GT Internazionale

GT Masters – Oschersleben
Marciello apre, Ammermüller leader

Michele Montesano Non poteva esserci inizio più avvincente e combattuto per la stagione 2021 dell’ADAC GT Masters. A comand...

Leggi »
Super Formula

Autopolis - Gara
Alesi fa il colpaccio

Ad Autopolis, prima inaspettata vittoria di Giuliano Alesi in Super Formula: soltanto alla seconda presenza nella categoria, ...

Leggi »
formula 1

La McLaren sorprende:
a Montecarlo livrea Gulf

La McLaren sorprende tutti: al Gran Premio di Monaco correrà con un'inedita livrea arancio-azzurro Gulf, una delle più ic...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet - Gara 3
Tramnitz prende il largo

1 - Tim Tranmitz - US Racing - 14 giri - 33'00"8222 - Oliver Bearman - VAR - 1"6683 - Vlad Lomko - US Racing - ...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet - Gara 2
Tramnitz resiste a Browning

1 - Tim Tranmitz - US Racing - 14 giri - 33'51"4232 - Luke Browning - US Racing - 0"6873 - Kirill Smal - Prema ...

Leggi »
indycar

Indy Road - Gara
VeeKay si prende la prima vittoria

1 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) - ECR - 86 giri2 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) - Coyne - 4"9510 3 - Alex Palou (Dal...

Leggi »
14 Apr [10:39]

AlphaTauri, aria di casa a Imola:
si punta al 5° posto nel Mondiale

Jacopo Rubino

L'autodromo di Imola dista solo 15 chilometri dalla sede di Faenza: l'AlphaTauri gioca davvero in casa al Gran Premio dell'Emilia Romagna, seconda tappa di una stagione 2021 iniziata sotto auspici molto promettenti. Il team principal Franz Tost, infatti, non si nasconde: "Mi aspetto di entrare regolarmente in Q3 e di lottare per la zona punti. Il quinto posto nel Mondiale Costruttori deve essere l'obiettivo". Un piazzamento sempre inseguito ma mai raggiunto dall'ex Toro Rosso, spesso settima e due volte sesta, nel 2008 (con la mitica vittoria a Monza con Sebastian Vettel) e nel 2019. Sarà questo l'anno buono?

I due punti raccolti in Bahrain, con la bella nona posizione di Yuki Tsunoda all'esordio in Formula 1, stanno quasi stretti rispetto al potenziale mostrato, anche perché Pierre Gasly ha rovinato la sua corsa danneggiando l'ala anteriore in un contatto con Daniel Ricciardo nelle fasi iniziali. "(Tsunoda) poteva concludere settimo o ottavo, mentre Pierre (Gasly, ndr) poteva terminare quarto o quinto, senza l'incidente", ha sostenuto Tost in una intervista a Speedweek.

La monoposto italo-austriaca, progettata sotto la guida di Jody Egginton, aveva già ben impressionato nei test invernali, mentre nelle qualifiche di Sakhir ha quasi stupito: Gasly ha terminato quinto e Tsunoda (secondo in Q1) ha mancato l'accesso in top 10 solo per aver adottato in Q2 la stessa strategia del compagno, cercando il giro veloce con la mescola media. "Una scelta che, a parte noi, hanno fatto solo le due Mercedes e Max Verstappen. È stato un rischio, ma dimostra la nostra fiducia nella vettura e il livello delle nostre prestazioni", ha rimarcato il pilota francese. "Da quel che abbiamo visto in Bahrain, sembra avremo un pacchetto che ci permetterà di lottare per punti importanti".

Ma dove ha guadagnato terreno la AT02, rispetto alla precedente AT01 trionfatrice a Monza? "Ci sono stati piccoli progressi di telaio, ma i benefici principale vengono dalla Honda con un motore decisamente più potente", ha affermato Tost. "Direi che il 70 per cento del merito viene dalla power unit, il 30 per cento dalla macchina".

Alla vigilia del weekend sul circuito del Santerno, più che il fattore campo, dà fiducia la forza espressa qui lo scorso anno: "Su questa pista ho fatto la mia migliore qualifica di sempre insieme alla squadra, ottenendo la seconda fila", ricorda Gasly. "Sfortunatamente la gara si è conclusa troppo presto, a causa di un problema tecnico mentre ero quinto". Ma i motivi per essere ottimisti non mancano. A Imola l'AlphaTauri ha inoltre realizzato il suo filming day a febbraio, chissà che qualche dato raccolto non si riveli un aiuto extra.

Nella foto, Gasly e Tsunoda in pista durante il filming day a Imola

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone