World Endurance

Imola – Qualifica
Pole di Fuoco nella tripletta Ferrari

Da Imola - Michele Montesano La Ferrari ha infiammato Imola. Nelle qualifiche del FIA WEC il Cavallino Rampante ha monopolizz...

Leggi »
Rally

Rally di Croazia – 2° giorno
Neuville respinge gli attacchi di Evans

Michele Montesano Definito “The asphalt challenge” quello della Croazia si è rivelato, finora, il rally più combattuto della ...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Qualifica
Dominio Red Bull, Verstappen in pole

La gara Sprint aveva lasciato intuire che la qualifica per il Gran Premio sarebbe stata a senso unico, quello della Red Bull-...

Leggi »
formula 1

Alonso, inutile penalità
per il contatto con Sainz

Avevamo scritto nel precedente articolo riferito alla gara Sprint, che i commissari sportivi non erano intervenuti per dirime...

Leggi »
World Endurance

Peugeot debutta con la nuova 9X8 LMH
Jansonne: “La pista ci darà il verdetto”

Da Imola - Michele Montesano Peugeot è legata a un doppio filo con l’Italia nel FIA WEC. Se a Monza, quasi due anni fa, la C...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Gara Sprint
Verstappen di rimonta, poi Hamilton
Bagarre tra Sainz e Leclerc

E alla fine vince sempre lui. Max Verstappen, da quarto a primo nella prima gara Sprint del 2024. Pista asciutta ed ecco che ...

Leggi »
10 Dic [19:24]

IGTC - 12 ore del Golfo
Gounon campione, dominio Mercedes

Mattia Tremolada - Foto Speedy

Nel duello Mercedes-BMW per i titoli dell’Intercontinental GT Challenge, a spuntarla è stata la casa della stella a tre punte, che ha conquistato gara ed entrambi i titoli a Yas Marina. Mercedes si è presentata al via della tradizionale 12 ore del Golfo, organizzata dalla Driving Force di Andrea Ficarelli, con tre vetture in classe Pro, mentre BMW ha risposto con due M4 supportate dalla casa ed affidate al team WRT. Mercedes si è assicurata il campionato riservato ai costruttori grazie ad un primo, un terzo ed un quarto posto, mentre Jules Gounon si è accontentato di un podio per mettere il proprio sigillo sul titolo piloti.

Schierato dal team 2 Seas, il pilota francese che corre con licenza di Andorra, stato in cui vive ormai da anni, ha anche guidato la corsa finché Luca Stolz non ha preso la testa sulla AMG GT3 gemella affidata a GruppeM. Già autori della pole position, Stolz, Mick Grenier e Maro Engel (nella foto sotto) hanno poi preso la testa nella settima ora, completando così la propria rimonta dopo aver subito smarcato due dei 10 pit stop obbligatori di 100 secondi nel corso della prima ora. Addirittura, come successo anche nel 2022, Engel e Dries Vanthoor si sono fermati al termine del primo giro di gara per aprire il valzer delle soste, imitati nei giri seguenti dal resto delle vetture Pro.



Secondo posto per la BMW M4 di Valentino Rossi, Vanthoor e Nick Yelloly. L’ex centauro, ormai uno specialista della corsa, che ha affrontato per divertimento anche prima che entrasse a far parte del calendario IGTC, ha conquistato un bel podio assoluto grazie ad una condotta regolare. Sfortunata invece l’altra vettura di WRT, che a causa di un problema ad uno scarico è stata costretta ad una sosta non preventivata di 12 minuti. Quarto posto per Lucas Auer, Lorenzo Ferrari e Frank Bird. Questi ultimi due sono stati selezionati in un test effettuato a Valencia da AMG, che ha visto scendere in pista oltre 20 giovani piloti, confrontati a parità di condizioni.

Nel finale Auer si è dovuto guardare le spalle da uno scatenato Joel Sturm, quinto assoluto e vincitore di classe AM con Constantin Dressler e Dustin Blattner. Un exploit sorprendente quello dell’equipaggio della Porsche di Car Collection. Auer e Sturm negli ultimi 30 minuti hanno anche avuto la meglio di Rob Bell, che ha preferito non correre rischi per portare a casa la vittoria di Pro-Am con la McLaren di Optimum condivisa con Ollie Millroy e Mark Radcliffe. Podio di classe, secondo e terzo posto di Pro-Am, anche per i piloti italiani Giorgio Roda e David Fumanelli, settimi assoluti con la Ferrari di Kessel, e Matteo Cairoli, ottavo con la Porsche di Herberth.

Tanti incidenti hanno condizionato la corsa. Shaun Balfe è finito violentemente a muro all’uscita di curva 1 dopo appena 50 minuti. Poco dopo è stato il turno di Stephen Grove, tradito dagli pneumatici freddi. Grosso spavento anche per Stefano Borghi, alla staccata della chicane di curva 6, mentre Nicola Marinangeli si è appoggiato con il posteriore della sua Ferrari 488 alle protezioni. Un problema tecnico ha messo fuori gioco nel finale la Mercedes del neonato team Sun Energy di Kenny Habul, tornato alle competizioni dopo l’infortunio alla schiena di Spa.

A meno di 10 minuti dal termine anche la famiglia Gostner è stata costretta ad alzare bandiera bianca a causa del cedimento della sospensione posteriore sinistra sulla Mercedes di MP Racing. Peccato per la Porsche di Car Collection di Hash, Yannick Mettler, Alex Fontana (che era stato il più rapido nelle libere 2) e Stefano Costantini. Quest’ultimo, chiamato a sostituire Ivan Jacoma, ha picchiato violentemente contro le protezioni in qualifica, distruggendo la propria vettura. L’equipaggio ha così dovuto rinunciare anzitempo alla corsa.

Domenica 10 dicembre 2023, gara

1 - Engel-Stolz-Grenier (Mercedes AMG) - GruppeM - 348 giri
2 - Rossi-Yelloly-Vanthoor (BMW M4) - WRT - 12”811
3 - Gotz-Schiller-Gounon (Mercedes AMG) - 2 Seas - 1 giro
4 - Auer-Ferrari-Bird (Mercedes AMG) - GruppeM - 2 giri
5 - Blattner-Dressler-Sturm (Porsche 911) - Car Collection - 2 giri
6 - Radcliffe-Millroy-Bell (McLaren 720) - Optimum - 3 giri
7 - Perera-Roda-Andrews-Fumanelli (Ferrari 296) - Kessel - 4 giri
8 - Au-Cairoli-Heinemann (Porsche GT3) - Herberth - 5 giri
9 - Al Khalifa-Loggie-Al Zubair (Mercedes AMG) - 2 Seas - 5 giri
10 - Allemann-Bohn-Renauer (Porsche 911) - Herberth - 5 giri
11 - Cozzi-Rovera-Sernagiotto-Pulcini (Ferrari 296) - AF Corse - 5 giri
12 - Hui-Froggatt-Cheever-Tse (McLaren 720) - Sky Tempesta - 6 giri
13 - West-Kirchhofer-Prette (McLaren 720) - 6 giri
14 - Eng-S.Van der Linde-Weerts (BMW M4) - WRT - 6 giri
15 - Guilvert-Panu-Knauf-Servais (Audi R8) - Haas - 8 giri
16 - Colombo-Tjiptobiantoro-Wadoux-Lemeret (Ferrari 296) - AF Corse - 8 giri

Ritirati
Habul-Ellis-Konrad-Baumann (Mercedes AMG) - Sun Energy 1
T.Gostner-M.Gostner-C.Gostner-D.Gostner (Mercedes AMG) - MP Racing
De Meeus-Saada-Grunewald-Ramos (Ferrari 296) - AF Corse
Jackson-Jefferies-Azzam-Jaffer (Ferrari 296) - Racing One
Marinangeli-Lendoudis-Ulrich-Fox (Ferrari 488) - AF Corse
Zelger-Scannicchio-Cassarà-Borghi (Porsche 911) - Tsunami
S.Grove-B.Grove-Stanaway (Porsche 911) - Grove
B.Goethe-O.Goethe-Balfe-Sansom (McLaren 720) - Garage 59

Il campionato
1.Gounon 91 punti; 2.Stolz 83; 3.Vanthoor 80; 4.Eng 74; 5.S.van der Linde 68; 6.Engel 61; 7.Marciello 57; 8.Grenier 46; 9.Weerts 44; 10.Yelloly 43.