formula 1

Leclerc a tutto gas a Montecarlo:
girato il corto "Le grand rendez-vous"

Jacopo Rubino

Nella domenica in cui avrebbe dovuto disputarsi il Gran Premio di Monaco 2020, un p...

Leggi »
Mondiale Rally

Cancellato il Safari
Si tornerà in Kenya nel 2021

Mattia Tremolada

Nonostante i messaggi rassicuranti degli organizzatori nelle scorse settimane, alla fine i...

Leggi »
4 Mag [22:37]

ESport WTCR Series, Ningbo
Vittoria a Löhner e Baldi

Michele Montesano

Il penultimo appuntamento della ESport WTCR Series è andato in scena sul tracciato cinese di Ningbo. A salire sul gradino più alto del podio sono stati Moritz Löhner, nella prima manche, e Gergo Baldi nella seconda frazione. Ma la bagarre non è mancata con Esteban Guerrieri che, ancora una volta, si è dimostrato fra i migliori piloti del WTCR a cimentarsi nell’esperienza virtuale. L’argentino in gara 2 ha sfiorato la vittoria, sfuggitagli nelle ultime curve, dopo una strenua resistenza verso Baldi.

L’evento è iniziato subito con un giallo: con gli ungheresi Norbert Michelisz e Attila Tassi che non sono riusciti a connettersi al server. Nelle qualifiche Löhner ha messo tutti in riga, il pilota di casa Williams Esports ha lasciato solamente le briciole ai diretti inseguitori. Ottimo quinto tempo per Guerrieri che ha dimostrato di non essere da meno rispetto ai SIM driver.

La partenza di gara 1 ha visto Löhner mantenere saldamente la testa seguito da Kuba Brzezinski. Nelle retrovie Yann Ehrlacher, Mat’o Homola e il nostro Kevin Ceccon sono arrivati ai ferri corti con l’italiano che ha avuto la peggio. Il pilota Lynk & Co. è stato poi squalificato per non aver scontato il drive-through in seguito al contatto. Male anche l’altro italiano Gianmarco Fiduci costretto al ritiro dopo essere stato speronato nel corso del primo giro.

È stato il duo di testa a regalare spettacolo: dapprima Brzezinski è riuscito ad infilare Löhner, il tedesco ha incassato e cercato di mantenere il contatto con il battistrada. Il pilota Cupra poi ha studiato per diverse tornate il suo avversario, prima di infilare perentoriamente la Lynk & Co. del polacco. Terzo posto per Bánki, quinto per il leader di campionato Baldi e ottavo Guerrieri.

La seconda manche ha visto partire dalla pole Nestor Garcia, per via della griglia invertita. Lo spagnolo ha dovuto subito fare i conti con un arrembante Guerrieri, che con uno scatto fenomenale è salito in seconda posizione. Anche gli ungheresi Baldi e Daniel Nagy sono stati autori di un ottimo start e, nel giro di poche tornare, si sono trovati a ridosso del duo di testa. Guerrieri, a metà gara, ha rotto gli indugi superando il compagno di scuderia. Garcia, dopo un leggero contatto con l’argentino, ha perso la sua Honda scivolando in settima posizione.

Nell’arco di pochi giri le posizioni di vertice sono cambiate, con Guerrieri in testa tallonato da Baldi e Wisniewski. Proprio Baldi ha superato, a sei minuti dal termine, Guerrieri che ha replicato il giro successivo mantenendo la prima posizione. L’ungherese, dopo una fase di studio, all’ultimo passaggio è arrivato a ruote fumanti alla staccata del tornantino sorprendendo l’argentino e conquistando la vittoria. Per Guerrieri l’onore di essere stato il primo pilota del WTCR a conquistare il podio del campionato virtuale. Terzo Wisniewski, quattordicesimo Fiduci dopo una gara tutta in rimonta.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone