formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – 2° giorno finale
Neuville 1°, Ogier risponde a Sordo

Michele Montesano Non è cambiata la musica nel secondo giro pomeridiano del Rally di Spagna, undicesima prova del WRC 2021....

Leggi »
13 Giu [18:20]

ADAC F4 a Spielberg
Doppietta di Bearman, Fornaroli a podio

Mattia Tremolada

Doppietta e leadership della classifica per Oliver Bearman nel primo appuntamento dell’ADAC F4. Dopo aver conquistato due successi a Misano nella Formula 4 Italia, il pilota inglese del team Van Amersfoort si è ripetuto a Spielberg, conquistando entrambe le pole position in palio e dominando poi senza intoppi le due gare del sabato. Bearman ha però collezionato una battuta a vuoto domenica, quando dopo una brillante partenza dall’ottava posizione, in virtù dell’inversione della griglia, è stato messo fuori gioco dal compagno di squadra Joshua Dufek, che lo ha tamponato in curva 4.

Magro bottino per il favorito Tim Tramnitz, che aveva impressionato nel primo appuntamento di Le Castellet della F4 Italia. Il pilota tedesco di US Racing lascia il circuito austriaco al quarto posto in classifica, con un solo podio in gara 2 e anche per lui uno zero nella manche finale. Il tedesco ha commesso un errore all’ultima curva mentre occupava la prima posizione virtuale, venendo passato dal compagno di squadra Luke Browning. Sfilato il pilota inglese, Tramnitz ha repentinamente cambiato traiettoria due volte, mettendo in difficoltà Francesco Braschi che sopraggiungeva con molta più velocità. Braschi non è così riuscito ad evitare il contatto, tamponando il rivale che ha perso l'ala posteriore. Tramnitz ha cercato di proseguire, ma non è riuscito a rimanere in zona punti, mentre il pilota di Cattolica ha tagliato il traguardo alle spalle del vincitore Browning, ma è stato ritenuto responsabile dell’incidente, venendo penalizzato di 30” sul tempo finale, equivalenti ad un drive through.

La penalità ha così tolto a Braschi il primo podio assoluto in carriera, arrivato al termine di una stupenda rimonta dalla decima posizione. Il pilota italiano del team Jenzer ha mantenuto per tutta la corsa un ottimo passo, mettendo sotto pressione la coppia di US e portando così all’errore lo stesso Tramnitz. Un bel riscatto per il pilota italiano, già ottavo nel Q2 e decimo in gara 2. Bene anche Leonardo Fornaroli, terzo nella seconda corsa tenendo il ritmo del duo di testa. Il pilota del team Iron Lynx ha però commesso qualche errore di troppo nelle altre due gare, perdendo la possibilità di salire nuovamente sul podio, impresa riuscita addirittura a otto piloti diversi nelle tre corse in programma.

In gara 1 erano stati Sebastian Montoya e Kirill Smal a chiudere alle spalle di Bearman, ma i due piloti Prema hanno poi vissuto una domenica da dimenticare. Il colombiano scattava dalla prima fila, ma ha presto soffiato la prima posizione a Victor Bernier. Il pilota di R-Ace era però scattato in anticipo, traendo in inganno lo stesso Montoya, e così entrambi sono stati penalizzati di 5” per falsa partenza. Montoya ha poi lottato duramente per tutta la corsa, scivolando due volte al terzo posto, ma riportandosi al comando in entrambe le occasioni, tagliando il traguardo davanti a tutti per la prima volta in carriera, ma scivolando in settima piazza in seguito alla penalità.

Smal avrebbe potuto ereditare facilmente il successo, ma è andato all’attacco di Bernier, prendendosi un rischio inutile e gettando tutto al vento quando il francese lo ha allargato in curva 4. Il contatto tra i due è stato inevitabile, e mentre Bernier è stato punito con un drive through, Smal ha rotto l’ala anteriore, ritirandosi. Il successo è così finito nelle mani di Browning, che lascia Spielberg a soli cinque punti da Bearman. Primo podio assoluto in carriera per i due piloti di Van Amersfoort Han Cenyu e Nikita Bedrin, rimasti lontani dai guai. Quarta e quinta posizione per la coppia di BWR Motorsport, che al debutto nella serie ha chiuso il fine settimana in crescendo, con Taylor Barnard davanti all’italo-tedesco Valentino Catalano. Top-10 assoluta anche per Maya Weug, brava a cogliere la nona piazza in gara 3, impresa non riuscita ad Hamda Al Qubaisi, autrice di qualche errore di troppo.

Sabato 12 giugno 2021, gara 1

1 - Oliver Bearman - VAR - 20 giri - 30’49”512
2 - Sebastian Montoya - Prema - 2”186
3 - Kirill Smal - Prema - 3”383
4 - Tim Tranmitz - US Racing - 4”414
5 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 5”009
6 - Victor Bernier - R-Ace - 5”683
7 - Luke Browning - US Racing - 6”441
8 - Sami Meguetounif - R-Ace - 11”466
9 - Vlad Lomko - US Racing - 12”536
10 - Cenyu Han - VAR - 12”887
11 - Joshua Dufek - VAR - 13”265
12 - Nikita Bedrin - VAR - 13”505
13 - Conrad Laursen - Prema - 14”906
14 - Taylor Barnard - BWR - 15”773
15 - Maya Weug - Iron Lynx - 25”797
16 - Samir Ben - Jenzer - 31”959
17 - Michael Sauter - Sauter - 38”847
18 - Valentino Catalano - BWR - 52”435*
19 - Jorge Garciarce - Jenzer - 54”952
20 - Francesco Braschi - Jenzer - 1’02”846
21 - Bence Valint - VAR - 1 giro

*30” di penalità

Ritirati
Hamda Al Qubaisi
Pietro Armanni

Squalificato
Marcus Amand

Giro più veloce: Kirill Smal in 1’31”601

Sabato 12 giugno 2021, gara 2

1 - Oliver Bearman - VAR - 19 giri - 30’06”322
2 - Tim Tranmitz - US Racing - 2”900
3 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 3”965
4 - Joshua Dufek - VAR - 5”402
5 - Luke Browning - US Racing - 6”541
6 - Kirill Smal - Prema - 9”539
7 - Sebastian Montoya - Prema - 10”164
8 - Victor Bernier - R-Ace - 12”765
9 - Cenyu Han - VAR - 13”595
10 - Francesco Braschi - Jenzer - 14”234
11 - Nikita Bedrin - VAR - 14”897
12 - Vlad Lomko - US Racing - 17”730
13 - Taylor Barnard - BWR - 18”114
14 - Valentino Catalano - BWR - 18”507
15 - Sami Meguetounif - R-Ace - 18”901
15 - Maya Weug - Iron Lynx - 21”462
13 - Conrad Laursen - Prema - 23”308
19 - Jorge Garciarce - Jenzer - 27”607
17 - Michael Sauter - Sauter - 35”629
20 - Pietro Armanni - Iron Lynx - 35”829
16 - Samir Ben - Jenzer - 43”517

Ritirati
Hamda Al Qubaisi
Bence Valint
Marcus Amand

Giro più veloce: Oliver Bearman in 1’31”924

Domenica 13 giugno 2021, gara 3

1 - Luke Browning - US Racing - 18 giri - 30’04”200
2 - Cenyu Han - VAR - 1”406
3 - Nikita Bedrin - VAR - 1”600
4 - Taylor Barnard - BWR - 3”399
5 - Valentino Catalano - BWR - 4”075
6 - Sami Meguetounif - R-Ace - 4”285
7 - Sebastian Montoya - Prema - 4”376*
8 - Bence Valint - VAR - 4”704
9 - Maya Weug - Iron Lynx - 6”463
10 - Jorge Garciarce - Jenzer - 7”307
11 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 7”401
12 - Samir Ben - Jenzer - 7”666
13 - Victor Bernier - R-Ace - 11”664*
14 - Francesco Braschi - Jenzer - 30”259**
15 - Tim Tranmitz - US Racing - 1 giro

*5” di penalità
**30” di penalità

Ritirati
Vlad Lomko
Joshua Dufek
Conrad Laursen
Michael Sauter
Kirill Smal
Oliver Bearman
Hamda Al Qubaisi
Pietro Armanni
Marcus Amand

Giro più veloce: Bence Valint in 1’31”982

I‍l campionato
1.Bearman 50 punti; 2.Browning 45; 3.Montoya 32; 4.Tramnitz 31; 5.Smal 25; 6.Cenyu 24; 7.Bernier 18; 8.Bedrin 17; 9.Dufek 16; 10.Meguetounif 14; 11.Barnard 12; 12.Catalano 10; 13.Lomko 5; 14.Valint 4.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone