formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
19 Nov [14:26]

Binotto, nessuna autocritica
e la fiducia di non perdere il posto

Massimo Costa - XPB Images

Finalmente Mattia Binotto ha parlato riguardo il suo futuro. Lo ha fatto in conferenza stampa ufficiale stamane e ovviamente le domande principali riguardavano l'indiscrezione uscita nei giorni scorsi che lo vorrebbe licenziato per far posto a Frederic Vasseur, attuale team principal della Sauber: "A Maranello c'è una passione così forte che si porta dietro tante critiche e un'enorme pressione. Questa cosa non cambierà mai. Dopo che sono emerse le notizie sulla mia posizione in Ferrari per il prossimo anno, ho parlato subito con il presidente John Elkann su come proseguire il nostro rapporto ed ecco il comunicato che è stato diramato: sono voci prive di fondamento".

"Sarò al 100 per cento il capo l'anno prossimo? Non sta a me dirlo, ma sono rilassato e sono sempre stato aperto a un dialogo costruttivo con i vertici. Non siamo ancora i migliori, ma abbiamo raggiunto l'obiettivo di essere più competitivi. Pensando all'inizio di stagione nessuno avrebbe ritenuto che saremmo stati così veloci. Siamo uniti, abbiamo lavorato bene e siamo stati capaci di ottenere certi risultati. I problemi ci sono, ma li risolveremo e siamo concentrati su quello. Non seguo le speculazioni, sento la fiducia del presidente e dell'amministratore delegato e la squadra è molto unita".

Queste le parole di Binotto, come al solito prive di ogni autocritica sulla debacle Ferrari nella seconda parte della stagione. Il team principal italiano, al contrario, si auto incensa su quanto è stata positiva la prima parte del campionato, ritiene che si è lavorato bene, fa un breve cenno ai problemi verificatisi, dice di non seguire le speculazioni quando tutti sappiamo che è la prima cosa che fa e afferma che la squadra è unita. Se queste parole le avesse ascoltate una persona che non ha seguito neanche un GP quest'anno, potrebbe pensare che la Ferrari ha perso il mondiale per un punto...

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone