Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
18 Mag [15:10]

Imola – Gara 1
Colapinto beffa Aron all’ultimo giro

Luca Basso

Sembrava ormai tutto deciso all’ultimo giro della Sprint Race di Imola, ma con un sorpasso deciso (e coraggioso) Franco Colapinto è riuscito a soffiare da sotto il naso la vittoria a Paul Aron. L’estone si è liberato al via del compagno di squadra Amaury Cordeel, partito davanti per l'inversione dei primi dieci in qualifica, e ha guidato tutta la corsa. Anche l’argentino, scattato terzo, è riuscito a mettersi alle spalle Cordeel, dopodiché è riuscito a ridurre il gap da Aron.

Dal 15° giro, Colapinto poteva approfittare del DRS per portarsi al comando, rimanendo tuttavia sempre dietro al pilota Hitech. Infine, all’ultimo passaggio, il portacolori MP Motorsport ha affiancato all’esterno Aron in ingresso alla curva Tamburello e, con una manovra chirurgica e al limite, ha ottenuto il primo posto. La successiva comunicazione radio, dove lo junior Williams ha urlato dall’emozione per quanto fatto, parla da sola.

Primo successo, dunque, per Colapinto, mentre Aron è rimasto a bocca asciutta nonostante la piazza d’onore. Zane Maloney ha completato il podio con il terzo posto, scavalcando Cordeel proprio alla Tamburello. Il barbadiano di Rodin rimane ancora in testa al campionato, approfittando anche dei ritiri di Dennis Hauger, Isack Hadjar ed Enzo Fittipaldi.

Infatti, poco dopo lo spegnimento dei semafori, Hadjar ha tentato di passare all’esterno Roman Staněk, tuttavia stringendolo troppo e impossibilitato a spostarsi a sinistra per la presenza di Colapinto. I due si sono toccati, addirittura il francese di Campos è finito in testacoda e nell’incidente sono rimasti coinvolti Joshua Dürksen, Fittipaldi e Hauger. Inevitabile l’ingresso della safety car, rimasta in pista per cinque giri.

Quinto posto per Oliver Bearman, bravo a contenere nella seconda parte di gara un arrembante Gabriel Bortoleto, sesto, e Taylor Barnard, settimo. Richard Verschoor si è classificato ottavo, davanti a Kush Maini, nono, e a Zak O’Sullivan, decimo.

Una partenza tutt’altro che perfetta, complice un problema al volante tra la prima e la seconda marcia, ha fatto sprofondare Andrea Kimi Antonelli 12esimo; una fortuna nella sfortuna, visto che partiva proprio dietro a Staněk e Hadjar. L’italiano ha provato a rimediare alla situazione, ma non è andato oltre l’11esimo posto.

Aggiornamento: Barnard è stato squalificato per non aver seguito la procedura di partenza prevista nell'articolo 1.6.1 del regolamento tecnico, oltre alla violazione dell'articolo 10.15. Maini è stato promosso in ottava posizione.

Sabato 18 maggio 2024, gara 1

1 – Franco Colapinto – MP Motorsport – 25 giri
2 – Paul Aron – Hitech – 1”706
3 – Zane Maloney – Rodin – 6”618
4 – Amaury Cordeel – Hitech – 8”173
5 – Oliver Bearman – Prema – 11”125
6 – Gabriel Bortoleto – Virtuosi – 11”589
7 – Richard Verschoor – Trident –14”2 54
8 – Kush Maini – Virtuosi – 16”330
9 – Zak O’Sullivan – ART – 17”427
10 – Andrea Kimi Antonelli – Prema – 18”286
11 – Rafael Villagómez – VAR – 18”960
12 – Victor Martins – ART – 19”396
13 – Ritomo Miyata – Rodin – 19”788
14 – Jak Crawford – DAMS – 20”089
15 – Juan Manuel Correa – DAMS – 20”587
16 – Pepe Martí – Campos – 55”602

Ritirati
Dennis Hauger – MP Motorsport
Roman Staněk – Trident
Isack Hadjar – Campos
Joshua Dürksen – PHM
Enzo Fittipaldi – VAR

Squalificato
Taylor Barnard – PHM

Il campionato
1. Maloney 68 punti; 2. Aron 55; 3. Hauger 41; 4. Hadjar, Maini 34; 6. Fittipaldi 32; 7. Martí, Crawford 26; 9. Colapinto, Antonelli 24; 11. Bortoleto 20; 12. Miyata 16; 13. Cordeel, O’Sullivan 15; 15. Verschoor 14; 16. Staněk 10; 17. Villagómez 8; 18. Bearman, Martins 6.
RS Racing