formula 1

Budapest - Qualifica
McLaren super, Norris e Piastri in 1.fila

San Paolo 2012, Budapest 2024. Sono trascorsi ben 12 anni da quando la McLaren aveva monopolizzato la prima fila di un Gran P...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – 3° giorno finale
Rovanperä-Ogier nel segno Toyota

Michele Montesano Non si arresta la marcia di Kalle Rovanperä. Il campione in carica del WRC ha ormai messo saldamente le man...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 1
Wehrlein vince e vede il titolo

Michele Montesano Tra i due litiganti il terzo gode. A due gare dal termine del campionato, il titolo di Formula E sembrava d...

Leggi »
FIA Formula 2

Budapest - Gara 1
Verschoor squalificato, vince Maini

Davide Attanasio - XPB ImagesNon esiste limite al peggio per Richard Verschoor (Trident). Ancora una volta, dopo aver vinto u...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet – Gara 1
Prima vittoria di Bohra

In una gara che ha visto pochi sorpassi e – per la prima volta in questa stagione – non ha richiesto l’intervento della safet...

Leggi »
Formula E

Londra - Qualifica 1
Evans in pole e accorcia su Cassidy

Michele Montesano Il finale della decima stagione di Formula E è ancora tutto da scrivere. Il doppio E-Prix di Londra segna l...

Leggi »
27 Mag [16:30]

F4 britannica a Snetterton, gare
Incetta di punti per Ninovic

Davide Attanasio

Due pole position, due giri veloci, due vittorie. È questo il bottino che Alex Ninovic (Rodin) ha riscosso dalla terza tappa del campionato di Formula 4 britannico sul tecnico circuito di Snetterton (layout 300). In particolare, il diciassettenne australiano ha trionfato nella prima e nella terza gara, con un pregevole quarto posto nella seconda partendo dodicesimo per effetto della griglia invertita. Con i risultati ottenuti, Alex si è issato al secondo posto nel campionato piloti, a 35 lunghezze da Deagen Fairclough (Hitech), che malgrado il suo primo ritiro stagionale, nelle due corse terminate è arrivato terzo, recuperando otto posizioni (come Ninovic) nella seconda corsa.

Nella qualifica del sabato, in quello che è stato un fine settimana piovoso, James Higgins (Rodin) e Reza Seewooruthun (Hitech) erano riusciti a scalzare Ninovic e Fairclough dalla prima fila. E però, a seguito di una revisione da parte dei commissari, le prime due posizioni (per gara 1, che prende in considerazione i secondi migliori tempi registrati da ciascun concorrente) sono andate a Alex e Deagen, mentre nella terza gara accanto a Ninovic è scattato Jack Sherwood, suo compagno di squadra, con Fairclough quinto dietro a Joel Bergstrom (JHR) e al sopra menzionato Higgins. In gara 2, invece, l'onore della partenza dal palo è spettato al rookie algerino Leo Robinson (JHR), con il suo dodicesimo crono sufficiente per beneficiare della reverse grid.

E così, in gara 1 Ninovic è partito bene, mentre Fairclough ha perso lo spunto nei confronti di Higgins, con Alex Berg (Fortec) che, sfruttando la pista bagnata, ne ha approfittato meglio di tutti guadagnando ben otto piazze in un solo giro. La safety car è poi entrata in pista per un incidente occorso a Mika Abrahams (Hitech), e non ha più lasciato campo libero ai piloti. L'ordine di arrivo ha visto quindi Ninovic trionfare davanti a Higgins e Fairclough, con Jack Sherwood (Rodin) quarto davanti a Reza Seewooruthun (Hitech), ad evidenziare la superiorità di queste due squadre nei confronti delle altre. Fuori dalla top cinque Bergstrom, miglior rookie, seguito da Ella Lloyd e da un altro debuttante, Yuanpu Cui (Argenti). Abbi Pulling (Rodin) è arrivata nona, con il magiaro Martin Molnár decimo prima del super starter Berg.

Nella seconda corsa, la prima domenicale, Cui, secondo, ha subito scalzato Robinson dalla testa, con il ritirato di gara 1, Mika Abrahams, che ha fatto lo stesso piazzandosi alle spalle di Yuanpu. A centro gruppo, intanto, Higgins e Ninovic si sono subito fatti strada, ovviamente senza chiedere il permesso, con Cui che imperterrito ha continuato ad aumentare il margine sul pilota Hitech. La safety car, però, ha scompaginato le sue tattiche; l'emiratino Zack Scoular (Xcel) ha costretto la vettura di sicurezza a fare il suo secondo ingresso su due corse, e quando è tornata in pit lane è successo di tutto, con Abrahams fuori dai giochi e Fairclough sul podio dietro Sherwood. Quinto posto per Pulling, che ha preceduto Bergstrom, Robinson e l'indiano Kai Daryanani (Fortec), che ha guadagnato ulteriori dieci punti per la sua splendida rimonta dai bassifondi della griglia. Dopo un buon avvio, ha perso invece terreno Higgins, solo quindesimo sotto la bandiera a scacchi.

Con il sole che è finalmente uscito per la terza corsa, ci si aspettava sarebbe stata una competizione meno caotica, e invece è stato il contrario, e lo si è visto sin dalla partenza, perché la prima fila Ninovic-Fairclough ne ha combinate di ogni, con una battaglia all'ultimo respiro terminata con il leader del campionato costretto ai box (e poi al ritiro) per i danni riportati. Dietro, tuttavia, non è andata molto meglio: Leo Robinson è rimasto arenato, e la safety car non ha potuto fare altro che tornare in pista, marcando visita per la terza volta su tre: diligenza ammirevole. Quando la vettura di sicurezza ha lasciato l'autodromo del Norfolk, però, un violento acquazzone (ancora) si è abbattuto sulla pista, dichiarando la fine anticipata del weekend. È stato, quindi, un podio tutto Rodin, con Sherwood e Higgins dietro Ninovic ma davanti a un brillante Bergstrom e a Seewooruthun. Sesto il rookie di Argenti Rowan Campbell-Pilling, poi Pulling, Abrahams, Molnár e Maxwell Dodds (Virtuosi), al secondo piazzamento nei dieci in stagione (il primo, ottenuto peraltro in gara 2, non garantiva punti).

Da segnalare, per ultimo, ma non per importanza, una triplice squalifica (nonché 12 punti tolti in classifica) ai danni di Bart Harrison (Dittmann), reo di aver "aggredito fisicamente" Mika Abrahams dopo la seconda corsa del fine settimana a seguito di una collisione avvenuta nella suddetta gara. Inizialmente, Harrison aveva ricevuto tre posizioni di penalità per l'incidente "in pista", ma dopo la gara, nel parco chiuso, Abrahams ha inveito con offese nei confronti di Harrison, per le quali il primo era stato avvertito con una reprimenda. A questo punto Harrison ha perso le staffe, spingendo e colpendo Abrahams. Da qui la squalifica con relativa penalità in classifica.

Sabato 25 maggio 2024, gara 1


1 - Alex Ninovic - Rodin - 9 giri in 21'15"999
2 - James Higgins - Rodin - 1"694
3 - Deagen Fairclough - Hitech - 2"437
4 - Jack Sherwood - Rodin - 3"422
5 - Reza Seewooruthun - Hitech - 4"450
6 - Joel Bergstrom - JHR - 5"479
7 - Ella Lloyd - JHR - 6"825
8 - Yuanpu Cui - Argenti - 8"169
9 - Abbi Pulling - Rodin - 8"879
10 - Martin Molnár - Virtuosi - 9"595
11 - Alex Berg - Fortec - 11"695
12 - Leo Robinson - JHR - 11"782
13 - Rowan Campbell-Pilling - Argenti - 12"174
14 - August Raber - Xcel - 12"685
15 - Maxwell Dodds - Virtuosi - 15"803
16 - Nina Gademan - Fortec - 16"530
17 - Yuhao Fu - Virtuosi - 26"128
18 - Kai Daryanani - Fortec - 27"251
19 - Chloe Chong - JHR - 39"264

Ritirati
Mika Abrahams
Zack Scoular

Squalificato
Bart Harrison

Domenica 26 maggio 2024, gara 2

1 - Yuanpu Cui - Argenti - 9 giri in 21'36"160
2 - Jack Sherwood - Rodin - 2"122
3 - Deagen Fairclough - Hitech - 3"023
4 - Alex Ninovic - Rodin - 5"516
5 - Abbi Pulling - Rodin - 8"221
6 - Joel Bergstrom - JHR - 8"404
7 - Leo Robinson - JHR - 9"573
8 - Kai Daryanani - Fortec - 11"636
9 - Ella Lloyd - JHR - 12"803
10 - Maxwell Dodds - Virtuosi - 13"180
11 - Rowan Campbell-Pilling - Argenti - 14"988
12 - Nina Gademan - Fortec - 15"273
13 - Yuhao Fu - Virtuosi - 15"391
14 - August Raber - Xcel - 16"168
15 - James Higgins - Rodin - 16"661
16 - Martin Molnár - Virtuosi - 16"893
17 - Chloe Chong - JHR - 19"457
18 - Reza Seewooruthun - Hitech - 19"838
19 - Alex Berg - Fortec - 39"334
20 - Mika Abrahams - Hitech - +2 giri

Ritirato
Zack Scoular

Squalificato
Bart Harrison

Domenica 26 maggio 2024, gara 3

1 - Alex Ninovic - Rodin - 5 giri in 11'54"017
2 - Jack Sherwood - Rodin - 1"150
3 - James Higgins - Rodin - 1"687
4 - Joel Bergstrom - JHR - 2"310
5 - Reza Seewooruthun - Hitech - 2"530
6 - Rowan Campbell-Pilling - Argenti - 2"952
7 - Abbi Pulling - Rodin - 3"381
8 - Mika Abrahams - Hitech - 3"962
9 - Martin Molnár - Virtuosi - 4"519
10 - Maxwell Dodds - Virtuosi - 5"384
11 - Yuanpu Cui - Argenti - 5"709
12 - Ella Lloyd - JHR - 7"282
13 - Alex Berg - Fortec - 7"884
14 - Zack Scoular - 8"075
15 - August Raber - Xcel - 8"744
16 - Nina Gademan - Fortec - 9"600
17 - Chloe Chong - JHR - 10"606
18 - Yuhao Fu - Virtuosi - 11"532
19 - Kai Daryanani - Fortec - +1 giro

Ritirato
Deagen Fairclough

Non partito
Leo Robinson

Squalificato
Bart Harrison

Il campionato
1.Fairclough 140; 2.Ninovic 105; 3.Higgins 92.5; 4.Sherwood 81; 5.Pulling 56; 6.Seewooruthun 53; 7.Abrahams 49; 8.Cui 46; 9.Bergstrom 28; 10.Campbell-Pilling 26; 11.Lloyd 21; 12.Daryanani 15; 13.Raber 14; 14.Scoular 13; 15.Dodds 12.5; 16.Gademan 11; 17.Berg, Robinson, Molnár, Fu 9; 21.Harrison 5*; 22.Chong 2.

* -12 punti di penalità
gdlracing