formula 1

Ferrari, Vettel "secondo pilota":
lo dice Binotto, ma era necessario?

Jacopo Rubino - XPB Images

"Charles è sicuramente è molto bravo, ma ci si aspetta di più ...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
14 Ott [17:46]

Hulkenberg come Mr. Wolf
"Salve, risolvo problemi"

Massimo Costa - XPB Images

Quando si è appresa la notizia della positività al Covid-19 di Cristiano Rolando, prestigioso giocatore della Juventus, gli appassionati di motorsport si sono scatenati sui social annunciando il sostituto del fenomeno portoghese: Nico Hulkenberg. E sì, il tedesco è diventato il pilota last minute che chiami nei momenti di emergenza e lui ti risolve il problema, come il Mister Wolf di Pulp Fiction.

Hulkenberg aveva già rimpiazzato Sergio Perez nelle due gare di Silverstone quando il messicano era stato trovato positivo al Coronavirus. Ed aveva impressionato, soprattutto nel secondo evento britannico, ottenendo il terzo tempo in qualifica e il settimo al traguardo. Nella prima corsa invece, per motivi tecnici non era riuscito a partire per il Gran Premio. Ma almeno, il suo approdo sulla Racing Point in Gran Bretagna era avvenuto fin dal primo turno delle prove libere del venerdì.

Al Nurburgring invece, è saltato sulla RP20 per rimpiazzare l'influenzato Lance Stroll, direttamente nella qualifica. Certo, il weekend tedesco era stato diverso dal solito, per tutti, in quanto le due sessioni libere del venerdì non si erano disputate per maltempo e tutti avevano avuto a disposizione soltanto il turno del sabato mattina per sistemare la monoposto in vista della qualifica. 

Quando in Racing Point hanno capito che Stroll, ammalatosi venerdì sera non si sarebbe ripreso durante la mattinata del sabato, hanno pensato subito a lui, a Hulkenberg. Fortunatamente, non era in giro per l'Europa (va spesso in qualche isola spagnola), ma proprio nella vicina Colonia, altra sua base. Nico si trovava al bar, a far colazione, con calma, quando ha ricevuto la chiamata da Otmar Szafnauer, team principal. Non ha battuto ciglio: arrivo, ha risposto. Colonia è vicino al Nurburgring, un'oretta e mezza, ma doveva recuperare casco e tuta.
 
Arrivato al circuito con la sua Porsche fumante dal tanto che aveva spinto sull'acceleratore, ha fatto il tampone per il Covid-19 mentre i suoi colleghi avevano iniziato a girare nel terzo turno libero. Negativo al Coronavirus è iniziata la classica procedura da pilota, con gli ingegneri, ed è entrato in pista direttamente in qualifica. Considerando che i miracoli non esistono, neanche se ti chiami Hulk, si è piazzato ultimo e non poteva essere diversamente considerando che soltanto cinque ore prima si trovava al bar a Colonia.

Ma domenica, Hulkenberg in gara ha rapidamente ritrovato se stesso disputando una corsa di qualità, come quelle che ci ha abituato nei tanti anni di F1. Nico alla fine ha concluso ottavo, risultato impensabile poche ore prima: “Da un caffè a Colonia a ottavo in gara, ma che ca…. è successo questo weekend”, ha scritto sul proprio profilo Twitter e Instagram Hulkenberg domenica sera. Un piccolo capolavoro, che verrà ricordato a lungo. E un capolavoro lo ha scritto anche Sergio Perez, quarto sotto la bandiera a scacchi, a un passo dalla Renault di Daniel Ricciardo che si è presa il terzo gradino del podio. Tra il pilota messicano e quello tedesco, Racing Point ha catturato 16 punti che le permettono di mantenere la terza posizione nella classifica costruttori con 4 lunghezze di vantaggio sulla McLaren e 6 sulla Renault. 

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone