formula 1

Sochi - Libere 2
Bottas si conferma, McLaren cresce

Massimo Costa - XPB Images

E' sempre Mercedes a Sochi. Valtteri Bottas si è confermato in ...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans rimane calmo
"Il mio approccio non cambia"

Mattia Tremolada

Nonostante sia tornato in testa al mondiale con soli due appuntamenti al termine della ...

Leggi »
PrecedentePagina 1 di 10Successiva
20 Set [9:22]

Bristol, gara
Harvick vince la sfida con Kyle Busch

Marco Cortesi

Importantissima vittoria per Kevin Harvick nel terzo appuntamento dei Playoff NASCAR a Bristol. Il pilota californiano del team Stewart-Haas ha vinto una gran battaglia con Kyle Busch nonostante un danno riportato in un doppiaggio. E i doppiaggi sono stati un punto decisivo per la gara. Busch e Harvick si sono scambiati le posizioni approfittando delle vetture più lente, e alla fine il pilota del team Gibbs è stato il più penalizzato quando si è trovato alle spalle di Joey Logano, sotto di un giro, arrabbiandosi vistosamente. Busch aveva recuperato dal fondo per dei problemi nelle verifiche tecniche pregara insieme al compagno di colori Erik Jones.

Proprio Jones ha concluso al terzo posto, confermando la forma delle Toyota Gibbs nonostante il fatto che non sia nella contesa per il titolo, e un altro pilota fuori dai playoff, il rookie di Childress Tyler Reddick, ha confermato le proprie qualità finendo quarto. Alle spalle di Aric Almirola, Clint Bowyer e Chase Elliott, altre tre vetture fuori dai playoff: si tratta di quelle di Chris Buescher, Ryan Preece e Michael McDowell.

Tra gli eliminati del primo turno, William Byron: il pilota del team Hendrick è stato coinvolto in un incidente multiplo causato da un rallentamento di Joey Gase: Christopher Bell ha rallentato, e Byron è piombato nel paraurti della vettura del Leavine Family Racing. Il ventitreesimo posto in gara ha messo fuori gioco invece Cole Custer, che avrebbe dovuto far molto meglio di Kurt Busch per artigliare il passaggio del turno: Busch ha concluso quindicesimo seguito da Alex Bowman e Jimmie Johnson. KO anche Matt DiBenedetto e Ryan Blaney, che avrebbero avuto bisogno di un successo per mantenersi nella lotta decisiva.

Sabato 19 settembre 2020, gara

1 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 500 giri
2 - Kyle Busch (P) - 500
3 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 500
4 - Tyler Reddick (Chevy Camaro) – Childress - 500
5 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 500
6 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 500
7 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick - 499
8 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 499
9 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 499
10 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 498
11 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 498
12 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 498
13 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 498
14 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 498
15 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 498
16 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 498
17 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 498
18 - Ty Dillon (Chevy Camaro) – Germain - 497
19 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 497
20 - John Hunter Nemechek (Ford Mustang) – Front Row - 497
21 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 497
22 - Darrell Wallace Jr. (Chevy Camaro) – Petty - 497
23 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 497
24 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 496
25 - Ryan Newman (Ford Mustang) – Roush - 496
26 - Daniel Suarez (Toyota) – JTG - 495
27 - Gray Gaulding (Ford) – Front Row - 488
28 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 487
29 - Quin Houff (Chevy Camaro) – StarCom - 483
30 - JJ Yeley (Ford) – Ware - 479
31 - Joey Gase (Chevy Camaro) – Ware - 463
32 - Garrett Smithley (Chevy) – Ware - 436
33 - Corey LaJoie (Ford Mustang) – GoFAS - 419
34 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 412
35 - James Davison (Ford Mustang) – Ware - 401
36 - Reed Sorenson (Chevy Camaro) – Baldwin - 317
37 - Timmy Hill (Ford Mustang) – MBM - 313
38 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 232
39 - Josh Bilicki (Chevy Camaro) – Baldwin - 53
40 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 28

Il campionato
1. Harvick 3067; 2. Hamlin 2048; 3. Keselowski 3035; 4. Logano 3022; 5. Chase Elliott 3021.


20 Set [9:20]

Richmond, gara
Vittoria per Keselowski

Marco Cortesi

Accesso diretto conquistato alla seconda fase dei playoff NASCAR per Brad Keselowski. Insieme a lui, anche Denny Hamlin che, a dispetto di un dodicesimo posto marcato in gara, ha la matematica certezza di passare anche senza vittorie grazie ai punti in graduatoria. Keselowski ha dominato le fasi finali con una Ford estremamente performante, la stessa vettura usata per vincere con ampio margine anche a Loudon. Nonostante Austin Dillon l'avesse beffato in uscita dell'ultima sosta (in regime di bandiera verde) il pilota del team Penske ha fatto un solo boccone del rivale, mentre Dillon è stato passato anche da Martin Truex e Joey Logano. Truex ha concluso staccato di oltre 2 secondi.

Dillon ha comunque messo a segno una delle sue migliori prove dell'anno per il team Childress, avvicinandosi alla "zona salvezza" e precedendo Chase Elliott. Per lui, anche il recupero dopo una penalità per eccesso di velocità ai box nel corso delle prime fasi. Dillon ha passato entrambi i traguardi intermedi al secondo posto, conducendo 55 giri in una gara con solo una vera situazione di safety-car all'infuori di quelle per la fine degli "stage".

Il ritmo della gara è stato altissimo, e solo 11 sono arrivati a pieni giri. Kyle Busch ha concluso sesto seguito da Kevin Harvick, che non ha avuto particolari acuti e non ne aveva particolare bisogno, Aric Almirola, Alex Bowman e Clint Bowyer. Apprezzabile l'undicesimo posto del rookie Tyler Reddick, che conferma la forma della scuderia di Richard Childress. Hamlin invece ha terminato dodicesimo, anche lui sanzionato per un eccesso di velocità ai box e in generale condizionato dalla mancanza di grip. Ormai quasi tagliati fuori dalla lotta per il passaggio del turno Ryan Blaney e Matt DiBenedetto. In particolare il primo, pilota di Penske, si è trovato a rincorrere a sorpresa, e dovrà puntare a vincere il prossimo appuntamento di Bristol.

L'ordine di arrivo della Federated Auto Parts 400 di Richmond:

1 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 400
2 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 400
3 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 400
4 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 400
5 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick - 400
6 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 400
7 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 400
8 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 400
9 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 400
10 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 400
11 - Tyler Reddick (Chevy Camaro) – Childress - 400
12 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 399
13 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 399
14 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 399
15 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 399
16 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 399
17 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 399
18 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 398
19 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 398
20 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 398
21 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 398
22 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 398
23 - Ryan Newman (Ford Mustang) – Roush - 397
24 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 397
25 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 397
26 - Darrell Wallace Jr. (Chevy Camaro) – Petty - 397
27 - Corey LaJoie (Ford Mustang) – GoFAS - 396
28 - Ty Dillon (Chevy Camaro) – Germain - 396
29 - Daniel Suarez (Toyota) – JTG - 396
30 - John Hunter Nemechek # - 396
31 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 395
32 - Quin Houff (Chevy Camaro) – StarCom - 390
33 - Brennan Poole (Chevy Camaro) – Premium - 390
34 - JJ Yeley (Ford) – Ware - 388
35 - Joey Gase (Chevy Camaro) – Ware - 387
36 - Reed Sorenson (Chevy Camaro) – Baldwin - 387
37 - James Davison (Ford Mustang) – Ware - 385
38 - Timmy Hill (Ford Mustang) – MBM - 100

Il campionato
1. Harvick 2143*; 2. Keselowski 2112*; 3. Hamlin 2122; 4. Logano 2109; 5. Truex 2096.
* Qualificati di diritto alla fase successiva dei playoff

9 Set [8:57]

Darlington, gara
Harvick subito al vertice

Marco Cortesi

Prima gara dei playoff NASCAR e prima vittoria di Kevin HArvick, anche se il pilota californiano non ha conquistato l'ottava vittoria dell'anno solo per suoi meriti. Anzi, ha guidato solo 31 giri, beneficiando di un contatto tra Martin Truex Jr e Chase Elliott a -15.

Truex ed Elliott avevano dominato quasi tutta la corsa. In particolare il portacolori del Joe Gibbs Racing aveva vinto entrambi i primi "stage". Dopo l'ultimo re-start, i due si sono scambiati la posizione per conquistare il passaggio del turno automatico. Elliott ha piazzato la zampata su Truex con un ed il rivale ha tentato di riprendersi il maltolto in maniera altrettanto aggressiva. Troppo aggressiva. Risultato, entrambe le vetture, persa l'aderenza sul posteriore e finite sui detriti di gomma, sono andate a strisciare contro le barriere. Elliott ha così terminato 20°, Truex, fermatosi ai box, 22°, mentre Harvick non ha dovuto far altro che prendere la vetta e salutare la compagnia marcando l'ottava vittoria stagionale. Secondo Austin Dillon, con la Chevy di punta del team Childress.

Altri due protagonisti della corsa hanno incontrato fortune avverse. Denny Hamlin ha "bucato" l'ingresso ai box, trovandosi a dover rifare un giro e rientrare. Joey Logano ha invece riportato un danno in un re-start al giro 236 che ha dovuto riparare in quanto troppo penalizzante per l'aerodinamica. Alla fine, ha recuperato il terzo posto per il team Penske.

Domenica 6 settembre 2020, gara

1 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 367 giri
2 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 367
3 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 367
4 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 367
5 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 367
6 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 367
7 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 367
8 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 367
9 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 367
10 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 367
11 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 367
12 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 367
13 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 367
14 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 367
15 - Ryan Newman (Ford Mustang) – Roush - 367
16 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 367
17 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 367
18 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 367
19 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 367
20 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick - 367
21 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 366
22 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 366
23 - Tyler Reddick (Chevy Camaro) – Childress - 366
24 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 366
25 - Daniel Suarez (Toyota) – JTG - 364
26 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 364
27 - Ty Dillon (Chevy Camaro) – Germain - 363
28 - Brennan Poole (Chevy Camaro) – Premium - 362
29 - Ross Chastain (Chevy) – Premium - 360
30 - JJ Yeley (Ford) – Ware - 360
31 - Quin Houff (Chevy Camaro) – StarCom - 357
32 - Josh Bilicki (Chevy Camaro) – Baldwin - 356
33 - Joey Gase (Chevy Camaro) – Ware - 351
34 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 349
35 - Timmy Hill (Ford Mustang) – MBM - 296
36 - John Hunter Nemechek (Ford Mustang) – Front Row - 245
37 - Corey LaJoie (Ford Mustang) – GoFAS - 234
38 - Darrell Wallace Jr. (Chevy Camaro) – Petty - 217
39 - James Davison (Ford Mustang) – Ware - 162

Il campionato
1. Harvick 2106; 2. Hamlin 2087; 3. Logano 2060; 4. Keselowski 2055; 5. Bowman 2052.

30 Ago [9:38]

Daytona, gara
Vince Byron, Johnson fuori dai playoff

Marco Cortesi

William Byron ha scelto la gara giusta per mettere a segno la sua prima vittoria in NASCAR. All’ultima prova della stagione regolare a Daytona, il più giovane portacolori del team Hendrick si è assicurato l’accesso ai playoff battendo il compagno di colori Chase Elliott all’overtime sul superspeedway della Florida. Byron, che ha iniziato solo sette anni fa con le gare, assistito da Max Papis, dopo avere corso sul simulatore, è stato perfetto nel finale. Ripartito accanto a Denny Hamlin, ha approfittato di un errore del pilota di Joe Gibbs, troppo poco aggressivo, e con una spinta da parte di Clint Bowyer si è assicurato la prima posizione, senza più doverla cedere e battendo anche la concorrenza di Martin Truex Jr. Bowyer è poi finito nelle barriere, con Elliott che è sbucato dal nulla trovando il giusto spazio e beffando sia Hamlin che Truex, che hanno chiuso terzo e quarto rispettivamente.

Come sempre le posizioni finali sono state influenzati da contatti multipli. Il primo è arrivato al giro 153, quando Tyler Reddick ha chiuso verso il muro Kyle Busch ed Erik Jones, sbagliando però misura e toccando le barriere. Il rookie del team Childress ha messo così KO sia Busch che Jones, mentre sono anche stati coinvolti Austin Dillon, Ricky Stenhouse, Ryan Newman, Kurt Busch e lo stesso Truex, tornato ai box con un detrito incastrato nel paraurti. Il secondo crash multiplo è stato subito dopo, innescato da una toccata tra William Byron e Bubba Wallace, che ha portato Joey Logano ad alzare il piede venendo colpito da Matt Kenseth. Anche in questo caso, numerosi i piloti coinvolti tra i quali Jimmie Johnson.

Il pluricampione, all’ultima stagione nella categoria, ha concluso con una vettura seriamente danneggiata al sedicesimo posto, mancando l’ultimo posto dei playoff che è invece andato a Matt DiBenedetto, dodicesimo. Grande prova per l’alfiere del team Wood Brothers, per la seconda volta nella sua storia ammesso alla seconda fase del campionato. Nonostante i ritiri (a Daytona come in altre piste) e l’assenza di vittorie in gara, che costituiscono la forma d’accesso primaria ai playoff, sono entrati Kurt e Kyle Busch, così come Aric Almirola e Bowyer.

Sabato 29 agosto 2020, gara

1 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 164 giri
2 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick - 164
3 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 164
4 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 164
5 - Darrell Wallace Jr. (Chevy Camaro) – Petty - 164
6 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 164
7 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 164
8 - Brendan Gaughan (Chevy Camaro) – Beard - 164
9 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 164
10 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 164
11 - John Hunter Nemechek (Ford Mustang) – Front Row - 164
12 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 164
13 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 164
14 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 164
15 - Brennan Poole (Chevy Camaro) – Premium - 164
16 - Ross Chastain (Chevy) – Premium - 164
17 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 164
18 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 164
19 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 164
20 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 164
21 - Corey LaJoie (Ford Mustang) – GoFAS - 163
22 - Ty Dillon (Chevy Camaro) – Germain - 163
23 - Quin Houff (Chevy Camaro) – StarCom - 162
24 - Timmy Hill (Ford Mustang) – MBM - 161
25 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 161
26 - Daniel Suarez (Toyota) – JTG - 159
27 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 158
28 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 158
29 - Tyler Reddick (Chevy Camaro) – Childress - 158
30 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 158
31 - Joey Gase (Chevy Camaro) – Ware - 158
32 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 155
33 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 152
34 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 151
35 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 151
36 - Ryan Newman (Ford Mustang) – Roush - 151
37 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 151
38 - Josh Bikicki (Chevy Camaro) – Baldwin - 151
39 - James Davison (Ford Mustang) – Ware - 139
40 - JJ Yeley (Ford) – Ware - 3

La classifica iniziale dei Playoff
1. Harvick 2057; 2. Hamlin 2047; 3. Keselowski 2029; 4. Logano 2022; 5. Elliott 2020; 6. Truex 2014; 7. Blaney 2013; 8. Bowman 2009; 9. Byron 2007; 10. Dillon 2005; 11. Custer 2005; 12. Almirola 2005; 13. Bowyer 2004; 14. Kyle Busch 2003; 15. Kurt Busch 2001; 16. DiBenedetto 2000.

27 Ago [7:20]

Dover, gara 2
Settimo successo di Harvick

Marco Cortesi

Successo nella seconda prova della NASCAR a Dover per Kevin Harvick, settimo dell'anno per lui con la prima Ford del team Stewart-Haas. Harvick ha preceduto Martin Truex Jr che si è accomodato nella stessa posizione di sabato, mentre Jimmie Johnson, terzo, ha compiuto un bel salto cambiando solo due gomme all'ultima sosta e, pur non riuscendo a vincere, ha messo a segno un piazzamento che dà più vita alle speranze di playoff nella sua ultima stagione nascar in carriera.

Il suo rivale più pericoloso sarà il compagno di squadra al team Hendrick Motorsports, William Byron, che dopo una prima manche da dimenticare si è ha concluso quarto. A seguire Alex Bowman, che ha recuperato dopo il coinvolgimento nel contatto tra i piloti del team Ganassi al sabato. Il team Penske è rimasto nuovamente fuori dalla top-5 sia con Joey Logano (sesto), sia con Brad Keselowski (ottavo).

La corsa ha visto più frequenti interventi della safety-car e contatti, oltre a una bandiera rossa alla fine del primo stage per riparare una buca sul tracciato in corrispondenza dell'area di re-start. La toccata forse più importante in termini di piloti d'alta classifica, ha visto Chase Elliott tamponare Kyle Busch, il quale a sua volta aveva frenato per evitare un testacoda di Ricky Stenhouse. Il vincitore del sabato Denny Hamlin invece ha pagato cara l'uscita dai box con una ruota non completamente fissata che l'ha messo sotto di un giro. Dopo aver recuperato a pieni giri, ha chiuso diciannovesimo.

Domenica 27 agosto 2020, gara

1 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 311 giri
2 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 311
3 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 311
4 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 311
5 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 311
6 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 311
7 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 311
8 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 311
9 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 311
10 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 311
11 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 311
12 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 311
13 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 311
14 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 311
15 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 311
16 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 311
17 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 311
18 - Tyler Reddick (Chevy Camaro) – Childress - 311
19 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 311
20 - John Hunter Nemechek (Ford Mustang) – Front Row - 311
21 - Darrell Wallace Jr. (Chevy Camaro) – Petty - 311
22 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 310
23 - Corey LaJoie (Ford Mustang) – GoFAS - 310
24 - Ryan Newman (Ford Mustang) – Roush - 310
25 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 310
26 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 310
27 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 310
28 - Daniel Suarez (Toyota) – JTG - 309
29 - Ty Dillon (Chevy Camaro) – Germain - 309
30 - Brennan Poole (Chevy Camaro) – Premium - 305
31 - BJ McLeod (Ford Mustang) – BJ McLeod - 303
32 - Josh Bilicki (Chevy Camaro) – Baldwin - 302
33 - Reed Sorenson (Chevy Camaro) – Baldwin - 302
34 - Quin Houff (Chevy Camaro) – StarCom - 302
35 - Garrett Smithley (Chevy) – Ware - 296
36 - TImmy Hill (Ford Mustang) – MBM - 252
37 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 215
38 - JJ Yeley (Ford) – Ware - 110
39 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick - 6
40 - Joey Gase (Chevy Camaro) – Ware - 4

In campionato
1. Harvick 1041; 2. Hamlin 907; 3. Keselowski 881; 4. Truex 845; 5. Logano 836.

23 Ago [17:42]

Dover, gara 1
Hamlin al top, tripletta Gibbs

Marco Cortesi

Vittoria per Denny Hamlin, sesta quest’anno, e tripletta per il Joe Gibbs Racing a Dover, nel primo dei due appuntamenti sul Monster Mile nel weekend del Memorial Day. Hamlin è stato il pilota più in palla per quasi tutta la giornata, ma ha dovuto rimontare dal quinto posto dopo una sosta non perfetta al termine del secondo “stage” (da lui vinto). Passo dopo passo, ha sopravanzato Kevin Harvick, Kyle Busch e alla fine Martin Truex Jr, andato in crisi di grip nelle fasi conclusive. In generale, la prima gara del weekend sul tracciato del Delaware è stato lineare dato che si è vista una sola vera caution, al 6° giro, per un contatto fratricida tra i piloti del team Ganassi Matt Kenseth e Kurt Busch. Le altre caution sono arrivate, come da programma, alla fine dei primi due stage e, di conseguenza, il passo gara è stato forsennato. Solo 12 vetture su 40 hanno concluso a pieni giri sotto il traguardo.

Truex ha poi chiuso secondo davanti a Kyle Busch, ancora in attesa della prima vittoria dell’anno ma quantomeno in grado di conquistare punti utili. Quarto e quinto posto rispettivamente per Kevin Harvick e Chase Elliott. Il pilota del team Stewart Haas ha rimontato dopo essere stato mandato fuori dai box con una ruota mal fissata, dovendo subito rientrare, mentre il figlio d’arte del team Hendrick ha pagato un leggero contatto che ha fatto sfregare una gomma contro il paraurti. Proprio l’assenza di caution ha reso la loro rincorsa ancor più complicata.

Sesto Clint Bowyer, seguito da Jimmie Johnson. Il sette volte campione, grazie anche al brutto weekend del giovane compagno di colori William Byron, ha finalmente agganciato la zona playoff. Ottavo e non o posto per le prime due Ford di Penske, quelle di Joey Logano e Brad Keselowski, seguiti da un competitivo Ricky Stenhouse Jr. sulla Chevy del team JTG Daugherty.

Sabato 22 agosto 2020, gara

1 - Denny Hamlin (Toyota Camry) – Gibbs - 311 giri
2 - Martin Truex Jr. (Toyota Camry) – Gibbs - 311
3 - Kyle Busch (Toyota Camry) – Gibbs - 311
4 - Kevin Harvick (Ford Mustang) – Stewart - 311
5 - Chase Elliott (Chevy Camaro) – Hendrick - 311
6 - Clint Bowyer (Ford) – Stewart - 311
7 - Jimmie Johnson (Chevy Camaro) – Hendrick - 311
8 - Joey Logano (Ford Mustang) – Penske - 311
9 - Brad Keselowski (Ford Mustang) – Penske - 311
10 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy Camaro) – JTG - 311
11 - Cole Custer (Ford Mustang) – Stewart - 311
12 - Erik Jones (Toyota Camry) – Gibbs - 311
13 - Tyler Reddick (Chevy Camaro) – Childress - 310
14 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 310
15 - Austin Dillon (Chevy Camaro) – Childress - 310
16 - Chris Buescher (Ford Mustang) – Roush - 310
17 - Aric Almirola (Ford Mustang) – Stewart - 309
18 - Ty Dillon (Chevy Camaro) – Germain - 309
19 - Ryan Blaney (Ford Mustang) – Penske - 309
20 - Matt DiBenedetto (Ford Mustang) – Wood - 309
21 - Alex Bowman (Chevy Camaro) – Hendrick - 309
22 - Christopher Bell (Toyota Camry) – Leavine - 309
23 - Matt Kenseth (Chevrolet) – Ganassi - 309
24 - John Hunter Nemechek (Ford Mustang) – Front Row - 309
25 - Ryan Preece (Chevy) – JTG - 309
26 - Michael McDowell (Ford Mustang) – Front Row - 308
27 - Darrell Wallace Jr. (Chevy Camaro) – Petty - 308
28 - William Byron (Chevy Camaro) – Hendrick - 308
29 - Corey LaJoie (Ford Mustang) – GoFAS - 308
30 - Daniel Suarez (Toyota) – JTG - 306
31 - JJ Yeley (Ford) – Ware - 302
32 - Josh Bilicki (Chevy Camaro) – Baldwin - 299
33 - Quin Houff (Chevy Camaro) – StarCom - 298
34 - Timmy Hill (Ford Mustang) – MBM - 298
35 - Joey Gase (Chevy Camaro) – Ware - 293
36 - Brennan Poole (Chevy Camaro) – Premium - 286
37 - Garrett Smithley (Chevy) – Ware - 241
38 - BJ McLeod (Ford Mustang) – BJ McLeod - 166
39 - Reed Sorenson (Chevy Camaro) – Baldwin - 83
40 - Kurt Busch (Chevy Camaro) – Ganassi - 6

In campionato
1. Harvick 981; 2. Hamlin 881; 3. Keselowski 845; 4. Elliott 808; 9. Truex 803.

PrecedentePagina 1 di 10Successiva

News

nascar
v

PrimaPrecedentePagina 1 di 5SuccessivaUltima
PrimaPrecedentePagina 1 di 5SuccessivaUltima

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone