formula 1

Whitmarsh torna in Formula 1:
ruolo dirigenziale in Aston Martin

Martin Whitmarsh rientra nel giro della Formula 1, e lo fa con il team Aston Martin: sarà responsabile della nuova divisione ...

Leggi »
F3 FIA Asia

È pronto il calendario 2022
Cinque eventi tra Yas Marina e Dubai

La bella e avvincente stagione 2021 della F3 Asia organizzata dalla Top Speed dell'italiano Davide De Gobbi è alle spalle...

Leggi »
formula 1

Prost contro le strane idee di Liberty
"La griglia invertita? Non sarebbe più F1"

C'è un signore che ha fatto la storia della F1. Un signore che ha vinto quattro campionati del mondo e da qualche stagio...

Leggi »
formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
14 Giu [11:39]

GT Masters – Spielberg
Ammermüller-Jaminet vittoria e allungo

Michele Montesano

L’ADAC GT Masters ha continuato a dispensare gare combattute e avvincenti. Dopo la tappa inaugurale di Oschersleben, il campionato tedesco GT ha varcato i confini per approdare sulle colline dello Spielberg. In Austria, al termine delle due manche, ad allungare in classifica assoluta sono stati il campione in carica Michael Ammermüller e Mathieu Jaminet, vincitori di gara 1. Successo per il team Callaway Competition e la Corvette C7R di Jeffrey Schmidt e Marvin Kirchhöfer nella seconda frazione.

È stata una prima manche ricca di sorpassi e colpi di scena. A partire dal palo è stato Nick Yelloly che ha comandato le battute iniziali, prima di essere costretto al ritiro per un danno alla sospensione. A ereditare la prima posizione è stato Raffaele Marciello, il quale ha immediatamente cercato di allungare nei confronti di Ammermüller. Al cambio piloti obbligatorio le prime due posizioni sono rimaste invariate con Maximilian Buhk davanti a Jaminet. Il pilota Porsche ha cercato di chiudere il gap dal battistrada per poi tentare la manovra di sorpasso nell’arco della ventiduesima tornata. Le due vetture hanno proceduto fianco a fianco per diverse curve con Buhk costretto a lasciare strada a Jaminet. Il pilota Mercedes ha poi rallentato il suo ritmo scivolando al quarto posto finale.

L’ingresso della safety car nelle ultime fasi di gara ha compattato il gruppo. Ma al restart Jaminet è riuscito a tagliare per primo il traguardo, conquistando il secondo successo stagionale per il team SSR Performance. Secondo posto per la Lamborghini del GRT Grasser Team con Mirko Bortolotti e Albert Costa. L’italiano aveva siglato la pole ma è stato costretto a partire dalla sesta posizione, per via di una penalizzazione da scontare da parte di Costa. Bortolotti nel suo stint è riuscito a risalire fino al quarto posto, mentre lo spagnolo ha completato la bella prestazione arrivando sul podio. Terza la Corvette del Callaway Competition di Schmidt e Kirchhöfer. A chiudere la top-5 Dennis Lind e Dries Vanthoor, miglior equipaggio di casa Audi. Settimo posto per la Lamborghini di Franck Perera e Rolf Ineichen, quest’ultimo vincitore della classifica Pirelli Trophy. Con l’ottava posizione a vincere nel Pirelli Junior sono stati Kim-Luis Schramm e Dennis Marschall.

Allo start di gara 2 Kirchhöfer ha immediatamente superato il poleman Marschall. Mentre nelle retrovie Maro Engel è stato speronato andando a sbattere violentemente contro le barriere all’uscita della prima curva. Il pilota è uscito illeso ma la gara è stata neutralizzata per 45 minuti, permettendo di spostare la Mercedes e sistemare i guardrail. Dopo la ripartenza dapprima Kirchhöfer, e poi Schmidt, hanno gestito la gara costantemente pressati dall’Audi di Marschall e Schramm. Le due vetture hanno proceduto in tandem fino alla bandiera a scacchi con la Corvette che ha avuto la meglio sulla R8 LMS per poco più di 8 decimi. Il secondo posto per l’equipaggio Audi è valso come doppietta nel trofeo Pirelli Junior.

Un nuovo ingresso della vettura di sicurezza, nelle ultime fasi di gara, ha permesso alla BMW dello Schubert Motorsport di Yelloly e Jesse Krohn di acciuffare il gradino più basso del podio nell’arco della penultima tornata. Bortolotti e Costa, con un guizzo finale, hanno artigliato la quarta piazza che li proietta al secondo posto di campionato. A seguire l’altro equipaggio del GRT Grasser Team Pereira e Ineichen, vincitore ancora una volta del Pirelli Trophy. Sesto posto finale, e allungo in campionato, per i vincitori della prima gara Ammermüller e Jaminet.

Sabato 12 giugno 2021, gara 1

1 - Ammermüller/Jaminet (Porsche 911) - SSR - 39 giri - 1h02'41"650
2 - Bortolotti/Costa (Lamborghini Huracan) - Grasser - 1"092
3 - Schmidt/Kirchhöfer (Corvette C7) - Callaway - 1"429
4 - Marciello/Buhk (Mercedes AMG) - HTP Winward - 3"794
5 - Lind/Vanthoor (Audi R8 LMS) - WRT - 3"990
6 - Jahn/Holzer (Porsche 911) - Joos - 4"655
7 - Ineichen/Perera (Lamborghini Huracan) - Grasser - 4"916
8 - Schramm/Marschall (Audi R8 LMS) - Rutronik - 5"491
9 - Renauer/Müller (Porsche 911) - Precote Herberth - 5"905
10 - Stolz/Engel (Mercedes AMG) - Toksport - 6"282
11 - Engelhart/Preining (Porsche 911) - Küs - 7"175
12 - Feller/Mies (Audi R8 LMS) - Montaplast - 7"854
13 - Waliłko/Gounon (Mercedes AMG) - Zakspeed - 8"076
14 - Hofer/Zimmermann (Lamborghini Huracan) - Grasser - 8"439
15 - Owega/Niederhauser (Audi R8 LMS) - Phoenix - 8"714
16 - Erhart/Kaffer (Audi R8 LMS) - Rutronik - 9"526
17 - Ortmann/Schmid (Lamborghini Huracan) - Grasser - 9"598
18 - Sasse/Paul (Lamborghini Huracan) - T3 Motorsport - 11"616
19 - Hackländer/Wishofer (Porsche 911) - MRS GT - 11"846
20 - Bachler/De Silvestro (Porsche 911) - Precote Herberth - 12"298
21 - Trefz/Haase (Audi R8 LMS) - Montaplast - 12"480
22 - Asch/Keilwitz (Audi R8 LMS) - Aust - 12"549

Giro più veloce: Raffaele Marciello 1'30"458

Ritirati
Reicher/Siedler (Audi R8 LMS) - YACO
Fittje/Olsen (Porsche 911) - Küs
Still/Schöll (Mercedes AMG) - Zakspeed
Yelloly/Krohn (BMW M6) - Schubert
Spengler/Winkelhock (Audi R8 LMS) - Car Collection

Domenica 13 giugno 2021, gara 2

1 - Schmidt/Kirchhöfer (Corvette C7) - Callaway - 37 giri - 1h41'07"862
2 - Schramm/Marschall (Audi R8 LMS) - Rutronik - 0"824
3 - Yelloly/Krohn (BMW M6) - Schubert - 2"283
4 - Bortolotti/Costa (Lamborghini Huracan) - Grasser - 3"094
5 - Ineichen/Perera (Lamborghini Huracan) - Grasser - 3"727
6 - Ammermüller/Jaminet (Porsche 911) - SSR - 3"883
7 - Feller/Mies (Audi R8 LMS) - Montaplast - 4"067
8 - Waliłko/Gounon (Mercedes AMG) - Zakspeed - 4"764
9 - Jahn/Holzer (Porsche 911) - Joos - 5"596
10 - Marciello/Buhk (Mercedes AMG) - HTP Winward - 6"251
11 - Ortmann/Schmid (Lamborghini Huracan) - Grasser - 7"018
12 - Owega/Niederhauser (Audi R8 LMS) - Phoenix - 7"288
13 - Trefz/Haase (Audi R8 LMS) - Montaplast - 7"525
14 - Spengler/Winkelhock (Audi R8 LMS) - Car Collection - 8"166
15 - Lind/Vanthoor (Audi R8 LMS) - WRT - 8"167
16 - Reicher/Siedler (Audi R8 LMS) - YACO - 8"191
17 - Engelhart/Preining (Porsche 911) - Küs - 29"023
18 - Sasse/Paul (Lamborghini Huracan) - T3 Motorsport - 4 giri
19 - Asch/Keilwitz (Audi R8 LMS) - Aust - 5 giri

Giro più veloce: Dries Vanthoor 1'29"679

Ritirati
Fittje/Olsen (Porsche 911) - Küs
Renauer/Müller (Porsche 911) - Precote Herberth
Bachler/De Silvestro (Porsche 911) - Precote Herberth
Hackländer/Wishofer (Porsche 911) - MRS GT
Erhart/Kaffer (Audi R8 LMS) - Rutronik
Still/Schöll (Mercedes AMG) - Zakspeed
Hofer/Zimmermann (Lamborghini Huracan) - Grasser
Stolz/Engel (Mercedes AMG) - Toksport

I‍l campionato
1.Ammermüller/Jaminet 72 punti; 2.Bortolotti/Costa 56; 3.Yelloly/Krohn 51; 4.Marciello/Buhk 48; 5.Schmidt/Kirchhöfer 46; 6.Schramm/Marschall 41; 7.Feller/Mies 41; 8.Jahn/Holzer 33; 9.Stolz/Engel 28; 10.Waliłko/Gounon 25.


Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone