formula 1

Whitmarsh torna in Formula 1:
ruolo dirigenziale in Aston Martin

Martin Whitmarsh rientra nel giro della Formula 1, e lo fa con il team Aston Martin: sarà responsabile della nuova divisione ...

Leggi »
F3 FIA Asia

È pronto il calendario 2022
Cinque eventi tra Yas Marina e Dubai

La bella e avvincente stagione 2021 della F3 Asia organizzata dalla Top Speed dell'italiano Davide De Gobbi è alle spalle...

Leggi »
formula 1

Prost contro le strane idee di Liberty
"La griglia invertita? Non sarebbe più F1"

C'è un signore che ha fatto la storia della F1. Un signore che ha vinto quattro campionati del mondo e da qualche stagio...

Leggi »
formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
20 Lug [18:43]

McLaren tiene il terzo posto
e finalmente Ricciardo ha convinto

Massimo Costa

La buona notizia per la McLaren è che nonostante la grande prestazione di Charles Leclerc e della Ferrari, piazzatisi al secondo posto nel GP di Silverstone, i danni sono stati ampiamente contenuti. Sono infatti 26 i punti recuperati dal team di Maranello (con anche la sesta posizione di Carlos Sainz) e 22 quelli del team di Zak Brown, che quindi permettono alla McLaren di tenere saldamente al collo la medaglia di bronzo nella classifica costruttori con 163 punti contro i 148 della Ferrari.

A dare man forte, Daniel Ricciardo, finalmente incisivo come non mai. Norris e Ricciardo hanno viaggiato in coppia praticamente per tutto il fine settimana inglese e tra l’altro su un circuito particolarmente difficile. Il format poi, non ha aiutato con il poco tempo a disposizione, ma Ricciardo dopo che nel primo turno delle prove libere aveva rimediato un divario di 4 decimi dal compagno di box, si è riscattato con decisione. In qualifica, Norris ha chiuso sesto e lui settimo ad appena 2 millesimi dalla vettura gemella, nelle libere 2 hanno occupato le stesse posizioni con una differenza di 4 millesimi. Nella corsa sprint, Norris ha terminato quinto e Ricciardo sesto, nel Gran Premio Lando si è piazzato quarto e Daniel quinto.



Meglio di così non poteva andare per la McLaren. Norris si è poi ripreso la terza posizione nella classifica piloti, che aveva tenuto fino a Montecarlo, il ché è veramente miracoloso considerando che si sta tenendo dietro una Mercedes, quella di Valtteri Bottas (ora a 5 punti di distacco) e la Red Bull di Sergio Perez, crollato da terzo a quinto e ora a 9 lunghezze dopo che è rimasto senza punti a Silverstone. Norris ha ritrovato il sorriso e la tranquillità dopo giornate difficili. Domenica 11 luglio era allo stadio di Wembley per assistere alla finale degli Europei di calcio tra Italia e Inghilterra, e quando si è diretto al parcheggio è stato circondato da brutti ceffi che gli hanno rubato l’orologio dal valore di 45mila euro.

Uno spavento notevole che ha scosso parecchio Norris, ma qualcuno non ha mancato di far notare che in certi ambienti, e si sa che uno stadio non è un luogo per super vip, sarebbe meglio andare senza esibire al polso certi lussi. Lando ha sfogato la sua rabbia in pista trovando comunque la necessaria concentrazione per disputare un weekend di altissima qualità, esibendosi con sicurezza sia nella gara sprint sia nel Gran Premio. Per Ricciardo, questo appuntamento a Silverstone ha poi avuto anche un particolare significato: esattamente dieci anni fa, nel GP di Gran Bretagna, ha debuttato in F1 a stagione in corso con la HRT. Ricciardo ripete spesso che sta invecchiando e teme di aver perso la giusta chance per conquistare qualcosa di grandioso in F1, ma forse con la squadra di Zak Brown le cose potranno migliorare sempre più in tempi brevi.


Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone