Formula E

Le prime impressioni di Giovinazzi:
"In Formula E guida del tutto diversa"

Antonio Giovinazzi disputerà la sua prima gara in Formula E il 28 gennaio a Diriyah, fino a quel momento avrà guidato la mono...

Leggi »
formula 1

La F1 sul circuito di Jeddah,
cittadino con medie pazzesche

Una media sul giro prevista di 252,8 chilometri orari, seconda solo a Monza, a dispetto di ben 27 curve. 6175 metri di lunghe...

Leggi »
Formula E

Test a Valencia - 2° giorno
Mercedes al comando con Vandoorne

Due Mercedes davanti a tutti. Quella ufficiale di Stoffel Vandoorne, e quella della scuderia clienti Venturi con Edoardo Mort...

Leggi »
Formula E

Come sarà la monoposto Gen3?
Foto anteprima dalla Formula E

Le immagini diffuse al pubblico restano volutamente misteriose, ma squadre, piloti e alcuni partner selezionati hanno già sco...

Leggi »
Formula E

Test a Valencia - 1° giorno
Frijns al top, poi la "qualifica"

1 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 1'27"169 - 37 giri2 - Lucas Di Grassi (Mercedes) - Venturi - 1'27"270 - 28...

Leggi »
formula 1

Verstappen gioca il primo match point,
ma qual è lo stato di forma contro Hamilton?

È una vigilia particolare per Max Verstappen, quella che conduce verso Jeddah. Il primo Gran Premio d'Arabia Saudita sarà...

Leggi »
25 Set [14:16]

Monza, gara 1
Girolami regola Azcona

Michele Montesano

La lotta per il titolo 2021 della TCR Europe si fa sempre più incandescente. A Monza Franco Girolami e Mikel Azcona hanno fatto fuoco e fiamme nelle ultime tornare di gara 1. Alla fine l’argentino del PSS Racing ha avuto la meglio, anche grazie all’avvio dalla pole, ma a convincere è stato ancora una volta lo spagnolo di casa Cupra. A completare il podio Tom Coronel in grado di capitalizzare i duelli e le sfortune altrui.

Allo spegnimento dei semafori Girolami ha mantenuto saldamente la prima posizione, seguito da Felice Jelmini bravo a infilare Jack Young. Il pilota del Brutal Fish ha poi perso il controllo della sua Honda all’Ascari prima di ritirarsi definitivamente. Azcona ha approfittato delle concitate fasi di gara per risalire al quinto posto. Lo spagnolo ha poi dato vita ad un intenso duello con Coronel per la quarta piazza. I due, dopo aver sfruttato la scia a vicenda sui rettilinei di Monza, sono arrivati alle spalle di Dusan Borkovic. Nel corso della terza tornata, alla staccata della prima variante, il terzetto è arrivato ai ferri corti con Coronel che è riuscito ad avere la meglio salendo al terzo posto. Azcona ha dovuto aspettare qualche metro in più per superare di potenza il coriaceo serbo.



Nel corso del quarto passaggio una manovra kamikaze di Jachym Galás ha messo fuorigioco Isidro Callejas. Il pilota Hyundai è letteralmente planato sul cordolo della prima staccata travolgendo l’incolpevole spagnolo, per entrambi ritiro immediato. Complice le bandiere gialle, esposte per spostare le vetture ferme a bordo pista, la gara ha vissuto un periodo di relativa tranquillità. A rompere gli indugi è stato il solito Azcona che, al settimo giro, si è sbarazzato di Coronel. Lo spagnolo ha poi approfittato della foratura accusata dal bravo quanto sfortunato Jelmini per issarsi al secondo posto.

La vittoria sembrava tranquillamente nelle mani di Girolami ma, al penultimo giro, è andato nella ghiaia all’uscita dell’Ascari. In un battito di ciglia Azcona si è trovato negli scarichi della Honda, provando a indurre all’errore l’argentino. Dal canto suo Girolami ha stretto i denti rintuzzando ogni manovra dello spagnolo vincendo la gara con un margine di soli 222 millesimi su Azcona. Ora la lotta per il titolo è ancora apertissima con 26 punti che separano Girolami dal leader Azcona. Terzo posto per Coronel, l’olandese ha preceduto Jimmy Clairet che ha approfittato dell’errore di Sami Taoufik per sorpassarlo nelle ultime curve. Il turco, quinto al traguardo, ha conquistato la vittoria riservato agli Junior.

Ha chiuso al sesto posto una gara tutta in difesa Mat’o Homola. Il pilota Hyundai ha preceduto i due piloti del Comtoyou Racing Borkovic e Nicolas Baert. A chiudere la top-10 Viktor Davidovski e Niels Langeveld. Quattordicesimo l’esordiente Damiano Reduzzi. Fanalino di coda Mehdi Bennani che ha subito la stessa sorte di Jelmini: una foratura lenta nel corso degli ultimi due giri.

Sabato 25 settembre 2021, gara 1

1 - Franco Girolami (Honda Civic TypeR) - PSS - 10 giri
2 - Mikel Azcona (Cupra Leon Competición) - Volcano - 0"222
3 - Tom Coronel (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 1"058
4 - Jimmy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet - 6"874
5 - Sami Taoufik (Hyundai Elantra N) - SLR - 6"944
6 - Mat’o Homola (Hyundai i30 N TCR) - Janík - 7"419
7 - Dušan Borković (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 8"536
8 - Nicolas Baert (Audi RS 3 LMS) - Comtoyou - 11"762
9 - Viktor Davidovski (Honda Civic TypeR) - PSS - 18"023
10 - Niels Langeveld (Hyundai Elantra N) - SLR - 19"691
11 - Bartosz Groszek (Audi RS 3 LMS) - Horňak-Aditis - 19"955
12 - Rubén Fernández (Cupra Leon Competición) - RC2 - 21"027
13 - Evgenii Leonov (Cupra Leon Competición) - Volcano - 22"970
14 - Damiano Reduzzi (Hyundai i30 N TCR) - Trico WRT - 25"817
15 - Klim Gavrilov (Audi RS 3 LMS) - VRC - 27"298
16 - Gilles Colombani (Cupra Leon TCR) - Clairet - 35"099
17 - Gustav Birch (Peugeot 308 TCR) - Brianmadsen - 37"438
18 - Łukasz Stolarczyk (Audi RS 3 LMS) - BYC - 45"632
19 - Petr Čížek (Audi RS 3 LMS) - Horňak-Aditis - 46"355
20 - Sylvain Pussier (Cupra Leon TCR) - Clairet - 1'27"466
21 - Mehdi Bennani (Hyundai Elantra N) - SLR - 1 giro

Giro più veloce: Mikel Azcona 1'57"333

Ritirati
Felice Jelmini (Hyundai Elantra N) - SLR
Sergio López (Cupra Leon Competición) - RC2
Teddy Clairet (Peugeot 308 TCR) - Clairet
Jáchym Galáš (Hyundai i30 N TCR) - Janík
Isidro Callejas (Honda Civic TypeR) - Brutal Fish
Jack Young (Honda Civic TypeR) - Brutal Fish
Martin Ryba (Honda Civic TypeR) - Brutal Fish

Il campionato
1.Azcona 355 punti; 2.Girolami 329; 3.Langeveld 239; 4.Coronel 220; 5.Bennani 195; 6.J. Clairet 186; 7.Baert 182; 8.Callejas 169; 9.Taoufik 165; 10.T. Clairet 161.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone