formula 1

Budapest - Qualifica
McLaren super, Norris e Piastri in 1.fila

San Paolo 2012, Budapest 2024. Sono trascorsi ben 12 anni da quando la McLaren aveva monopolizzato la prima fila di un Gran P...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – 3° giorno finale
Rovanperä-Ogier nel segno Toyota

Michele Montesano Non si arresta la marcia di Kalle Rovanperä. Il campione in carica del WRC ha ormai messo saldamente le man...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 1
Wehrlein vince e vede il titolo

Michele Montesano Tra i due litiganti il terzo gode. A due gare dal termine del campionato, il titolo di Formula E sembrava d...

Leggi »
FIA Formula 2

Budapest - Gara 1
Verschoor squalificato, vince Maini

Davide Attanasio - XPB ImagesNon esiste limite al peggio per Richard Verschoor (Trident). Ancora una volta, dopo aver vinto u...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet – Gara 1
Prima vittoria di Bohra

In una gara che ha visto pochi sorpassi e – per la prima volta in questa stagione – non ha richiesto l’intervento della safet...

Leggi »
Formula E

Londra - Qualifica 1
Evans in pole e accorcia su Cassidy

Michele Montesano Il finale della decima stagione di Formula E è ancora tutto da scrivere. Il doppio E-Prix di Londra segna l...

Leggi »
14 Set [17:03]

Hamilton, vittoria non scontata:
"Al Mugello come tre gare in un giorno"

Jacopo Rubino - XPB Images

90 vittorie in Formula 1, ormai soltanto una in meno di Michael Schumacher. Con questa Mercedes, per Lewis Hamilton strappare il record al tedesco sembra solo questione di tempo. Eppure l'ennesimo successo del britannico, sul circuito del Mugello che ha definito "fenomenale", non è stato ordinaria amministrazione: il folle Gran Premio di Toscana lo ha messo a dura prova. "È stata una delle giornate più impegnative che io abbia mai vissuto, fisicamente e mentalmente. Ma è una sensazione fantastica aver vinto una gara così pazza, è come averne disputato tre in un solo giorno", ha sottolineato il campione in carica.

Ancora una volta Hamilton ha fatto valere la propria supremazia nel duello interno con Valtteri Bottas, l'unico che a parità di macchina potrebbe impensierirlo nella caccia al settimo titolo. E invece, ha incassato una nuova batosta. Il finlandese al primo start era riuscito addirittura a saltare davanti, aveva un'occasione enorme, ma alla ripresa dopo la prima interruzione Lewis ha ristabilito le gerarchie. "A quel punto avevo un buon vantaggio ma è arrivata un'altra bandiera rossa", ha raccontato. "Nelle ripartenze può accadere qualsiasi cosa, per fortuna nell'ultima ho avuto il mio avvio migliore e ho mantenuto il comando. Valtteri però era sempre vicino, non potevo permettermi alcun errore, altrimenti sarebbe stato in grado di passarmi sul rettilineo".

Non è avvenuto, anche se il britannico ha riconosciuto (forse per autocompiacersi...) i meriti del compagno: "Mi ha messo parecchia pressione addosso, non è stato certo facile, con le ripartenze e la concentrazione che serviva".

E ora la strada verso un altro Mondiale, quello per pareggiare i conti con Schumacher, sembra sempre più spianata: il vantaggio in classifica su Bottas è salito a 55 lunghezze, nella sua carriera non gli era mai capitato dopo 9 round completati. Sarà abbastanza per aver voglia di gestire la situazione nella seconda metà di questo strano campionato 2020? Non sembra nell'indole di Lewis.
RS Racing