World Endurance

Imola – Qualifica
Pole di Fuoco nella tripletta Ferrari

Da Imola - Michele Montesano La Ferrari ha infiammato Imola. Nelle qualifiche del FIA WEC il Cavallino Rampante ha monopolizz...

Leggi »
Rally

Rally di Croazia – 2° giorno
Neuville respinge gli attacchi di Evans

Michele Montesano Definito “The asphalt challenge” quello della Croazia si è rivelato, finora, il rally più combattuto della ...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Qualifica
Dominio Red Bull, Verstappen in pole

La gara Sprint aveva lasciato intuire che la qualifica per il Gran Premio sarebbe stata a senso unico, quello della Red Bull-...

Leggi »
formula 1

Alonso, inutile penalità
per il contatto con Sainz

Avevamo scritto nel precedente articolo riferito alla gara Sprint, che i commissari sportivi non erano intervenuti per dirime...

Leggi »
World Endurance

Peugeot debutta con la nuova 9X8 LMH
Jansonne: “La pista ci darà il verdetto”

Da Imola - Michele Montesano Peugeot è legata a un doppio filo con l’Italia nel FIA WEC. Se a Monza, quasi due anni fa, la C...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Gara Sprint
Verstappen di rimonta, poi Hamilton
Bagarre tra Sainz e Leclerc

E alla fine vince sempre lui. Max Verstappen, da quarto a primo nella prima gara Sprint del 2024. Pista asciutta ed ecco che ...

Leggi »
22 Mar [8:45]

Melbourne - Qualifica
Hauger strappa la pole ad Antonelli

Massimo Costa

Poteva essere una giornata memorabile per l'Italia del motorsport a Melbourne. La Ferrari prima nelle prove libere, Leonardo Fornaroli in pole e Gabriele Minì secondo nella Formula 3, e... Andrea Antonelli in pole nella qualifica della Formula 2. Ma a toglierci questa ultima soddisfazione è stato il ragazzo del nord, Dennis Hauger, che sotto la bandiera a scacchi ha strappato la prima posizione al pilota bolognese del team Prema.

E' stata una sessione decisamente tormentata, con Victor Martins che ha compiuto un doppio testacoda dopo appena 3 giri. Il francese, foto sotto, ha miracolosamente evitato i muretti, ma la sua Dallara si è spenta e per lui la qualifica è finita ancora prima di cominciare. Dopo l'inevitabile bandiera rossa, Paul Aron ha preso le redini della classifica andando ad occupare la prima posizione. Il rookie estone ha realizzato il tempo di 1'29"984, poco dopo però, è stato Antonelli a salire al comando con 1'29"672 davanti a Kush Maini, Aron, Hauger e Zak O'Sullivan.



Aron si è quindi ripreso il vertice della classifica con 1'29"385, secondo a tre millesimi Hauger, poi Isack Hadjar e Gabriel Bortoleto con Antonelli scivolato sesto. A 4'14" dal termine, Jak Crawford, ancora senza un tempo per varie sbavature commesse, ha completato la propria frittata andando a sbattere dopo un testacoda, foto sotto. Bandiera rossa e per i piloti, un paio di giri a disposizione per tentare di migliorarsi.



Zane Maloney non ha perso tempo e si è issato in cima alla graduatoria con 1'29"374. Il leader del campionato del team Rodin ha però dovuto cedere la prima piazza a Kush Maini, 1'29"313, tra l'altro ostacolato nella penultima curva dal compagno nel team Virtuosi Gabriel Bortoleto, uscito largo alla curva 12 e rientrato in pista in maniera garibaldina. Nel frattempo, lungo il tracciato stava girando forte Antonelli che, mentre Enzo Fittipaldi picchiava forte contro le barriere, siglava il primo crono in 1'29"038.

Ci si preparava a festeggiare il pilota Junior Mercedes, ma non si erano fatti i conti con il norvegese Hauger di MP Motorsport. Notevole il suo giro finale, 1'28"694 il tempo, che ha lasciato a 3 decimi Antonelli. Colpo di reni per Richard Verschoor che ha preso il giusto sentiero per portarsi terzo con la vettura del team Trident. Maini e Maloney non si sono migliorati così come Aron, chiudendo tra il quarto e il sesto posto. Buon settimo Josep Maria Martì davanti ad Hadjar, poco incisivo, poi Bortoleto, che recrimina per quel giro finale sporco, e un positivo Roman Stanek, decimo con la seconda vettura Trident.

Deludente Oliver Bearman. Già poco brillante nel turno libero, il 18enne inglese del team Prema reduce dal Gran Premio di Jeddah con la Ferrari dove aveva rimpiazzato Carlos Sainz, non ha trovato mai un giro pulito. Bearman ha concluso 16esimo afflitto anche da un problema tecnico. Delusione per Fittipaldi che dopo la bella vittoria di Jeddah ha sbagliato tutto in qualifica andando poi anche a sbattere.

Per Hauger e MP Motorsport è la prima pole stagionale , per Dennis anche la prima pole in carriera nella F2, categoria che lo ha visto debuttare nel 2022 dopo la conquista del titolo F3 nel 2021. Da applausi la sessione di Antonelli, alla sua terza apparizione in F2 e in arrivo dalla Formula Regional European. 17esimo a Sakhir, quinto a Jeddah, il bolognese ha compiuto un ulteriore salto in avanti che lascia ben sperare.

Venerdì 22 marzo 2024, qualifica

1 - Dennis Hauger - MP Motorsport - 1'28"694
2 - Andrea Antonelli - Prema - 1'29"038
3 - Richard Verschoor - Trident - 1'29"173
4 - Kush Maini - Virtuosi - 1'29"313
5 - Zane Maloney - Rodin - 1'29"374
6 - Paul Aron - Hitech - 1'29"385
7 - Josep Maria Marti - Campos - 1'29"429
8 - Isack Hadjar - Campos - 1'29"470
9 - Gabriel Bortoleto - Virtuosi - 1'29"502
10 - Roman Stanek - Trident - 1'29"594
11 - Zak O'Sullivan - ART - 1'29"632
12 - Ritomi Miyata - Rodin - 1'29"702
13 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1'29"972
14 - Joshua Durksen - PHM - 1'30"005
15 - Taylor Barnard - PHM - 1'30"232
16 - Oliver Bearman - Prema - 1'30"570
17 - Rafael Villagomez - Van Amersfoort - 1'31"083
18 - Enzo Fittipaldi - Van Amersfoort  - 1'31"578
19 - Amaury Cordeel - Hitech - 1'31"741
20 - Juan Manuel Correa - Dams - 1'31"828
21 - Jak Crawford - Dams - senza tempo
22 - Victor Martins - ART - senza tempo