formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
25 Lug [10:13]

ETCR, Vallelunga
Azcona al primo successo con Hyundai

Da Vallelunga - Michele Montesano

A distanza di poco più di un anno l’ETCR è tornato dove tutto ebbe inizio, infatti nel giugno 2021 è stato proprio l’Autodromo di Vallelunga a tenere a battesimo il Turismo elettrico. Così come nella scorsa stagione, a vincere è stato Mikel Azcona che però nel frattempo ha cambiato casacca passando da Cupra a Hyundai. Lo spagnolo, con il successo siglato sul circuito intitolato a Piero Taruffi, ha regalato anche il primo trionfo stagionale alla Casa coreana.

Così come per il WTCR, anche nell’ETCR a tenere banco è stata la questione pneumatici. Il caldo, abbinato ad un layout di Vallelunga più lungo rispetto a quello della scorsa edizione, non ha facilitato lo svolgimento del weekend. A farne le spese sono state praticamente quasi tutte le vetture in pista, ciò nonostante Azcona è riuscito ad essere immune presentandosi a punteggio pieno per le Super Finali.



In gran spolvero anche il vincitore di Zolder Maxime Martin (nella foto sopra) che ha infilato una progressione degna di nota. Anche sul circuito capitolino il belga si è dimostrato il più competitivo al volante della Giulia di Romeo Ferraris ottenendo la pole e le vittorie nei quarti e nella semifinale del raggruppamento Furious. Nonostante la vittoria nelle semifinali, Tom Blomqvist e Adrien Tambay, così come le Cupra eRacer, sul tracciato italiano si sono rivelati leggermente meno performanti rispetto agli avversari.



Lo spegnimento dei semafori della Super Finale Fast ha visto Azcona, partito dalla pole, arrivare immediatamente ai ferri corti con Bruno Spengler (nella foto sopra). I due hanno affrontato il rettifilo affiancati arrivando anche a qualche sportellata di troppo in piena accelerazione. All’ingresso della Curva Grande però è stato lo spagnolo di Hyundai ad avere la meglio sul canadese. A seguire Norbert Michelisz mentre Luca Filippi ha cercato di sopravanzare all’esterno Tambay scivolando però al sesto posto.

Paura per Spengler al terzo giro quando, una probabile esplosione dello pneumatico, ha fatto schizzare la Giulia nelle vie di fuga prima del rettilineo che porta alla Cimini. La vettura si è quasi capottata finendo la corsa rovinosamente contro le barriere. Ereditata la seconda posizione, Norbert Michelisz nel corso del quinto passaggio ha a sua volta dovuto alzare il piede dopo aver stallonato la gomma in prossimità della chicane.


Stessa sorte per Filippi che nell’ultima tornata ha subito la delaminazione della posteriore sinistra concludendo all’ultimo posto la finale. Successo facile per Azcona che ha tagliato il traguardo con un margine di oltre 7 secondi sulla Cupra di Tambay seguito dal team mate Jordi Gené a chiudere il podio.

A seguito del violento impatto Spengler, uscito incolume dall’auto, è stato trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti. Mentre gli ingenti danni sulla Giulia hanno costretto Martin a saltare la Super Finale Furious. Il team Romeo Ferraris ha inoltre ritirato anche l’altra vettura, condivisa da Filippi e Giovanni Venturini, per questioni di sicurezza.



Con una griglia ridotta, Nicky Catsburg ha preso subito le redini dell’ultima manche seguito da Mattias Ekström. Jean-Karl Vernay ha immediatamente infilato Blomqvist salvo poi restituire la terza posizione dopo essere arrivato largo ai Cimini.

La gara di fatto sembrava congelata quando, a sole 3 curve dalla bandiera a scacchi, Catsburg ha subito la foratura alla posteriore sinistra consegnando la vittoria al campione in carica Ekström (nella foto sopra). Doppietta Cupra grazie al secondo posto di Blomqvist mentre Vernay, per evitare la Hyundai dell’olandese, è uscito fuori pista concludendo al terzo posto. Uno sfortunato Catsburg ha terminato la gara zoppicando in quarta posizione.

Con l’ultima parte del calendario ancora da delineare, vista la cancellazione della tappa coreana e lo slittamento a data da destinarsi dell’Istanbul Park, a guidare la classifica generale è la Cupra di Tambay seguita dalla gemella di Ekström.

Domenica 24 luglio 2022, Super Finale Fast

1 - Mikel Azcona (Hyundai Veloster N) - Hyundai - 6 giri
2 - Adrien Tambay (Cupra eRacer) - Cupra EKS - 7"190
3 - Jordi Gene (Cupra eRacer) - Cupra EKS - 7"776
4 - Luca Filippi (Giulia ETCR) - Romeo Ferraris - 3'38"882
5 - Norbert Michelisz (Hyundai Veloster N) - Hyundai - 1 giro

Ritirati
Bruno Spengler (Giulia ETCR) - Romeo Ferraris

Domenica 24 luglio 2022, Super Finale Furious

1 - Mattias Ekström (Cupra eRacer) - Cupra EKS - 6 giri
2 - Tom Blomqvist (Cupra eRacer) - Cupra EKS - 0"381
3 - Jean-Karl Vernay (Hyundai Veloster N) - Hyundai - 1"718
4 - Nicky Catsburg (Hyundai Veloster N) - Hyundai - 9"295

Non partiti
Maxime Martin (Giulia ETCR) - Romeo Ferraris
Giovanni Venturini (Giulia ETCR) - Romeo Ferraris

Il campionato
1.Tambay 435 punti; 2.Ekström 421; 3.Azcona 368; 4.Martin 360; 5.Blomqvist 334; 6.Spengler 267; 7.Vernay 219; 8.Michelisz 216; 9.Gene 200; 10.Venturini 170.


Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone