formula 1

Doppietta con pasticcio per la McLaren
Hamilton che grinta, Verstappen infantile

La prima vittoria in F1 di Oscar PIastri è arrivata dopo un anno e mezzo di presenza nel Mondiale, 35 Gran Premi. Terzo e sec...

Leggi »
formula 1

Budapest - La cronaca
Piastri e Norris, dominio con polemica

Ultimo giro - Piastri vince il suo primo GP di F1, secondo Norris ed è doppietta McLaren. Bella gara di Hamilton terzo con la...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 2
Wehrlein campione, disfatta Jaguar

Michele Montesano Non poteva esserci finale più avvincente. La decima stagione di Formula E si è decisa negli ultimi giri del...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet – Gara 3
Nakamura-Berta vince di strategia

1 – Kean Nakamura-Berta – Prema – 13 giri in 32’35”5972 – Gustav Jonsson – Van Amersfoort – 0”8703 – Tomass Stolcermanis – Pr...

Leggi »
Regional by Alpine

Le Castellet - Gara 2
Giusti domina sul bagnato

Con una splendida prova di forza su asfalto bagnato, Alessandro Giusti è riuscito a ripetere sul circuito Paul Ricard di Le C...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Finale
Rovanperä 1°, a Tänak il Super Sunday

Michele Montesano Ancora una doppietta Toyota, ancora una vittoria da parte di Kalle Rovanperä. Conquistando il Rally di Lett...

Leggi »
8 Giu [0:42]

Le Mans – Libere 2
Porsche nella notte, Prema in LMP2

Michele Montesano

Non c’è sosta a Le Mans. Neppure il tempo di rifiatare dopo la qualifica, che le vetture sono scese nuovamente in pista per affrontare la prima sessione in notturna. Il fascino delle tenebre è parte integrante della maratona francese e la seconda sessione di prove libere è stata l’occasione per affinare vetture e team al buio. A brillare nella notte del Circuit de la Sarthe è stata la Porsche 963 LMDh di Laurens Vanthoor. Il belga ha stampato un crono di 3’28”878 battendo il riferimento fatto registrare in precedenza da James Calado. Proprio il pilota della Ferrari è stato, per gran parte della sessione, in cima alla lista dei tempi ma nulla ha potuto contro Vanthoor, l’unico a scendere sotto il muro dei 3’28”.

Le Porsche hanno gradito il fresco di Le Mans, lo si è potuto constatare dal terzo crono fatto registrare da Dane Cameron. Appena uscito dalla pitlane, lo statunitense è stato costretto anche a parcheggiare la sua 963 LMDh, salvo poi riavviare il sistema elettronico e riuscire a ritornare in pista. Così come visto nella prima sessione pomeridiana, anche nella notte Earl Bamber è stato il più veloce tra i piloti Cadillac, quarto seppur staccato di sei decimi dal battistrada della Porsche.



Vista la cocente delusione della qualifica, in Toyota hanno preferito focalizzarsi sul passo gara con entrambe le GR010 Hybrid. Kamui Kobayashi (nella foto sopra) è stato il più veloce del team nipponico fermando le lancette del cronometro a 3’29”624, mentre Brendon Hartley, solamente undicesimo, si è focalizzato sui long run inanellando trentadue giri.

Nonostante un problema al passaruota anteriore sinistro, la Cadillac dell’Action Express è riuscita a tornare in pista conquistando il settimo tempo con Pipo Derani davanti alla Ferrari di Nicklas Nielsen. Se la Glickenhaus è riuscita a siglare il nono crono, grazie a Oliver Pla, è proseguito il calvario in casa Peugeot. Anche nella FP2, le due 9X8 non sono riuscite a entrare in top 10. Fanalino di coda la Vanwall Vandervell.

Parla italiano la classe LMP2. Mirko Bortolotti (nella foto sotto) ha issato in cima alla lista dei tempi l’Oreca 07 del Team Prema. Alla sua seconda presenza nella 24 Ore di Le Mans, il trentino ha siglato un crono di 3’36”863 battendo di quasi tre decimi Felipe Albuquerque. Il portoghese è finalmente riuscito a raddrizzare una giornata iniziata tutta in salita per lo United Autosports. Il team di Zak Brown ha piazzato l’altra Oreca di Tom Blomqvist in quarta posizione dietro al sempre velocissimo Pietro Fittipaldi.



Ancora una volta Mike Rockenfeller è riuscito a mettere la Chevrolet Camaro a ridosso delle LMP2. Porta la firma di Kei Cozzolino il miglior crono in LMGTE Am. Il pilota del Kessel Racing ha siglato un tempo di 3’53”796 proprio sotto la bandiera a scacchi beffando la Porsche griffata Iron Lynx di Alessio Picariello. Risolti i problemi che l’hanno costretto alla resa in qualifica, Matteo Cairoli ha piazzato in quarta posizione la 911 RSR del Project 1-AO davanti la Ferrari 488 GTE di Davide Rigon.

Ancora ferme ai box sia l’Aston Martin del D’Station Racing che l’Oreca 07 del Tower Motorsport. A seguito dell’incidente, che le ha viste coinvolte nel corso della prima sessione di libere, entrambi i team sono stati costretti a sostituire il telaio delle rispettive vetture.

Giovedì 8 giugno 2023, libere 2

1 - Estre-Lotterer-Vanthoor (Porsche 963) - Penske - 3'28"878
2 - Pier Guidi-Calado-Giovinazzi (Ferrari 499P) - Ferrari - 3'29"225
3 - Cameron-Christensen-Makowiecki (Porsche 963) - Penske - 3'29"307
4 - Bamber-Lynn-Westbrook (Cadillac V-LMDh) - Cadillac - 3'29"545
5 - Conway-Kobayashi-Lopez (Toyota GR010) - Toyota - 3'29"624
6 - Ye-da Costa-Stevens (Porsche 963) - Jota - 3'29"784
7 - Derani-Sims-Aitken (Cadillac V-LMDh) - Action Express - 3'29"846
8 - Fuoco-Molina-Nielsen (Ferrari 499P) - Ferrari - 3'30"086
9 - Dumas-Pla-Briscoe (Glickenhaus 007) - Glickenhaus - 3'30"172
10 - Bourdais-Van der Zande-Dixon (Cadillac V-LMDh) - Cadillac - 3'30"238
11 - Buemi-Hartley-Hirakawa (Toyota GR010) - Toyota - 3'30"500
12 - Nasr-Jaminet-Tandy (Porsche 963) - Penske - 3'30"740
13 - Duval-Menezes-Müller (Peugeot 9X8) - Peugeot - 3'30"800
14 - Di Resta-Jensen-Vergne (Peugeot 9X8) - Peugeot - 3'30"823
15 - Mailleux-Berthon-Gutierrez (Glickenhaus 007) - Glickenhaus - 3'31"196
16 - Dillmann-Guerrieri-Vautier (Vanwall Vandervell 680) - Vanwall - 3'35"147
17 - Pin-Bortolotti-Kvyat (Oreca 07-Gibson) - Prema - 3'36"863
18 - Lubin-Hanson-Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United AS - 3'37"079
19 - Heinemeier Hansson-Fittipaldi-Rasmussen (Oreca 07-Gibson) - Jota - 3'37"855
20 - Pierson-Blomqvist-Jarvis (Oreca 07-Gibson) - United AS - 3'38"153
21 - Van Rompuy-de Wilde-Martin (Oreca 07-Gibson) - DKR - 3'38"275
22 - Sales-Beche-Hanley (Oreca 07-Gibson) - Nielsen - 3'38"330
23 - Smiechowski-Scherer-Costa (Oreca 07-Gibson) - Inter Europol - 3'38"399
24 - Ugran-Viscaal-Correa (Oreca 07-Gibson) - Prema - 3'38"890
25 - Yoluc-Gamble-Vanthoor (Oreca 07-Gibson) - RT Turkey - 3'39"036
26 - Vaxiviere-Canal-Milesi (Alpine A470-Gibson) - Alpine - 3'39"450
27 - Lapierre-Coigny-Jakobsen (Oreca 07-Gibson) - Cool - 3'39"507
28 - Maldonado-van der Helm-van Uitert (Oreca 07-Gibson) - Panis - 3'39"797
29 - Gelael-Habsburg-Frijns (Oreca 07-Gibson) - WRT - 3'39"818
30 - Kurtz-Allen-Braun (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 3'40"185
31 - de Gérus-Lomko-Pagenaud (Oreca 07-Gibson) - Cool - 3'40"221
32 - Jani-Binder-Pino (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 3'40"272
33 - Lacorte-van der Garde-Pilet (Oreca 07-Gibson) - Graff - 3'40"361
34 - Negrão-Rojas-Caldwell (Alpine A470-Gibson) - Alpine - 3'41"018
35 - Andrade-Kubica-Delétraz (Oreca 07-Gibson) - WRT - 3'41"074
36 - Lafargue-Chatin-Hörr (Oreca 07-Gibson) - Idec - 3'41"301
37 - Cullen-Kaiser-Aubry (Oreca 07-Gibson) - Vector - 3'41"678
38 - Kvamme-Magnussen-Fjordbach (Oreca 07-Gibson) - Inter Europol - 3'42"133
39 - Perrodo-Barnicoat-Nato (Oreca 07-Gibson) - AF Corse - 3'43"191
40 - Johnson-Rockenfeller-Button (Chevrolet Camaro) - Hendrick - 3'51"904
41 - Cozzolino-Tsujiko-Yokomizo (Ferrari 488) - Kessel - 3'53"796
42 - Schiavoni-Cressoni-Picariello (Porsche 911) - Iron Lynx - 3'54"080
43 - Hyett-Jeannette-Cairoli (Porsche 911) - Project 1 - 3'54"172
44 - Flohr-Castellacci-Rigon (Ferrari 488) - Af Corse - 3'54"585
45 - Ried-Pedersen-Andlauer (Porsche 911) - Dempsey-Proton - 3'54"639
46 - Bovy-Gatting-Frey (Porsche 911) - Iron Dames - 3'54"753
47 - Keating-Varrone-Catsburg (Chevrolet Corvette) - Corvette - 3'54"764
48 - Kimura-Huffaker-Serra (Ferrari 488) - Kessel - 3'54"792
49 - Perez Companc-Wadoux-Rovera (Ferrari 488) - AF Corse - 3'54"896
50 - Tincknell-Yount-Ried (Porsche 911) - Proton - 3'55"075
51 - Fassbender-Rump-Lietz (Porsche 911) - Proton - 3'55"191
52 - Hull-Haryanto-Segal (Ferrari 488) - Walkenhorst - 3'55"241
53 - James-Mancinelli-Riberas (Aston Martin Vantage) - Northwest - 3'55"831
54 - Al Harty-Dinan-Eastwood (Aston Martin Vantage) - TF Sport - 3'56"219
55 - Wainwright-Pera-Barker (Porsche 911) - GR Racing - 3'56"371
56 - Piguet-Mann-de Paw (Ferrari 488) - AF Corse - 3'56"616
57 - A.Robin-M.Robin-Hasse-Clot (Aston Martin Vantage) - TF Sport - 3'56"753
58 - Dahlmann Birch-Sørensen-Møller (Aston Martin Vantage) - GMB - 3'57"220
59 - Hardwick-Robichon-Heylen (Porsche 911) - Proton - 3'57"803
60 - Neubauer-Prette-Petrobelli (Ferrari 488) - JMW - 3'58"307
61 - Thomas-Taylor-Rast (Oreca 07-Gibson) - Tower - Senza tempo
62 - Hoshino-Stevenson-Fujii (Aston Martin Vantage) - D'Station - Senza tempo