formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
13 Apr [13:28]

Il team Ward licenzia Severiukhin
Imbarazzo Aci Sport, licenza ritirata

Massimo Costa

Artem Severiukhin, autore del gesto nazista sul podio della finale OK a Portimao, sede di una delle tappe del campionato europeo, è stato licenziato dal team svedese Ward che lo schierava. Questa la nota rilasciata dalla squadra: "Il comportamento del pilota è stato profondamente vergognoso e condanniamo quel gesto con la massima fermezza. Le azioni di Artem Severiukhin durante la cerimonia di premiazione del 10 aprile 2022 sono state esclusivamente individuali e non rappresentano in alcun modo le opinioni e i valori di Ward Racing. Al contrario, Ward Racing sta con la comunità internazionale condannando l'invasione russa dell'Ucraina ed esprime la sua solidarietà alle persone che soffrono a causa di questo attacco non provocato e orribile. Sulla base di queste considerazioni, Ward Racing non vede alcuna possibilità di continuare la cooperazione con Artem Severiukhin e procederà alla risoluzione del suo contratto".

L'imbarazzo del team Ward si affianca a quello di Aci Sport che gli aveva rilasciato la licenza per gareggiare dopo che la federazione svedese, quella a cui appartiene il team Ward, si era rifiutata di concederla al pilota russo. Ricordiamo che la FIA aveva invitato i piloti russi a gareggiare privandosi della bandiera nazionale, Aci Sport, probabilmente poco attenta a quel che accade nel mondo, ha invece concesso con disinvoltura la licenza tricolore a Severiukhin. Travolta dalla vicenda, la federazione italiana sportiva si è riunita in tutta fretta rilasciando questo comunicato:

"Severyukhin aveva ottenuto la licenza italiana, così come prevedono i regolamenti FIA, che lasciano ai giovani piloti di ogni nazionalità la più ampia libertà di movimento tra le Federazioni internazionali, per consentire loro di crescere professionalmente in quei Paesi– come l’Italia – che hanno una grandissima tradizione quanto a formazione nel motorsport e avviamento dei piloti al professionismo. Il nostro Paese, in particolare, è da sempre il più importante al mondo per quanto riguarda la pratica del kart, come dimostra il fatto che solo nel 2021 sono stati 355 i piloti stranieri, delle più varie nazionalità, che hanno ottenuto la licenza sportiva italiana per questa disciplina".

"La Giunta Sportiva dell'Automobile Club d'Italia ha deciso il ritiro immediato della licenza sportiva di Severyukhin e lo ha, contestualmente, deferito alla Giustizia sportiva affinché possa valutare la definizione di ulteriori sanzioni che rientrano nella propria sfera di competenza. Provvedimenti inevitabili, dal momento che, con il suo gesto sconsiderato, Severyukhin ha dimostrato mancanza di rispetto non solo dei valori universali ai quali, da sempre, si ispira ogni sport, ma anche di umanità, dignità e convivenza civile”.

Si attende ora la decisione della FIA.
 

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse