16 Nov [16:00]

La GP2 propone l'abolizione delle qualifiche

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
I team che intendono partecipare alla Formula GP2 del 2005, la categoria che sostituirà la F.3000 internazionale, hanno ricevuto una proposta riguardante il regolamento sportivo. L'idea è quella di eliminare dal weekend la disputa delle qualifiche. In pratica, negli undici appuntamenti concomitanti con la F.1, si svolgerebbe un'ora di prove libere, una gara al sabato di 180 chilometri con pit-stop e una alla domenica mattina di 80 km. Lo schieramento di partenza della prima gara stagionale verrà determinato dai tempi ottenuti dai piloti nell'ultimo test collettivo programmato al Le Castellet. L'ordine di arrivo della prima corsa, determinerà la griglia di partenza della prova della domenica mattina. E qui c'è un'altra novità, presa in prestito dall'ETCC. I primi otto andrebbero infatti a schierarsi a posizioni invertite: l'ottavo classificato sarà quindi in pole, e il vincitore della prima corsa partirà ottavo. Dopo di che, lo schieramento della prima gara del secondo appuntamento sarà scritto dalla classifica della seconda corsa precedente senza inversioni però. In pratica, tutti gli ordini di partenza dipenderanno dagli ordini di arrivo delle corse. Nelle gare lunghe, i punti spetteranno ai primi otto, in quelle sprint ai primi sei.
La consegna ai team della prima Dallara-Mecachrome è prevista il mese di gennaio. Tredici le squadre che dovrebbero presentarsi al via del campionato. Per il momento certe appaiono Coloni, Durango, ASM, DAMS, Racing Engineering, Campos, BCN, Arden, Hitech e Isport.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone