Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
World Endurance

Test ad Alcaniz per la Peugeot 9X8
Il team salterà la 1000 Miglia di Sebring

Michele Montesano Continua senza sosta la tabella di marcia per il ritorno nel FIA WEC da parte di Peugeot Sport. Il team s...

Leggi »
altre

Adria sotto sequestro
Buco di 53 milioni di euro

Il paddock dell'area karting era strapieno, come sempre quando si è alla vigilia del primo evento internazionale organizz...

Leggi »
formula 1

La F1 pensa all'obbligo vaccinale:
non ci saranno casi simil Djokovic

Il caso di Novak Djokovic ha dominato la scena del dibattito internazionale, non solo sportivo. Il tennista serbo, numero 1 a...

Leggi »
Rally

Oreca obiettivo Dakar 2023 con l’ibrido
Allo studio anche un motore a idrogeno

Michele Montesano La quarantaquattresima edizione della Dakar è appena andata in archivio, ma Oreca punta lo sguardo già al...

Leggi »
29 Apr [12:19]

Baku - Gara 2
Russell di forza

Massimo Costa

Campione GP3 nel 2017, George Russell benché sia un rookie per la Formula 2 è subito stato inserito tra i pretendenti al titolo per le sue qualità, per il suo talento, per essere nel team ART. Ma il suo inizio di stagione non era stato propriamente dei migliori in Bahrain, dove aveva raccolto appena 10 punti. E anche la prima gara di Baku lo ha visto estromesso dalla top ten per un errore mentre battagliava per il vertice. Nella corsa sprint, invece, ha compiuto un piccolo capolavoro. Favorito dalla ormai consueta debacle motoristica che colpisce i piloti di F2, in questo caso Antonio Fuoco, Alexander Albon (vincitore di gara 1) e il suo compagno Jack Aitken che in griglia di partenza erano davanti a lui e si sono ritrovati bloccati, oltre che dal pessimo avvio di Roberto Merhi dalla posizione del poleman, Russell dalla sesta fila al 1° giro si è ritrovato già quinto.

Non si è risparmiato l'inglese Junior Mercedes e al 7° giro ha superato Ralph Boschung salendo quarto, poi due due tornate ha tentato il sorpasso del giorno, ma non gli è riuscito. Nel rettilineo di arrivo, ha affiancato Nicholas Latifi e Lando Norris, ma alla staccata ha dovuto alzare il piede lasciando sfilare il canadese mentre il suo connazionale è finito nella via di fuga. Poco male, al 10° giro ha passato Latifi divenendo secondo, ma a circa 4" dal leader Sergio Camara.

Il brasiliano del team Carlin appariva nervoso, ha commesso diversi errori permettendo a Russell, comunque più veloce sul giro, di avvicinarsi rapidamente. Al 17° giro, il confronto è stato aspro, ma corretto finché al 18° passaggio Russell è riuscito a prendersi la prima posizione sfruttando al meglio il DRS. Piano piano ha allungato su Camara andando a vincere in tranquillità. Ottimo il secondo posto di Camara che si porta a un solo punto dal leader del campionato, Norris. Dopo l'errore, il pilota di Carlin ha ben recuperato chiudendo quinto.

Gara tutta di attacco per Nyck De Vries della Prema. L'olandese, quattordicesimo al via, si è fatto perdonare l'errore di gara 1. De Vries è addirittura riuscito a raggiungere il terzo gradino del podio superando all'ultima tornata Latifi. Peccato per il suo compagno Sean Gelael, finito contro le barriere della curva 1 mentre era in corsa per la zona punti. Bella prova per i piloti Trident. Arjun Maini dalla nona fila è risalito con forza fino al sesto posto finale, impressionando per i sorpassi effettuati, precedendo il compagno di box Santino Ferrucci.

Domenica disastrosa per gli italiani. Fuoco, brillante terzo in gara 1, è rimasto bloccato da un problema al motore durante il giro di ricognizione mentre Luca Ghiotto ha stallato al via. È quindi ripartito dai box ed ha concluso a 1 giro dal vincitore.

Domenica 29 aprile 2018, gara 2

1 - George Russell - ART - 21 giri 41'32"101
2 - Sergio Camara - Carlin - 2"604
3 - Nyck De Vries - Prema - 4"774
4 - Nicholas Latifi - DAMS - 5"016
5 - Lando Norris - Carlin - 5"842
6 - Arjun Maini - Trident - 13"606
7 - Santino Ferrucci - Trident - 19"108
8 - Roberto Merhi - MP Motorsport - 22"391
9 - Ralph Boschung - MP Motorsport - 24"379
10 - Tadasuke Makino - Russian Time - 25"130
11 - Louis Deletraz - Charouz - 46"561
12 - Jack Aitken - ART - 1 giro
13 - Nirei Fukuzumi - Arden - 1 giro
14 - Alexander Albon - DAMS - 1 giro
15 - Luca Ghiotto - Campos - 1 giro
16 - Maximilian Gunther - Arden - 1 giro

Giro più veloce: Jack Aitken 1'56"774

Ritirati
Sean Gelael
Roy Nissany
Artem Markelov

Il campionato
1.Norris 53; 2.Camara 52; 3.Albon 41; 4.Markelov 30; 5.Russell 27; 6.De Vries 26; 7.Aitken 20; 8.Latifi 18; 9.Fuoco 17; 10.Gunther 16.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone