Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
21 Giu [16:44]

Montmelò - Qualifica
Aron batte Crawford per due millesimi

Luca Basso

Da quando ha debuttato lo scorso anno in Formula 3, Paul Aron ha effettuato un totale cambio di mentalità: se, ai tempi dell’Italian F4 Championship e del Formula Regional European Championship by Alpine, aveva un temperamento piuttosto acceso, l’estone è oggi diventato un pilota freddo e calcolatore – anche se rimane qualche neo, come l’incidente dello scorso anno a Macao. Lo si è visto oggi nella qualifica della Formula 2 a Barcellona, dove il pilota Hitech ha sempre occupato i vertici della classifica, per poi centrare la pole position nei minuti finali.

L’attuale leader di campionato, con un tempo di 1’24”766, ha battuto per appena due millesimi di secondo Jak Crawford, piazzatosi alle sue spalle con la monoposto di DAMS. Un risultato brillante per l’ex membro del Mercedes Junior Team, soprattutto per com’è andata ai suoi diretti rivali: infatti, Zane Maloney non è andato oltre il 17esimo posto, mentre Isack Hadjar è risultato solo 11esimo. In particolare, il francese di Campos è mancato nell’ultimo giro lanciato e, appena scoperta la deludente prestazione, è inveito via radio; un comportamento già visto nelle precedenti stagioni e che non fa ben sperare per il suo futuro.

Da sottolineare, comunque il secondo posto di Crawford, rimasto nell’ombra dopo il podio collezionato nella Sprint Race del Bahrain. Franco Colapinto ha chiuso terzo, molto vicino alla coppia di testa e probabilmente in pole position se non fosse stato per un errore all’ultima curva. Inoltre, l’argentino ha rischiato di uscire fuoripista in pieno rettilineo, dopo essersi distratto a guardare il proprio volante.

Con un colpo di reni, Gabriel Bortoleto ha acchiappato la quarta piazza. Andrea Kimi Antonelli ha spiccato nelle prove cronometrate un solido quinto posto, battendo ancora una volta il compagno di squadra Oliver Bearman, fermatosi 15esimo in classifica. Hanno sorpreso, invece, Ritomo Miyata, sesto, e Joshua Dürksen, settimo. Juan Manuel Correa e Victor Martins hanno trovato posto in top-10 dopo le buone performance ottenute nelle prove libere. Kush Maini è decimo e scatterà davanti a tutti nella gara di domani.

Da segnalare, infine, una bandiera rossa intervenuta dopo sette minuti per un incidente occorso a Taylor Barnard, finito contro le barriere della curva Campsa dopo aver perso il controllo della propria vettura. Ricordiamo che il britannico si era imposto nella recente gara 1 di Monaco.

Venerdì 21 giugno 2024, qualifica

1 – Paul Aron – Hitech – 1’24”766 – 9
2 – Jak Crawford – DAMS – 1’24”768 – 8
3 – Franco Colapinto – MP Motorsport – 1’24”772 – 10
4 – Gabriel Bortoleto – Virtuosi – 1’24”821 – 10
5 – Andrea Kimi Antonelli – Prema – 1’24”871 – 7
6 – Ritomo Miyata – Rodin – 1’24”948 – 9
7 – Joshua Dürksen – PHM – 1’24”988 – 10
8 – Juan Manuel Correa – DAMS – 1’25”012 – 9
9 – Victor Martins – ART – 1’25”171 – 8
10 – Kush Maini – Virtuosi – 1’25”199 – 9
11 – Isack Hadjar – Campos – 1’25”205 – 8
12 – Zak O’Sullivan – ART – 1’25”225 – 8
13 – Dennis Hauger – MP Motorsport – 1’25”249 – 9
14 – Pepe Martí – Campos – 1’25”285 – 8
15 – Oliver Bearman – Prema – 1’25”321 – 7
16 – Enzo Fittipaldi – Van Amersfoort – 1’25”342 – 9
17 – Zane Maloney – Rodin – 1’25”344 – 8
18 – Amaury Cordeel – Hitech – 1’25”412 – 9
19 – Richard Verschoor – Trident – 1’25”570 – 8
20 – Rafael Villagómez – Van Amersfoort – 1’25”785 – 9
21 – Roman Staněk – Trident – 1’26”215 – 8
22 – Taylor Barnard – PHM – 1’43”467 – 2
RS Racing