvoort dopo la sessione di test collettivi disputata nel pomeriggio di giovedì. Il pilota estone ha migliorato di tre decimi il miglior riferimento fatto segnare ieri da Kas Haverkort, fermando i cronometri in 1’31”488, tempo inarrivabile per chiunque.

Michael Belov si è infatti fermato sull'1’31”841, seguito a breve distanza da Mari Boya e dal leader di campionato Dino Beganovic. Tutti gli altri piloti sono invece rimasti sopra il muro del 1’32”, con buona parte dello schieramento che non è riuscita a migliorarsi a causa delle due bandiere rosse che hanno rallentato il programma delle squadre nella seconda metà della sessione.

Il primo ad uscire di pista è stata Piotr Wisnicki. Meglio non è andata ai suoi compagni di squadra in KIC. Francesco Braschi è stato fermato a metà sessione da un sasso, che è finito nella cinghia di raffreddamento della sua vettura, costringendolo ad alzare bandiera bianca. Santiago Ramos invece non è nemmeno riuscito a raggiungere il circuito a causa di un’indisposizione fisica. Una motivazione simile ha fermato anche Han Cenyu stamane. Per entrambi, il resto del fine settimana è in forse.

La seconda bandiera rossa è invece stata causata da un’uscita di Leonardo Fornaroli a sei minuti dal temine. Il pilota del team Trident si era appena portato in sesta posizione assoluta, ma ha commesso un errore in curva 3, portando troppa velocità nel banking e finendo contro il muro. La sessione non è più ripartita e così diversi piloti non hanno potuto sfruttare al meglio la gomma nuova appena montata.

Venerdì 17 giugno 2022, libere 1

1 - Paul Aron - Prema - 1’31”488 - 17 giri
2 - Michael Belov - MP Motorsport - 1’31”841 - 18
3 - Mari Boya - ART - 1’31”856 - 16
4 - Dino Beganovic - Prema - 1’31”907 - 17
5 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 1’32”016 - 18
6 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’32”037 - 17
7 - Esteban Masson - FA Racing - 1’32”171 - 18
8 - Gabriele Minì - ART - 1'32”223 - 16
9 - Kas Haverkort - VAR - 1’32”290 - 18
10 - Noel Leon - Arden - 1’32”338 - 20
11 - Joshua Durksen - Arden - 1’32”373 - 18
12 - Pietro Delli Guanti - RPM - 1’32”418 - 17
13 - Victor Bernier - FA Racing - 1’32”474 - 19
14 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’32”534 - 20
15 - Hadrien David - R-Ace - 1’32”558 - 18
16 - Sebastian Montoya - Prema - 1’32”667 - 16
17 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 1’32”698 - 17
18 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’32”778 - 16
19 - Joshua Dufek - VAR - 1’32”789 - 16
20 - Tim Tramnitz - Trident - 1’32”839 - 18
21 - Maceo Capietto - Monolite - 1’32”854 - 16
22 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’33”003 - 13
23 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 1’33”019 - 17
24 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'33”134 - 17
25 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’32”257 - 15
26 - Keith Donegan - RPM - 1’33”427 - 18
27 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’33”465 - 17
28 - Francesco Braschi - KIC - 1’33”497 - 12
29 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’33”537 - 16
30 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 1’33”567 - 17
31 - Roman Bilinski - Trident - 1’33”617 - 16
32 - Pietro Armanni - Monolite - 1’33”735 - 18
33 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’34”014 - 13
34 - Levente Revesz - VAR - 1’34”398 - 16
35 - Santiago Ramos - KIC - nessun tempo
36 - Cenyu Han - Monolite - nessun tempo

16 Giu [17:49]

Test a Zandvoort
Haverkort fa gli onori di casa

Da Zandvoort - Mattia Tremolada

Kas Haverkort e il team Van Amersfoort hanno fatto gli onori di casa sulla pista di Zandvoort, dove una sessione di test collettivi della durata di due ore ha aperto il quinto appuntamento della stagione della Formula Regional by Alpine. Il pilota olandese ha fatto segnare il miglior riferimento a 16 minuti dal termine della sessione, pochi istanti prima che un’uscita di Hamda Al Qubaisi portasse all’esposizione della bandiera rossa. Le prove sono poi ripartite, ma la maggior parte dei piloti aveva già portato a termine un paio di passaggi con le gomme nuove, montate a circa 20 minuti dal termine del turno per simulare una sessione di qualifica.

Haverkort nel finale non si è più migliorato a differenza di Mari Boya, salito in seconda piazza a soli 12 millesimi dal leader. Hadrien David ha seguito il duo di testa a breve distanza, mentre Michael Belov e Gabriele Minì, primo con gomma usata, hanno chiuso il quintetto di piloti capaci di scendere sotto il muro del 1’31”. Paul Aron è risultato sesto, mentre il capo-classifica Dino Beganovic  nono, distante però soli quattro decimi da Haverkort.

Bella prestazione da parte di Joshua Dufek, primo tra i rookie e velocissimo nel terzo settore. Il pilota svizzero è compagno di Haverkort in VAR, con i team olandesi apparsi in grande spolvero grazie anche all’ottava prestazione di Sami Meguetounif. L’altro pilota di casa Laurens Van Hoepen è risultato decimo assoluto, mentre Dilano Van’t Hoff, al rientro in campionato dopo aver saltato la tappa di Le Castellet, non è andato oltre la 29esima piazza.

Tra i rookie hanno ben figurato anche Sebastian Montoya, Maceo Capietto e Leonardo Fornaroli, ovvero tre portacolori di tre squadre italiane, rispettivamente Prema, Monolite e Trident. Ancora convincente la prestazione di Owen Tangavelou con G4 Racing, mentre Pietro Delli Guanti, veloce nella prima metà di sessione, ha causato l’esposizione di una delle tre bandiere rosse che hanno interrotto il turno, rimanendo fermo lungo il tracciato con la monoposto di RPM. Delli Guanti aveva però mostrato una buona velocità con gomma usata, così come Francesco Braschi, 22esimo al traguardo.

Subito fuori gioco Gabriel Bortoleto, andato a muro dieci minuti dopo l’inizio della sessione. Esattamente come successo a Monaco il pilota brasiliano ha fatto segnare il miglior tempo al termine del quarto passaggio, rifilando sette decimi ad Hadrien David, ma pochi istanti più tardi è uscito di pista, danneggiando l’anteriore destra della monoposto di R-Ace.

Giovedì 16 giugno 2022, test collettivi

1 - Kas Haverkort - VAR - 1’31”739 - 32 giri
2 - Mari Boya - ART - 1’31”751 - 33
3 - Hadrien David - R-Ace - 1’31”791 - 36
4 - Michael Belov - MP Motorsport - 1’31”890 - 33
5 - Gabriele Minì - ART - 1'31”998 - 34
6 - Paul Aron - Prema - 1’32”028 - 39
7 - Joshua Dufek - VAR - 1’32”075 - 32
8 - Sami Meguetoounif - MP Motorsport - 1’32”122 - 33
9 - Dino Beganovic - Prema - 1’32”180 - 37
10 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’32”255 - 34
11 - Sebastian Montoya - Prema - 1’32”289 - 38
12 - Maceo Capietto - Monolite - 1’32”319 - 35
13 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’32”492 - 27
14 - Owen Tangavelou - G4 Racing - 1’32”512 - 33
15 - Victor Bernier - FA Racing - 1’32”596 - 29
16 - Pietro Delli Guanti - RPM - 1’32”596 - 34
17 - Joshua Durksen - Arden - 1’32”646 - 31
18 - Tim Tramnitz - Trident - 1’32”662 - 27
19 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 1’32”664 - 33
20 - Noel Leon - Arden - 1’32”709 - 32
21 - Esteban Masson - FA Racing - 1’32”778 - 29
22 - Francesco Braschi - KIC - 1’32”907 - 35
23 - Roman Bilinski - Trident - 1’32”948 - 26
24 - Eduardo Barrichello - Arden - 1’32”999 - 28
25 - Santiago Ramos - KIC - 1’33”097 - 32
26 - Levente Revesz - VAR - 1’33”196 - 31
27 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 1’33”372 - 5
28 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 1’33”394 - 29
29 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 1’33”816 - 29
30 - Keith Donegan - RPM - 1’33”913 - 32
31 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'33”972 - 34
32 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1’33”993 - 34
33 - Cenyu Han - Monolite - 1’34”010 - 30
34 - Pietro Armanni - Monolite - 1’34”073 - 32
35 - Piotr Wisnicki - KIC - 1’34”246 - 23
36 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 1’34”424 - 35

5 Giu [22:29]

Beganovic squalificato
dalla gara 2 di Le Castellet

Da Le Castellet - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Doccia fredda per il leader di campionato Dino Beganovic, che è stato squalificato da gara 2 per un’irregolarità tecnica. Il pilota del team Prema aveva tagliato il traguardo in seconda posizione al termine di un bel confronto con Gabriele Minì, ma a motori spenti i commissari tecnici hanno deciso di escluderlo dalla classifica. Sulla vettura di Beganovic la coppia di serraglio del dado che stringe la flangia del mozzo non era tirata a 500Nm come da regolamento, bensì a 240Nm.

Beganovic perde così 18 punti pesanti, scendendo da 165 a 147 punti. Il suo margine di vantaggio nei confronti di Gabriele Minì rimane importante, nell’ordine delle 45 lunghezze, ma il pilota italiano e gli altri rivali riducono significativamente il divario in classifica. Kas Haverkort sale infatti al secondo posto, Paul Aron eredita il podio, mentre Hadrien David, Gabriel Bortoleto, Michael Belov, Mari Boya, Lorenzo Fluxa e Roman Bilinski guadagnano una posizione, con Tim Tramnitz che entra in top-10.

Domenica 5 giugno 2022, gara 2

1 - Gabriele Minì - ART - 14 giri in 33’04”929
2 - Kas Haverkort - VAR - 0”950
3 - Paul Aron - Prema - 1”591
4 - Hadrien David - R-Ace - 2”457
5 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 2”885
6 - Michael Belov - MP Motorsport - 3”486
7 - Mari Boya - ART - 3”850
8 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 4”286
9 - Roman Bilinski - Trident - 5”190
10 - Tim Tramnitz - Trident - 5”602
11 - Sebastian Montoya - Prema - 6”258
12 - Joshua Durksen - Arden - 7”099
13 - Laurens Van Hoepen - ART - 7”321
14 - Pietro Delli Guanti - RPM - 8”049
15 - Eduardo Barrichello - Arden - 8”754
16 - Santiago Ramos - KIC - 9”270
17 - Francesco Braschi - KIC - 9”976
18 - Keith Donegan - RPM - 11”667
19 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 11”986
20 - Noel Leon - Arden - 12”218
21 - Pietro Armanni - Monolite - 12”919
22 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 13”422
23 - Leonardo Fornaroli - Trident - 13”674
24 - Axel Gnos - G4 Racing - 14”118
25 - Joshua Dufek - VAR - 14”300
26 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 14”781
27 - Piotr Wisnicki - KIC - 15”211
28 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 15”506
29 - Cenyu Han - Monolite - 1 giro

Ritirati
Esteban Masson
Owen Tangavelou
Victor Bernier
Maceo Capietto
Levente Revesz

Squalificato
Dino Beganovic

Il campionato
1.Beganovic 147 punti; 2.Minì 102; 3.David 94; 4.Aron 88; 5.Belov, Haverkort 79; 7.Bortoleto 71; 8.Boya 56; 9.Fluxa 23; 10.Montoya 20; 11.Fornaroli 11; 12.Tramnitz 10; 13.Durksen 9; 14.Van Hoepen 8; 15.Capietto, Leon 3; 17.‍‍Meguetounif, Bilinski 2; 19.Dufek 1.‍‍

5 Giu [15:20]

Le Castellet - Gara 2
Minì resiste a Beganovic

Da Le Castellet - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

È entrato nel vivo il confronto tra Gabriele Minì e Dino Beganovic, protagonisti di una battaglia senza esclusione di colpi nella seconda corsa della Formula Regional by Alpine a Le Castellet. Il pilota italiano l’ha infatti spuntata nella qualifica di stamane, ma nel corso del primo giro di gara il portacolori Prema si è subito sbarazzato di Gabriel Bortoleto, mettendosi nella scia del leader. Beganovic ha attaccato a più riprese, ma Minì ha resistito con tenacia, tagliando il traguardo vincitore dopo aver rintuzzato anche gli ultimi tentativi di sorpasso dell’antagonista al titolo nel corso dell’ultimo passaggio.

Grazie al secondo successo stagionale Minì è salito in seconda posizione nella classifica piloti, portandosi a +10 nei confronti di Hadrien David, quinto al termine di una bella rimonta dall’ottava piazza. Beganovic conserva però un grande vantaggio, che alla vigilia del giro di boa ammonta a 165 punti, ben 63 in più rispetto a Minì. Il pilota Ferrari Driver Academy non è riuscito a vincere in Francia, ma ha comunque portato a casa 36 punti pesanti, uno in più rispetto al portacolori ART.



Dopo aver scavalcato Gabriel Bortoleto, Kas Haverkort ha tentato di inserirsi nel duello per la vittoria, tagliando il traguardo a meno di un secondo di ritardo dalla vetta. Poco distante ha chiuso il vincitore di gara 1 Paul Aron, mentre David ha preceduto Bortoleto e Michael Belov, scivolato settimo dopo aver occupato anche la quinta piazza. Rimonta di forza di Mari Boya, che ha scalvacato Lorenzo Fluxa, ancora una volta brillante in qualifica ma non altrettanto in gara, e il duo di Trident composto da Roman Bilinski e Tim Tramnitz, che hanno regalato la doppietta in classe rookie alla squadra di Maurizio Salvadori.

15esima piazza in rimonta per Pietro Delli Guanti, bravo a risalire dall’11esima fila dello schieramento, così come Francesco Braschi, da 31esimo a 18esimo, e Pietro Armanni, da 30esimo a 22esimo. Sfortunato invece Leonardo Fornaroli, costretto ad una manovra evasiva per evitare l’incidente che ha coinvolto Owen Tangavelou, Maceo Capietto e Victor Bernier al termine del primo giro. Il 17enne di Piacenza è scivolato in 30esima posizione, risalendo poi fino al 24esimo posto.

La corsa è stata caratterizzata da due lunghi periodi di safety car. Il primo dovuto all’incidente che ha visto coinvolti i tre piloti francesi Tangavelou, Capietto e Bernier, mentre anche nel secondo caso è stato un pilota di casa, Esteban Masson, a causare l’intervento della vettura di sicurezza, che ha congelato le ostilità per quasi dieci minuti a causa della disorganizzazione dei commissari di percorso.

Domenica 5 giugno 2022, gara 2

1 - Gabriele Minì - ART - 14 giri in 33’04”929
2 - Dino Beganovic - Prema - 0”287
3 - Kas Haverkort - VAR - 0”950
4 - Paul Aron - Prema - 1”591
5 - Hadrien David - R-Ace - 2”457
6 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 2”885
7 - Michael Belov - MP Motorsport - 3”486
8 - Mari Boya - ART - 3”850
9 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 4”286
10 - Roman Bilinski - Trident - 5”190
11 - Tim Tramnitz - Trident - 5”602
12 - Sebastian Montoya - Prema - 6”258
13 - Joshua Durksen - Arden - 7”099
14 - Laurens Van Hoepen - ART - 7”321
15 - Pietro Delli Guanti - RPM - 8”049
16 - Eduardo Barrichello - Arden - 8”754
17 - Santiago Ramos - KIC - 9”270
18 - Francesco Braschi - KIC - 9”976
19 - Keith Donegan - RPM - 11”667
20 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 11”986
21 - Noel Leon - Arden - 12”218
22 - Pietro Armanni - Monolite - 12”919
23 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 13”422
24 - Leonardo Fornaroli - Trident - 13”674
25 - Axel Gnos - G4 Racing - 14”118
26 - Joshua Dufek - VAR - 14”300
27 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 14”781
28 - Piotr Wisnicki - KIC - 15”211
29 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 15”506
30 - Cenyu Han - Monolite - 1 giro

Ritirati
Esteban Masson
Owen Tangavelou
Victor Bernier
Maceo Capietto
Levente Revesz

Il campionato
1.Beganovic 165 punti; 2.Minì 102; 3.David 92; 4.Aron 85; 5.Belov 77; 6.Haverkort 76; 7.Bortoleto 69; 8.Boya 54; 9.Fluxa 21; 10.Montoya 20; 11.Fornaroli 11; 12.Durksen, Tramnitz 9; 14.Van Hoepen 8; 15.Capietto, Leon 3; 17.‍‍Meguetounif 2; 18.Dufek, Bilinski 1.‍‍‍

PrevPage 1 of 10Next

News

Regional by Alpine
v

FirstPrevPage 1 of 5NextLast
FirstPrevPage 1 of 5NextLast

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone